Ultime recensioni

lunedì 27 maggio 2019

NON LASCIARMI ANDARE di Melissa Pratelli



Sono passati due mesi da quando Aidan se n’è andato e guardare avanti non è mai sembrato così difficile. Eppure, Lia ce la sta mettendo tutta per rimettere insieme i pezzi, grazie anche all’aiuto di Connor, un ragazzo dolce e premuroso che ha un debole per lei ormai da tempo. Lasciare alle spalle i propri sentimenti, però, non è semplice, soprattutto quando è proprio il fratello di Aidan il nuovo coinquilino di Ceci e Lia. Aidan ha chiuso definitivamente con la sua vecchia vita. La sua quotidianità, ora, è fatta solo di responsabilità. La decisione che ha dovuto prendere mesi prima continua a pesare sul suo cuore a pezzi e ciò che prova per Lia non sembra affievolirsi, anzi, è più forte che mai. Ma quale alternativa aveva se non quella di sparire dalla sua vita? Tuttavia, le sue sicurezze cominciano a vacillare nel momento in cui lui e Amelia si trovano di nuovo l’uno di fronte all’altra. Anche se le nostre scelte sembrano quelle giuste, a volte non si può smettere di amare. A volte, semplicemente, non ci si si può lasciar andare.

“Non lasciarmi andare” è il capitolo conclusivo della serie Stronger di Melissa Pratelli edito Dark Zone. Tutti i nodi verranno al pettine?

"Lia meritava molto più di questo. Meritava di essere libera e meritava un uomo che donasse tutto se stesso solo a lei. Io non potevo più essere quell’uomo"


Vorrei ricordarvi che nel finale del primo libro ero rimasta esterrefatta.  Aidan se ne va e lasciando tutti in tredici senza dare spiegazioni, anzi Ceci è l'unica a sapere il motivo e, nonostante l’abbia delusa, non dirà niente fino al momento giusto. Assistiamo al momento esatto in cui il cuore di Lia si spezza, proprio lei che è molto schiva nei rapporti sociali, che ci ha messo una vita a fidarsi e aprirsi con lui che la lascia con una cattiveria inaudita e che non si merita. La convivenza termina nel peggiore dei modi con Ceci che attacca al muro Aidan e sceglie di stare dalla parte della sorella.

In questo libro si rimettono in discussione tutti i rapporti umani, Aidan e Ceci passeranno mesi a non parlarsi. Ne soffrono entrambi perché il loro legame va al di là di tutto, ma forse non tutto è perduto. Lia nel frattempo è riuscita a riprendersi, più o meno, e in realtà dovrebbe ringraziare Aidan perché lui non frequenta più i suoi stessi posti proprio per non farla soffrire.
Lia è la sua ossessione, è intenzionato a lasciarla in pace, ma nessuno gli vieta di stalkerarla su facebook e scopre che ora Lia sta con Connor. Aidan si riscuote dal torpore che lo annebbiava e agisce.

"Avevo sempre creduto che nei sentimenti ci fossero solo colori ben definiti; eppure, in quel momento, l’unica cosa che riuscivo a vedere erano le sfumature. La rabbia che credevo avrei provato, o la sofferenza, o lo sdegno persino, mi sembravano così assurde. Ciò che contava davvero erano gli occhi di Aidan e quello che mi stavano raccontando, tutto ciò che il mio cuore aveva un disperato bisogno di sentire"

Non possiamo odiare Aidan, l’autrice ci mette nella condizione di trovarci nei suoi panni per farci ascoltare i suoi pensieri e  le sue insicurezze.  Si ritrova in una situazione più grande di lui, l’arrivo di un bambino di norma stravolge la vita, figuriamoci a 24 anni quando i tuoi sogni sono altri e hai appena trovato la ragazza della tua vita. Per questo sfascia la sua relazione con Lia, per stare vicino a Vanessa e se ne prende cura come se il figlio fosse suo. Sì, avete capito bene! Manda all’aria tutto, per nove mesi segue la gravidanza da vicino: ecografie, esami, scelta del passeggino. E per cosa?

A questo punto succede qualcosa, l’autrice inserisce qualche via di fuga da questa situazione che pare senza uscita; gli intrecci si infittiscono con l’arrivo di Duncan, il bel fratello odioso di Aidan che va ad abitare dalle ragazze. Non ve lo dimenticate perché avrà un ruolo fondamentale e sarà un gran rompi scatole. Finalmente Aidan si dà una scossa e si spinge oltre, quando decide che è il momento di parlare con Ceci, va al ristorante dove lavorano e incontra Lia: tutti i muri cadono, i ricordi tornano a galla e succede l’inevitabile.

Aidan ci mostra la sua vera natura, pensa di poter decidere al posto di Lia, isolandosi e tagliando fuori il mondo, soffrendo. Vuole solo difendere e proteggere la ragazza che è al suo fianco, non rendendosi conto che Lia invece, grazie all’amore che prova per lui, è pronta ad affrontare qualsiasi ostacolo, non è più la ragazza fragile del primo libro. L’amore l’ha resa forte.

"«Amelia, tu sei la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l’ultima quando vado a dormire, sei dentro di me persino quando non sono cosciente. Non potrei amare di nuovo Vanessa, sarebbe come innamorarsi del film dopo aver letto il libro, praticamente impossibile.»"

Ho finito questo libro in tre giorni perché dovevo assolutamente capire se potevo togliermi di dosso quel senso di impotenza davanti ad una situazione senza via d’uscita. Quindi ho letto come una pazza soffrendo anche con Aidan, maledicendolo e incoraggiandolo a non fare lo stupido con le sue idee da supereroe che tagliano Lia fuori dalla sua vita senza darle la possibilità di scegliere ciò che fare. Lia ora è una ragazza più matura e cresciuta, meno fragile e sempre più innamorata…..di Aidan.

Niente è lasciato al caso e tutto si incastrerà a meraviglia.

"«Non lasciarmi andare» sussurrai."



Per leggere la recensione del primo capitolo, cliccare sull'immagine!!

Nessun commento:

Posta un commento