Ultime recensioni

giovedì 14 marzo 2019

RICORDATI DI ME di Karina Halle e Scott Mackenzie




Mi chiamo Lael Ramsey e credo di essere nei guai. Ho una cotta sin da quando ero una ragazzina. Il fatto che lui neanche mi guardasse non ha mai avuto importanza. Brad Snyder, chitarrista e cantante di una delle band più famose al mondo, era tutta la mia vita. Ho sempre trovato ingiusto che mio padre, il discografico che aveva scoperto il suo talento, avesse un così grande ascendente su di lui... L’opposto di quello che accadeva a me. E così ho cercato la mia opportunità per dimostrare chi fossi. Oggi è il giorno della mia audizione: devono rimpiazzare il bassista della band. Se avrò il lavoro, partirò per il tour e lavorerò accanto a Brad ogni giorno. C’è solo un problema: gli è stato espressamente vietato di avvicinarsi troppo alla figlia del capo. Forse, adesso che si è accorto della mia presenza, questo potrebbe rappresentare un problema…



Leal è la figlia del famoso discografico Ronald Ramsey, che ha creato un vasto impero nel campo della musica grazie al suo fiuto infallibile; una delle sue scoperte più riuscite è Brad Snyder, il frontman della band And Then. Ha creato intorno a lui un mondo fatto di concerti tutto esaurito on the road, i social media si sprecano nei post affibbiandogli flirt con le teen idol del momento: un investimento riuscito. 
Come ogni adolescente che si rispetti, Leal ha tappezzato la sua cameretta di poster della band, ascoltando in loop le sue canzoni, conoscendo a memoria persino le pause, le manca solo un incontro ravvicinato a un concerto. Grazie alle conoscenze di suo padre, riesce nell'impresa di vederli cantare dal vivo e in quell' esatto momento comprende che il suo destino appartiene alla musica.
Negli anni successivi, si impegna e impara a suonare il basso diventando sufficientemente brava per fare un provino per una band… il caso ha voluto che gli And Then avessero bisogno di un nuovo bassista.

Il suo provino avviene in modo assolutamente onesto e il suo cognome non viene sbandierato ai quattro venti; il suo talento parla per lei quando il gruppo decide di assumerla per l'imminente tour on bus che li impegnerà per i successivi due mesi.
Il padre, che non è riuscito a sradicare questa assurda idea alla figlia, decide di dare il suo benestare senza lasciarsi l'opportunità di far presente a Brad che se lui, o un altro membro della band, osasse fraternizzare con Leal avrebbe cancellato dal mondo discografico gli And Then per sempre portandogli via il successo per il quale hanno tanto faticato. 
Per nulla spaventato dalle sue intimidazioni, Brad e la band partono alla volta del loro tour. Non sospetta che dietro a quei capelli verde petrolio di una giovane ragazza con il basso si nasconda uno spirito affine. L'adrenalina delle loro esibizioni accende quella scintilla proibita che mai avrebbero creduto possibile.
E' un segreto difficile da tenere nascosto, riusciranno a evitare che la voce della loro storia arrivi fino al tirannico discografico Ronald Ramsey?

"L'unica cosa di cui ho paura è non stare con te".
"Allora condividiamo le stesse paure".



Le premesse per un'ottima lettura c'erano tutte, purtroppo il romanzo si è rivelato debole in molti aspetti. La progressione della trama è stata troppo spesso confusa, arrivando a punti salienti senza coerenza; l'analisi dei protagonisti scarna e superficiale impedisce al lettore di entrare in sintonia con loro e la traduzione ha evidenziato errori rilevanti al fine di una lettura scorrevole.

Peccato davvero perché conosco l'autrice e questo è uno scivolone che le perdono valutandolo con un voto sufficiente, e che mi fa pensare: avrei avuto la stessa opinione sul romanzo se lo avessi letto in lingua originale?
Non desidero che il mio parere influenzi le scelte di altri lettori, ed è per questo che vi invito a commentare la mia recensione con le vostre opinioni. Ci conto 😉





Nessun commento:

Posta un commento