Ultime recensioni

giovedì 1 agosto 2019

MARCARE IL TEMPO (Immortal Descendants - Libro 1) di April White


La tagger diciassettenne Saira Elian può gestire qualsiasi cosa… una madre che scompare misteriosamente, uno sconosciuto che la segue in giro per Londra, e perfino la nobile nonna inglese che ha buttato fuori dalla famiglia lei e sua madre. Ma quando un vecchio tag graffito in una stazione della metropolitana la trasporta nel diciannovesimo secolo, e lei si trova faccia a faccia con Jack lo Squartatore, si rende conto di aver bisogno d'aiuto, dopotutto.
Incontra Archer, un affascinante studente, che la aiuta a mimetizzarsi per quanto possibile a un'adolescente statunitense moderna e molto alta finita nell'Inghilterra vittoriana. Lui le rivela l'esistenza degli Immortali: Tempo, Natura, Fato, Guerra e Morte. Poi le spiega che è possibile spostarsi tra i secoli... se si è discendenti di Tempo.
Saira scopre amicizie inaspettate in un collegio per discendenti degli Immortali, e un amore complicato con un giovane uomo del passato. Ma per sua madre il tempo stringe, e per salvarla lei deve abbracciare la sua nuova identità mentre nel frattempo nasconde ad Archer un segreto devastante riguardo al suo futuro, che gli potrebbe costare la vita.


N.B. Immagini prese dal blog dell'autrice Qui

"Uno dice la sorte, ma da un altro nascerà 
E chi nasce poi sua madre cercherà
Il flusso si separa, e ogni branca lotterà 
Morte divide, e chi ama unirà 
Chi nasce dagli opposti, proprio quello sarà 
A guarire il sogno che Morte disfarà."

La copertina di questo libro ha attirato subito la mia attenzione e la sua trama intrigante mi ha tolto ogni dubbio: dovevo leggerlo.
La protagonista di questa storia è Saira, una diciassettenne che scopre di avere il potere di viaggiare nel tempo attraverso dei graffiti sui muri. Saira scoprirà l'esistenza degli Immortali: Tempo, Natura, Fato e Morte. Proprio per le sue straordinarie capacità lei è una discendente di Tempo e si ritroverà in una scuola per discendenti in cui farà nuove amicizie e nascerà anche del tenero con un ragazzo che incontra anche durante il suo viaggio all'indietro nella Londra vittoriana ai tempi di Jack lo Squartatore.

"Ogni Immortale ha dato origine al proprio lignaggio e ha dotato i suoi Discendenti dei propri doni. Noi, della linea di Jera, abbiamo il dono del viaggio nel tempo."


Sarà un susseguirsi di scoperte, rivelazioni, segreti e missioni da portare a termine. Una volta che Saira avrà preso coscienza di sé e del suo ruolo, nulla potrà più fermarla.
La trama ha un forte potenziale, è esattamente il genere di libri che piacciono a me, un Fantasy con sfumature Young Adult.

"Il giorno in cui l'amore sarà più forte della paura sarà il giorno in cui inizieremo a scoprire il nostro vero potere."

I personaggi son ben strutturati e le ambientazioni suggestive. In particolar modo ho adorato le descrizioni della Londra vittoriana, con accenni a Dickens e una sorta di retelling della storia di Jack lo Squartatore, che affascina sempre.
L'unica nota stonata di questo romanzo, a parer mio? La lentezza della narrazione, i capitoli molto lunghi, scene in cui si dice tanto ma in sostanza non succede niente, soprattutto nella prima metà, e ciò ha rallentato parecchio il mio ritmo di lettura.
In generale è un libro che ho apprezzato, che consiglio agli amanti del genere time travel YA. Leggerò il seguito perché il finale mi ha incuriosita.

"Tua, per tutto il tempo."




April White è stata una produttrice cinematografica, un'investigatrice privata, una buttafuori, un'insegnante e una sceneggiatrice. Ha scalato l'Himalaya, è sopravvissuta a un naufragio e ha vissuto in una miniera d'oro nello Yukon. Lei e suo marito condividono la loro casa nel sud della California, insieme a due ragazzini straordinari e una collezione infinita di libri. Marking Time è il vincitore nel 2016 del Library Journal Indie E-Book Award per la Letteratura Young Adult e tutti e cinque i libri della serie Immortal Descendants sono nei Top 100 di Amazon, nella categoria Travel Time e Fantasy Storico.


Nessun commento:

Posta un commento