Ultime recensioni

lunedì 17 giugno 2019

Una casa a cui tornare di BA Tortuga



Stetson Major e Curtis Traynor non potrebbero essere più diversi: Stetson è un ranchero legato alla terra e vive a Taos, nel New Mexico; Curtis è un cowboy da rodeo con il bisogno di viaggiare e il terrore di rimanere legato a un unico posto.
Stetson accudisce la madre Betty, che sta morendo di Alzheimer e non ricorda più che i due si sono lasciati da anni. La mancanza di Curtis la fa soffrire, così lui sotterra l’orgoglio e chiama il suo ex.
Curtis non ha mai dimenticato Stetson: è l’amore della sua vita, l’uomo che si è lasciato scappare. Quando riceve la sua telefonata, è felice di poter aiutare Miz Betty, che gli ha sempre mostrato affetto. Il ritorno al ranch risveglia in lui emozioni sepolte ma mai dimenticate, se non fosse che le finali del rodeo sono dietro l’angolo e Curtis deve andarsene di nuovo, anche se vorrebbe tanto restare, soprattutto per sostenere Stetson in quel momento difficile.
I due cowboy sono alla ricerca di un posto in cui essere se stessi e non desiderano altro che essere presenti l’uno per l’altro. Ma la famiglia, il denaro e il richiamo del rodeo potrebbero porre fine alla loro seconda occasione.

Con questo suo nuovo libro, BA Tortuga conferma il suo grande talento nel creare storie ricche di emozioni che catturano l’anima del lettore tenendo incollati alla storia fino alla fine.
L’alternarsi dei pov tra Stetson e Curtis permette una perfetta resa psicologica di entrambi i personaggi e così il lettore riesce ad avere un’ottima panoramica sulle loro emozioni. 
Stetson spacca il cuore con il suo stupido orgoglio che cozza così palesemente con ciò che il suo animo vorrebbe realmente. Commuove leggere del suo rapportarsi con la madre che, malata di Alzheimer, è ormai l’ombra della donna forte e indipendente che l’ha cresciuto; i sacrifici che compie in nome dell’amore e della famiglia. 
Del passato comune dei due non si parla quasi mai in modo diretto, non si sa di preciso come sia nata la storia d’amore quando erano dei ragazzini, ma ciò non influisce negativamente sulla narrazione che è imperniata sul presente, ma permeata della nostalgia di ciò che è stato.
Il tuffo nel passato porta Curtis a dubitare delle scelte compiute e a desiderare di mettere radici nel deserto del New Mexico da cui, dieci anni prima, era fuggito. Non dubita mai, però, dell’amore che l’ha sempre legato a Stetson, sentimento mai sopito e che potrebbe avere una nuova occasione per sbocciare.
Insomma, una storia che rapisce, commuove e travolge con emozioni agrodolci. Un libro caldamente raccomandato a chi crede nelle seconde occasioni e nell’amore. Davvero un ottimo libro, consigliato per emozionarsi in questa estate che stenta a decollare.


Avrebbe voluto toccarlo, confortare l’uomo con cui aveva trascorso tanti anni e che aveva conosciuto intimamente. Ma non spettava a lui. Non c’era nulla di reale in quella situazione.

“E come ti è sembrato, il tuo ex?”
“Smunto. Stanco.” Bellissimo. Era sempre la cosa più bella che avesse mai visto.

“Ti amo, Roper. Ti ho sempre amato. Forse me ne sono andato e ho cercato qualcosa di diverso, ma per me c’eri solo tu.” Ci aveva solo messo molto a capirlo. Ma ora lo sapeva. Voleva stare con Stetson.


BA Tortuga, texana fino al midollo e irriducibile cocca di papà, passa le sue giornate con i suoi bassotti, a farsi tatuaggi, a mandare messaggi alle sorelle e a mangiare cibo messicano. Quando non fa nessuna di queste cose, scrive. Trascorre i giorni liberi a guardare il rodeo, a lavorare a maglia e a navigare su Pinterest in nome della ricerca. Tra i suoi salvatori ci sono sua moglie Julia Talbot, il suo migliore amico Sean Michael, e il caffè. Tanto caffè. Del caffè delizioso.
Visto che ha scritto di tutto, da zoticoni che si picchiano, a cowboy irriducibili fino a lupi mannari, BA fa del suo meglio per raccontare le storie del suo cuore, che è cresciuto nel Texas nord-orientale ma che è innamorato alla follia delle storie che le narrano le alte montagne del deserto. Poiché scrive libri che variano da vigorose storie d’amore LGBT a focosi ménage e storie più tradizionali, BA rifiuta di essere etichettata da chiunque, a parte dalle voci nella sua testa.

Nessun commento:

Posta un commento