Ultime recensioni

giovedì 27 giugno 2019

RICARDO. STORIA DI UN MATADOR di Lina Giudetti


Ricardo vive a Valencia, in Spagna, ed è il figlio del celebre e abilissimo torero Fernando de la Vega. Bello, sexy e ambito dalle donne, è un tipo romantico e spensierato, con tanti sogni e passioni, ma la sua vita sarà segnata da una serie di eventi che lo cambieranno. Tra tradimenti, attrazioni sbagliate e l'incontro in gioventù con una donna più grande di lui, bella e misteriosa, maturerà fino a diventare un uomo speciale e con la testa sulle spalle.
Seguirà le orme di suo padre divenendo un torero molto acclamato, finché un giorno non s'innamorerà dell'unica ragazza che non può avere e che diventerà presto la sua ossessione: Madalena, dolce e bellissima. Le cose non saranno facili per loro...
È il prequel della commedia romantica “Il mio Matador”. L’autrice pone l’attenzione su Ricardo, ci racconta del suo prezioso rapporto che ha con il padre, lo mette a nudo in tutti i sensi (ihihihih) per percorrere insieme a lui tutte le tappe importanti della sua vita.


La prima relazione amorosa avviene durante l’adolescenza con una ragazza che all’inizio sembra voler rispettare ad ogni costo i suoi sani principi, ma che poi smette di essere succube dei suoi genitori e vince le sue paure. Il passaggio da bigotta a libertina è stato fin troppo repentino. Addirittura non è più in grado di controllare i suoi desideri, ne vorrebbe sempre di più anche nel momento in cui Ricardo deve affrontare un duro lutto e gli sembra che la sua fidanzata sia diventata insensibile. Così tra tira e molla, la loro storia prosegue finchè lei cade nella tentazione del tradimento e la relazione finisce in malo modo. Ricardo cade in un tunnel buio insieme alla sua nuova amica Holly, le sta dietro per un po’ in compagnia di droga e alcool. I nonni riescono a riportare il nostro protagonista sulla retta via e decide di partecipare a degli incontri di condivisione dove incontra Hector. L’autrice inserisce un personaggio nuovo che si occupa di chirurgia e clown therapy anche per gli adulti, ed è proprio quel che ci vuole: una boccata di aria fresca che mantiene in equilibrio il romanzo. Tra i due nasce un’amicizia vera, Hector sarà d’ispirazione per Ricardo che intraprenderà la carriera di chirurgo nel suo stesso reparto.

“Non ti arrendere mai. Di solito è l’ultima chiave del mazzo quella che apre la porta. Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcosa che non sei”


Ricardo è ancora giovanissimo, affronta un viaggio di rinascita in giro per la Spagna fino a che non incontra Esperanza, che ve lo dico a fare, si innamora, perde la testa e la ripresa per lui è sempre più dura. Nel frattempo mantiene la promessa che aveva fatto a suo padre e intraprende la carriera di matador, sfidare i tori e vincerli senza farsi incornare. Che sport crudele! Lo pensa anche lui, ma una promessa è promessa. La narrazione è affidata a Ricardo, quindi non ci libereremo mai di lui, siamo nella mente di un ragazzo giovane che diventa adulto, immaginate a cosa penserà circa 2000 volte al giorno!? Sono ironica ovviamente, perché al di là delle cose frivole a cui pensa, sa essere molto maturo e premuroso. La narrazione riprende a girare intorno a lui, ai suoi pensieri e alle sue paranoie, fino a che incontra Madalena e la storia s'impenna di nuovo. 

“Innamorarsi di qualcuno che non si può avere è una tortura e io vivevo malissimo quella situazione”


Niente è mai semplice se stiamo parlando di Ricardo De La Vega perchè lei in realtà ha già un lui, Manuel, che diventa l’allenatore di difesa personale del nostro protagonista. Lei lavora nella palestra del fidanzato come segretaria perché secondo lui non è in grado di fare nient’altro. Vedendola tutti i giorni, il nostro matador non può proprio far a meno di girarle intorno, finchè capisce che il loro è un rapporto fatto di violenza, sottomissione, sfiducia e maltrattamenti fisici e psichici. Un argomento molto delicato che lui affronta nel migliore dei modi, offrendo alla ragazza aiuto e supporto e spingendola a fare cose che con Manuel non avrebbe mai fatto. È chiaro che lui si è innamorato perdutamente e alla fine è anche corrisposto. In poche parole, aiuta Madalena a crescere in tutti gli aspetti. Non mancheranno scene piccanti e sensuali. Dopo diverse vicissitudini riescono a liberarsi di Manuel, passa del tempo e va tutto a gonfie vele ma……… il mai una gioia è dietro l’angolo.

Un new adult ben equilibrato che non si fossilizza sulle scene hot, ma lascia spazio a temi e situazioni diverse che si vivono in età differenti. Quando la narrazione sembra diventare noiosa, ecco che arriva il colpo di scena, in questo caso è sempre una figura femminile che fa perdere il senno a Ricardo. È fondamentale leggere questo libro prima degli altri per entrare in sintonia con il personaggio, per conoscere a fondo il suo passato, i suoi principi e per comprendere le scelte che farà in futuro.



Nessun commento:

Posta un commento