Ultime recensioni

lunedì 23 marzo 2015

Il cielo è sempre più rosa - Ledra Loi



Il festival letterario di Positano è il momento più bello dell’anno per Zoe degli Altichieri Dorati, l’incontrastata regina della narrativa rosa, la sua agente Giovanna Banti e Penelope, presidentessa del fan club ufficiale di Zoe. Tutto procede secondo copione, ma una sera tre incontri simultanei danno una svolta imprevista alle vite delle tre amiche: le loro storie si intrecceranno indistricabilmente con quelle di Stefano Dragan – l’editor più famoso d’Italia, che non fa mistero della sua insofferenza per il romance –, del suo autore Augusto Masanova, e del famoso chirurgo plastico Marco Lancellotti, a Positano per visitare i genitori. 
Chi ama i romanzi sa che gli amori possono spegnersi con la stessa rapidità con cui sbocciano. Ma segreti, inganni e pregiudizi possono minacciare quel grande amore che troviamo nei libri, e che sogniamo di incontrare almeno una volta nella vita? 
La trama coinvolgente, i caratteri ben delineati, le ambientazioni suggestive e il turbinio di sentimenti vi faranno innamorare di questa storia, e vi riconoscerete nei personaggi, perché in fondo siamo tutte pazze per il romance! 



L'amore per il romanzo "rosa" è una filosofia di vita. Le donne lo prediligono perché ci permette di evadere, sognare e colmare quelle mancanze che spesso riempiono la nostra vita. 
Ben lo dimostrano le protagoniste di questo romanzo. ho parlato al plurale perchè sono tre : Zoe, Giò e Penelope. Per ciascuna c'è il rispettivo protagonista maschile: Stefano, Augusto e Marco.

I nostri personaggi si incontrano tutti e sei casualmente durante il Festival della Letteratura a Positano. Qui hanno modo di conoscersi, litigare e innamorarsi.
Sono coppie diverse eppure molto simili. tutte affronteranno le classiche traversie della prima fase dell'innamoramento: riconoscere il sentimento, la paura di perdere il partner, dare totale e disinteressata fiducia all'altro, combattere per il proprio lieto fine.

Non posso raccontarvi per filo e per segno come questi simpatici e affezionati personaggi perseguono il loro obiettivo, questo è un piacere che scoprirete solo con la lettura di questo romanzo, ma posso farveli conoscere un pò meglio:

Zoe: è soprannominata l'Imperatrice del rosa. E' diventata una scrittrice per esorcizzare le sue paure e la timidezza. Terrorizzata da un possible rifiuto di una casa editrice si affida al self publishing e ottiene un successo inaspettato. L'incontro con Stefano, avviene come uno dei tanti cliché dei romanzi rosa che lei stessa scrive, ma lui è talmente galante da dissolvere ogni banalità e si lascia cullare dai suoi modi da cavalier servente.
Le ginocchia molli, lo stomaco in subbuglio, il cuore che sembrava pulsarle dappertutto, le guance in fiamme. Un colpo di fulmine, ecco cos'era stato. E, come spiegavano gli psicologi di mezzo mondo, quelli destinati a durare esistevano solo nei romanzi rosa. Non voleva illudersi, non doveva farlo. Il rosa era fatto di sogni, non di realtà. Crederci significava farsi male, e lei non aveva nessuna intenzione di soffrire. Ma le bastò incontrare di nuovo gli occhi di Stefano per sentirsi sgretolare.



Penelope: è un chirurgo e nonostante abbia creato su di se un'immagine fredda e algida, la sua libreria è piena di romanzi d'amore. Ha fondato un gruppo su i social e ha creato un circolo di amiche dove poter sfogare la sua passione per questi libri senza sentirsi giudicata. Mai avrebbe pensato di rivedere Marco a Positano, un ragazzo con il quale ha frequentato la facoltà di Medicina, di cui era segretamente innamorata e a lui totalmente invisibile. Adesso ha l'opportunità di farsi desiderare e essere "cacciata", una bella rivincita per il suo cuoricino romantico che sogna un'amore d'altri tempi.

"Ma hai dato per scontato tutto: la gita in montagna, la cena....e poi?" chiese ironica."E poi verrai a letto con me e sarà l'esperienza più meravigliosa della mia e della tua vita" le rispose convinto.

Giovanna: ha il carattere più tosto delle tre. E' l'agente di Zoe e l'aiuta ad avere successo in questo mondo di squali maschilisti che vede nella letteratura rosa solo una forma di intrattenimento per casalinghe disperate.
"Il rosa non è letteratura. Altri generi lo sono, ma il rosa no. E' una forma di intrattenimento, non di arte". " Certo, come no." Giò sollevò il quarto bicchiere. " E Jane Austen faceva la fotografa per Playboy." "E' inutile citare la Austen ogni volta. Non credo che tutte le autrici di rosa siano alla sua altezza. E poi parliamoci chiaro, trame scontate e prevedibili, con i lieto fine obbligatorio.""La realtà dipende dalle persone [....] come il lieto fine."

Non ha peli sulla lingua e dice tutto quello che pensa, caratteristica che attira Augusto, lo scrittore dell'anno, anche lui a Positano per il festival. Giò è stata scottata dall'amore tanto tempo fa e mai avrebbe pensato che le si sarebbe ripresentata un'altra possibilità con lo scrittore ex alcolizzato, dallo sguardo intenso e dal fare sicuro.
"Allora, cosa vuoi?" lo apostrofò."Dimostrarti quanto considero professionale il nostro rapporto" le disse calmo Augusto. Si avvicinò come una pantera a caccia di un topolino, girò intorno alla scrivania e , abbassandosi, le prese le mani. Giò non riuscì a dire nulla, si sentì afferrare e imprigionare le labbra in un bacio famelico, duro, lussurioso.

Come dicevo, sono tre storie che possono sembrare simili ma contemporaneamente diverse. Questo perché sono le donne a essere uguali e differenti allo stesso tempo. Tutte abbiamo paura di essere ferite ma vogliamo la passione, sogniamo la storia d'amore classica da film o libro ma vogliamo essere stupite. Gli uomini ci girano intorno grattandosi la testa cercando di capirci qualcosa. Forse se leggessero anche loro qualche romanzo rosa, potrebbero avere le idee più chiare su come funziona il nostro cervello!

Siccome le protagoniste si conoscono, le storie sono intrecciate ma hanno uno sviluppo indipendente. Durante la lettura, si salta spesso dal un personaggio all'altro ma in modo fluido, non confuso. I dialoghi sono molto colloquiali e divertenti, li rendono più vicini a noi, come se fossero nostri amici nella realtà. Le scene d'amore sono descritte con una tale eleganza da togliere il fiato, un pò di classe dopo tante descrizioni dettagliate e gratuite. Una bella ventata d'aria pulita.

Personalmente la coppia che mi è piaciuta di più è Penelope/Marco. In lei mi riconosco quasi a pennello. Anche io ho optato per gli ebook perché non avevo più spazio nella libreria e ho fondato un gruppo su Facebook ( e aperto questo blog ) per poter condividere la mia passione per questo genere di romanzi. Come lei, solo con le mie Cosmo Girls posso condividere il mio entusiasmo per questo mondo, senza essere considerata una pazza da chi non lo vive in prima persona. E poi c'è Marco....mi fa arrabbiare e sospirare....il mio tipo di book boyfriend!

Mi sono volutamente concentrata sull'aspetto femminile del libro per ovvi motivi ma non vorrei che questo vi facesse pensare che i maschi di questo romanzo non siano degni di nota, tutt'altro!! Sapranno andare oltre i loro pregiudizi, essere forti e romantici con loro, le conquisteranno come "deve" essere fatto. Li troveremo spesso a maledire se stessi per la loro stupidità ed egoismo, ma il loro percorso di maturità li porterà a prendere la giusta decisione. Non li sottovalutate, potrebbero sorprendervi!

Trovo di estremo gusto e un'idea innovativa, che più o meno tutti i personaggi siano coinvolti nel mondo dei libri, editor, agenti, scrittori, gruppi di sostegno. E' una realtà alla quale mi sono avvicinata molto in questi mesi ed è stato interessante leggere una storia dal loro punto di vista.

Non credo ci possa essere altro da dire per convincervi della qualità di questo romanzo e assicurarvene il più alto gradimento. Buona lettura!


Ledra Loi è lo pseudonimo di due autrici italiane che vivono una nel Nord, l’altra nel Sud e che, dopo essersi incontrate in rete, hanno deciso di iniziare a scrivere insieme. Hanno già pubblicato, da sole e in coppia, numerosi racconti, e hanno partecipato con successo a vari premi letterari. Il cielo è sempre più rosa è il loro primo romanzo per la collana Youfeel.





Nessun commento:

Posta un commento