Ultime recensioni

mercoledì 30 marzo 2016

BLOGTOUR SHADOWHUNTERS - SIGNORA DELLA MEZZANOTTE DI CASSANDRA CLARE




Nel lontano 2007- ben nove anni fa - è cominciato il successo inarrestabile di una delle saghe Urban Fantasy più amate del momento: stiamo parlando di “Shadowhunters” e della sua autrice, Cassandra Clare.
L’ampia produzione della Clare si compone della trilogia prequel denominata “The Infernal Devices”, ambientata a Londra nel 1800 e che ha come protagonista Tessa Gray, apparentemente una Mondana, Jem Carstairs e Will Herondale, Shadowhunters.
La trilogia è composta da:

- “Le Origini: L’Angelo”, pubblicato il 31 Agosto 2010

- “Le Origini: Il Principe”, pubblicato il 6 Dicembre 2011

- “Le Origini: La Principessa”, pubblicato il 19 Marzo 2013

Nonostante la stesura quasi in contemporanea delle due parti, è l’esalogia “The Mortal Instuments”, ambientata nella New York dei giorni nostri, il segmento principale che ha portato al successo planetario della saga, e che vede come protagonista la sedicenne Clary Fray, cresciuta come Mondana dalla madre, che dovrà imparare a destreggiarsi con la scoperta del famoso Mondo delle Ombre e tutti i suoi abitanti.
Nel 2013, è stata tratta la trasposizione cinematografica di “Città di Ossa”, con protagonisti Lily Collins e Jamie Campbel Bower rispettivamente nelle parti di Clary e Jace, che tuttavia non ha avuto il successo sperato. Il mondo creato da Cassandra Clare, però, è troppo meraviglioso per poter essere “accantonato”, e la storia ha visto nuovamente la luce sugli schermi con la serie televisiva attualmente in onda da gennaio su Freeform: “Shadowhunters”, che pur mantenendo intatta la struttura principale dei romanzi, differenzia di diversi particolari in modo da raggiungere un pubblico più ampio.

“The Mortal Instruments” si compone di:

- “Città di Ossa”, pubblicato il 6 Marzo 2007

- “Città di Cenere”, pubblicato il 25 Marzo 2008

- “Città di Vetro”, pubblicato il 1° Settembre 2009

- “Città degli Angeli Caduti”, pubblicato il 5 Aprile 2011

- “Città delle Anime Perdute”, pubblicato l’8 Maggio 2012

- “Città del Fuoco Celeste”, pubblicato il 27 Maggio 2014

Ed è proprio in quest’ultimo libro, “Città del Fuoco Celeste”, che facciamo la conoscenza di Emma Carstairs, protagonista della nuova saga denominata “The Dark Artificies”, che si apre con il primo libro appena pubblicato “Signora della Mezzanotte”.




Ma vediamo di addentrarci meglio in questo ambiente così magico e affascinante, concentrandoci su alcuni aspetti tipici del mondo taciuto ai Mondani!



Shadowpedia. 
Elementi base sul mondo dei Nephilim e dei Nascosti

L’origine degli Shadowhunters 
L’angelo Raziel fu colui che diede inizio alla stirpe dei Nephilim, facendo bere il proprio sangue dalla Coppa Mortale a Jonathan Shadowhunters e creando così il primo Cacciatore di Ombre.

Rune\Marchi:

Il libro Grigio (detto anche Libro della Negromanzia) è quello che racchiude in sé tutti i marchi che l’angelo Raziel donò a Jonathan Shadowhunters. Imparare a tracciare i Marchi potrebbe inibire qualunque giovane Nephilim poiché prevede uno stretto contatto.
I marchi si posso suddividere in categorie:

- Il Marchio della Divinazione.

- Marchi di Apertura.

- Marchi dell’Inseguimento.

- Marchi di Guarigione.

Le rune possono suddividersi in due tipi: permanenti e temporanee.
Le rune temporanee spariscono dalla pelle man mano che vengono utilizzate: per questo è estremamente importante, per qualsiasi Shadowhunters, che la runa tracciata sia più recente possibile, specialmente quando ci si prepara per una battaglia.
Alcuni esempi di rune permanenti, invece, possono essere quelle matrimoniali, quella dei parabatai e cosiddetta “Chiaroveggenza”, che assomiglia ad un occhio aperto e permette di vedere al di là degli incantesimi.
Le rune applicate dal proprio Parabatai sono molto più potenti ed efficaci.




Chi sono i Parabatai? Da dove nasce questo legame inscindibile?

Tutto ebbe origine proprio da Jonathan Shadowhunter e dall’amicizia indissolubile con David. Ma la fantasia affonda le radici nella realtà, Jonathan e David sono ispirati ai biblici personaggi di Gionata e Davide per sancire il loro legame con il seguente giuramento:

“Dove andrai tu andrò anch’io;
Dove morirai tu, morirò anch’io, e vi sarò sepolto:
L’Angelo faccia a me questo e anche di peggio
Se altra cosa che la morte mi separerà da te.” [Il giuramento del parabatai]


E di seguito eccovi il parallelismo con il passo biblico riguardante i due personaggi sopracitati.

“E avvenne… che l’anima di Gionata era legata
all’anima di Davide, e Gionata lo amava come
se stesso … Quindi Gionata strinse un patto
con Davide, perché lo amava come se stesso”. [Samuele 1, 18: 1-3]


Già dal giuramento si evince quanto essere Parabatai non sia cosa per tutti, è importante avere con il compagno un legame autentico che si sia sviluppato durante l’infanzia (prima di aver compiuto 18anni); dopo che i due hanno pronunciato i loro voti e il giuramento dinanzi al Consiglio avviene l’applicazione dei marchi: questi segni permetteranno loro di attingere forza l’uno dall’altro durante i combattimenti e rafforzerà il loro legame. I parabatai sono in grado di avvertire la forza vitale del compagno e percepire quando uno dei due muore. Questo vincolo può essere reciso soltanto: alla morte di uno dei membri della coppia, nell’eventualità che uno dei due diventi un Nascosto o un Mondano, se uno dei partner diventa Fratello Silente o Sorella di Ferro. L’unico legame assolutamente proibito è quello sentimentale, chiamato eros, per il mondo Shadowhunters l’affinità tra due parabatai non deve MAI sfociare in amore, pena le seguenti punizioni: separazione dei parabatai, esilio dalle famiglie e, se il legame proibito dovesse continuare, il Conclave si riserva il diritto di estirpare i Marchi ad entrambe le persone coinvolte, e l’immediata espulsione dai Nephilim. Non avranno più il diritto di essere Shadowhunters.
Nella vita di uno Shadowhunters può esserci soltanto un parabatai ed il rituale può essere eseguito soltanto una volta. Molti Shadowhunters non hanno un parabatai.

I Nascosti 

Figure particolarmente importanti all’interno della vita dei Nephilim, o essi stessi protagonisti, sono i Nascosti, creature in parte demoni del Mondo delle Ombre.
Tra questi, una certa rilevanza la assumono quattro categorie in particolare: lupi mannari, vampiri, stregoni e fate.
Gli stregoni e le fate sono più vecchi dei Nephilim di un numero indicibile di anni. I più giovani, invece, vale a dire lupi mannari e vampiri, sono un fenomeno relativamente recente, risultato di malattie demoniache prima ignote che si sono insinuate nella razza umana, a quanto pare per restare.

Piccolo popolo: 


Con la dicitura “piccolo popolo” s’intende il mondo dei Nascosti che comprende: fate, pixies, orchi, goblin, elfi etc.
Caratteristica che li contraddistingue è il loro essere degli abili raggiratori. 
Se vi trovaste di fronte ad una Fata i comportamenti assolutamente da evitare sono:

- Non prenderli in giro per la loro altezza

- Evitare di contrattare e stringere dei patti con loro, non amano perdere.

- Non mangiate né bevete qualcosa offerto da loro, spesso si tratta di incantesimi celati.

Sebbene le fate abbiano siglato gli Accordi come gli altri Nascosti, sono la specie che più si distanzia dagli affari del nostro mondo, preferendo concentrarsi sulla propria politica e i propri affari interni. Sono in genere suddivise in corti, con dei sovrani a capo di territori specifici nel nostro e nel loro mondo.
Sebbene siano completamente incapaci di mentire - non possono, infatti, pronunciare nessuna menzogna - sono abilissimi manipolatori e raggiratori della verità. E’ sempre meglio essere cauti in loro presenza.
Dopo essersi alleati segretamente con Sebastian Morgenstern durante quella che è stata in seguito denominata “Guerra Oscura” e dunque aver violati gli Accordi, le fate hanno perso ogni diritto di essere aiutate dagli Shadowhunters e di avere un proprio membro come rappresentante nel Conclave, in una punizione chiamata “Pace Fredda”. Molti Nephilim ritengono questa sorta di condanna ingiusta e crudele, sebbene non possano ribellarsi apertamente a questa decisione, pena gravi sanzioni.


La Caccia Selvaggia: 

Per “Caccia Selvaggia” s’intende un esercito di fate che disdegnano le corti terrene (ad esempio la Corte Seelie) e cavalcano il cielo, impegnandosi in una caccia continua il cui scopo è quello di raccogliere i moribondi e reclutarli nei suoi ranghi e raccogliere l’essenza dei defunti che andrà poi ad alimentare i Regni delle Fate. Altri soprannomi con cui sono conosciuti sono “I segugi di Gabriel" e “L’esercito Furioso”, Inoltre è previsto che una volta all'anno un mortale possa unirsi ad essa, ma una volta che si entra nella Caccia Selvaggia non si può più uscirne.
A capo di quest'esercito vi è Gwyn ap Nudd: in “Signora della Mezzanotte”, viene descritto come un colosso con “una faccia strana, leggermente aliena”: occhi grandi, zigomi pronunciati e sopracciglia maligne che sormontano un occhio nero e uno azzurro chiaro, caratteristica tipica dei membri della Caccia Selvaggia.

Non seguono gli Accordi. Le fate che ne fanno parte sono immuni a molte delle debolezze delle fate comuni come sale, ferro freddo e terra di tomba.


Lupi mannari:  
La più antica delle malattie demoniache comparse sulla terra è la licantropia. Si ritiene che sia comparsa per la prima volta nelle foreste dell’Europa centrale, probabilmente in un momento imprecisato del tredicesimo secolo. 
I lupi mannari non sono lupi qualsiasi. Possiedono una forza e una velocità sovrannaturali, demoniache, appunto, con zanne e artigli per riuscire a squarciare ciò che incontrano sul loro cammino. Non è noto quale sia il demone o la specie demoniaca responsabile della prima apparizione dei lupi mannari. Nascono nuovi lupi mannari quando uno di loro morde un umano; la percentuale di probabilità che un morso causi la licantropia nella vittima è del cinquanta per cento circa. Oltre a forza, grazia e riflessi soprannaturali, i lupi mannari possiedono le stesse incredibili capacità di guarigione che vanta la maggioranza degli altri Nascosti. Non possono rigenerarsi, ma sono capaci di riprendersi da quasi tutte le ferite inferte dai mondani. L’unico modo per ferire in maniera permanente un lupo mannaro o ucciderlo è l’utilizzo del fuoco angelico, della spada angelica o, risorsa più famosa, dell’argento puro. Questo metallo è associato alla luna, e le ferite prodotte con le armi d’argento non solo causano ai lupi mannari danni permanenti, ma anche immenso dolore.
I lupi mannari si dividono in branchi, ognuno con a capo il proprio Alpha, maschio o femmina. Diventa Alpha il membro del branco più forte, colui o colei che riesce a sconfiggere e uccidere l’Alpha in carica. 
Come membri degli Accordi stipulati con i Nephilim, i licantropi possiedono un rappresentante alle assemblee del Conclave. 




Vampiri: 
I vampiri sono vittime di un’altra infezione demoniaca, che li rende assetati di sangue.
Le origini della nascita dei vampiri ci arrivano dai resoconti Shadowhunters che attestano che il Demone Superiore Hecate, venne evocato in occasione di un enorme, sanguinario sacrificio celebrato nel 1444 presso la corte del principato di Valacchia, attuale Romania. L’allora sovrano, Vlad III, fece impalare un gran numero di prigionieri di guerra su alti bastoni di legno appuntiti disposti in cerchio; in cambio di questo impressionante sacrificio, Hecate trasformò Vlad e gran parte della sua corte nei primi vampiri. Il vampirismo non si diffuse veramente, ai livelli di una malattia, fino a qualche anno più tardi, quando Vlad III fece una serie di incursioni nella vicina Transilvania. Lì, pare che lui e i suoi uomini si siano fatti un’abbuffata di nemici, contagiando l’intera regione.  
Sono muniti di zanne retrattili affilate come rasoi che sfruttano per prosciugare le loro vittime finché non sono sazi. I vampiri sono considerati dei “non morti”, non possono avere figli e sono in grado di creare loro simili soltanto tramite il morso infetto.
Perciò non guardare mai un vampiro dritto negli occhi. Non scoprire il collo o l’interno dei polsi. I vampiri possiedono forza, grazia e velocità sovrumane. In contraddizione con l'aspetto funereo, il loro sangue brilla di un rosso intenso, molto più acceso di quello umano. Hanno anche la capacità di guarire rapidamente dalle ferite procurate dai mondani. Ultimo, ma non ultimo i vampiri sono dotati di un potere veramente pericoloso:  l’encanto, o malìa. Grazie ad esso possono riuscire a convincere mondani e persino Shadowhunters, semplicemente fissandoli con intensità negli occhi, a credere pressoché qualsiasi cosa, ma anche a commettere qualsiasi gesto. Si tratta di un’abilità che richiede studio e allenamento, spesso infatti sono soltanto i vampiri più anziani e più potenti a saperla padroneggiare. 
I vampiri sono estremamente vulnerabili al fuoco. Anche se più forti e più resistenti, sotto molto punti di vista, rispetto ai mondani e ai Nephilim, i loro corpi bruciano prima e più in fretta. L’acqua santa e altri oggetti sacri, per esempio le spade angeliche, sono pericolosi per i vampiri, perché in grado di ustionare e bruciare la loro carne. Più in generale, i simboli sacri sono particolarmente detestati dal vampiro solo se ricoprono per lui un significato specifico: un crocifisso, per esempio, potrebbe respingere un vampiro che prima della trasformazione era cristiano, ma un ex buddista resterebbe del tutto indifferente.
I vampiri non riescono a tollerare la luce diretta del sole. Un raggio di sole basterebbe a ustionare la pelle di un vampiro, ma l’esposizione totale, senza protezioni, lo incendierebbe completamente, annientandolo in poco tempo. Per questo motivo, in genere, i vampiri stanno molto attenti a dormire e a non svolgere attività durante le ore del giorno.
Anch’essi, come i licantropi, possiedono il proprio membro rappresentate nel Conclave.


Stregoni: 
Progenie di demoni e mondani, gli stregoni non possiedono molti tratti comuni, come accade invece a lupi mannari, vampiri e fate. Le uniche caratteristiche sempre presenti in tutti gli esemplari sono: un marchio sul corpo che li identifica come non semplicemente umani; la sterilità, come del resto avviene in quasi tutte le specie ibride e la capacità di compiere magie. È questa ultima caratteristica che li rende immediatamente i Nascosti più potenti e i più vicini agli Shadowhunters. Non possono nascere stregoni dall’unione fra demoni e Shadowhunters: sia il sangue angelico sia quello demoniaco sono caratteri dominanti, perciò la loro combinazione non può dare origine a una creatura vivente. La progenie di uno Shadowhunter e di un demone è la morte. Tutti gli stregoni portano sul corpo dei tratti distintivi che fanno di loro degli esseri non pienamente umani. Questi marchi variano quanto la stirpe demoniaca e spaziano dall’impercettibile al totalmente evidente. Anche se avviene di rado, è possibile che da un demone e da un umano nasca un figlio senza alcun accesso alla magia demoniaca. Gli ifrit, così si chiamano, sono intrappolati sulla soglia del mondo magico e portano il peso dei loro marchi inumani senza il beneficio dei poteri soprannaturali. Riuscire a mischiarsi tra i Mondani non è cosa da poco, perché spesso gli stregoni hanno un tratto distintivo, ad esempio occhi di un colore o di una forma particolari, una statura insolita, un vivace colore della pelle, che grazie alla loro magia può essere facilmente camuffato.
Come scritto in precedenza, gli stregoni sono tra le creature più antiche in circolazione nel Mondo delle Ombre, da ben prima che Jonathan Shadowhunters bevesse dalla Coppa Mortale donatagli da Raziel.
Come lupi mannari e vampiri, sono rappresentati da un loro membro nelle assemblee del Conclave.



Ma non finisce qui! Le tappe del blog tour sono ancora tante, eccovi di seguito il calendario. 
Non perdetevele! :)



MY CREA BOOKISH KINGDOM

LIBER ARCANUS

LE LETTRICI IMPERTINENTI

INSIDE A BOOK

IL COLORE DEI LIBRI

WE ARE IN WONDERLAND

WE FOUND WONDERLAND IN BOOKS

CHIACCHIERE LETTERARIE

OVER THE HILLS AND FAR AWAY

L'ANTICO CALAMAIO

L'UNIVERSO DEI LIBRI

IL MONDO DI SOPRA

HOOK A BOOK

SOGNI DI MARZAPANE

BOOKISH ADVISOR

BOOKHEARTBLOG

I LIBRI: IL MIO PASSATO, IL MIO PRESENTE E IL MIO FUTURO

HAREM'S BOOK

IL SALOTTO DEL GATTO LIBRAIO

WHISPER: LA VOCE DEL TEMPO

EVERY BOOK HAS ITS STORY

BLOG OF FALLEN ANGEL

LE TAZZINE DI YOKO

NEW ADULT E DINTORNI

ROMANCE & FANTASY FOR COSMOPOLITAN GIRLS

IL CASTELLO TRA LE NUVOLE

LEGGERE E' UN MODO DI VOLARE SENZ'ALI

LEGGENDO ROMANCE

PLEASE ANOTHER BOOK

THE BOOKISH TEAPOT

LA QUINTESSENZA DEI LIBRI

LEGGENDO VIAGGIANDO

COFFEE AND BOOKS

CAMMINANDO TRA LE PAGINE

LEGGERE ROMANTICAMENTE

UNIVERSI INCANTATI 





REGOLE PER IL GIVEAWAY:

Il giveaway partirà il 28 marzo e terminerà l'8 aprile 2016. Il giorno 09/04 verrà comunicato il nome del vincitore che sarà successivamente contattato per email. 


OBBLIGATORIO: 

- Diventar follower dei blog partecipanti 


FACOLTATIVO: 


- Seguire Mondadori Chrysalide e Cassandra Clare su facebook e twitter 


- Commentare almeno in uno dei blog (scrivendo nel form il nome di quest'ultimo)

- Condividere l'evento nei vari social







CLICCA QUI PER COMPILARE IL FORM

4 commenti:

  1. Bellissima tappa ragazze complimenti vedo che ognuna di noi è riuscita a dare il meglio ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Abbiamo cercato di dare il massimo :D

      Elimina
  2. Un bel "viaggio" tra le varie specie, bella tappa ^^

    RispondiElimina