Ultime recensioni

venerdì 21 aprile 2017

Blog tour: Ian (O'Connor Series) di A.S. Kelly


Buongiorno Cosmo Friends, oggi il nostro blog chiude in bellezza il tour dedicato al primo capitolo della nuova emozionante serie di A.S. Kelly, la O'Connor Series, con un'intervista speciale all'autrice.
Molti saranno i segreti che verranno fuori da queste chiacchiere con lei... restate con noi e leggete fino alla fine per scoprire la vostra sorpresa!


1) Chi è A. S. Kelly lontano dal mondo della scrittura?

 R. Difficile dividere la mia vita dalla scrittura perché è parte integrante delle mie giornate. Anche se non scrivo, ho sempre in mente qualcosa, un’idea, una scena, un momento, quindi direi che vivo un po’ con la testa tra le nuvole, mentre mi districo tra gli impegni di tutti i giorni. 

Sono una persona riservata a cui piace la tranquillità della propria casa e del posto in cui vive. Mi piace andare a correre con la musica sempre con me; i film d’azione e dei supereroi; sono dipendente da The Big Bang Theory e cerco di leggere tutte le sere, anche quando sono stanca morta.


2) Da cosa è dipesa la scelta di abbandonare il tuo vero nome per passare allo pseudonimo?

R. Era un’idea che avevo da un po’ di tempo, dal primo libro della serie precedente ma che ho sempre rimandato. Non so, forse all’inizio era per separare il privato dal resto, ma con i progetti futuri che sto portando avanti, è diventata quasi una necessità e ho quindi deciso che era arrivato il momento di cambiare.


3) Tu sei italiana ma vivi in Irlanda da un bel po’, ormai, e i tuoi romanzi sono ambientati tutti nella tua nuova nazione. Perché questa scelta? Pensi che scriverai mai un romanzo ambientato in Italia?

R. Ho scelto l’Irlanda come ambientazione perché è una terra che mi regala ispirazione e a cui ho deciso di rendere omaggio anche se in piccola parte, attraverso i miei libri. Inoltre, mi piace scrivere di ciò che conosco, che posso vedere con i miei occhi e vivere, sperando di riuscire a trasmettere le sensazioni che mi dona attraverso le mie storie. 

Ciò non toglie che un giorno potrei scrivere una storia ambientata in Italia, ci vuole solo l’idea giusta.


4) Quando hai capito di voler fare la scrittrice “da grande”? Qual è stata la prima cosa che hai scritto? Hai pubblicato tutto ciò che hai scritto o c’è qualcosa che tieni ancora nascosto nel cassetto?

R. Forse non l’ho ancora capito, è qualcosa che è venuto da sé, non pensavo davvero di farlo, ma oggi è diventato necessario, non riuscirei a immaginarmi a fare altro. 
Le prime cose che ho scritto sono ancora abbandonate in qualche cartella del mio computer, erano davvero acerbe e non me la sono sentita di pubblicarle e neanche di provare a modificarle per renderle migliori, ho pensato che fosse giusto così, sono importanti per la mia crescita, mi ricordano come ho iniziato e quanta strada ho percorso. 
E sì, ho qualcosa di non ancora pubblicato che è in attesa del suo momento.


5) Che tipo di rapporto hai con i tuoi fan?

R. Io adoro immensamente le lettrici, il loro affetto è palpabile ed emozionante, ma purtroppo a volte fatico a rapportarmi con loro, per via del mio carattere poco espansivo e riservato, ma anche perché mi sento a disagio in alcune situazioni. A volte ho paura che venga mal interpretato il mio modo di fare, ma non riesco a essere diversa, non sarei io e potrei risultare forzata e ottenere l’effetto contrario. Scrivo tanto ma parlo poco, questo è un mio limite.


6) Hai mai attraversato un periodo nero come autrice, il famoso blocco dello scrittore?

R. In pratica ogni volta che ho una nuova idea. Parto carica e determinata, ma puntualmente lungo il percorso mi blocco e a volte impiego mesi per riprendermi. Sono i periodi più bui anche per quanto riguarda la mia vita, perché se non riesco a esprimermi su carta, non mi sento completa, non sono semplicemente me.


7) C’è un passaggio particolare di uno dei tuoi romanzi che, rileggendolo, ti fa dire: “Caspita, sono stata proprio brava!”?

R. Di solito mi succede il contrario, del tipo “Diavolo, ma cosa ho scritto?” Infatti cerco di non rileggermi una volta pubblicato, perché sono sicura che farei altre mille modifiche. 


8) Ian è il primo romanzo della tua nuova serie “O’Connor Brothers”. Com’è nata l’idea di questa serie e in cosa si differenzia dalla tua precedente, Four Season (Liam, Patrick, Jason, Aaron)?

R. Era da un po’ che pensavo a qualcosa sullo sport e quale se non il Rugby? È lo sport più praticato in Irlanda ed è anche uno dei miei preferiti, così ho iniziato dal protagonista principale, Ian, uno sportivo di professione e di cuore, duro all’apparenza ma che nasconde un lato tenero che viene fuori solo con la persona giusta. 
E poi, sono arrivati i fratelli. Le loro personalità sono venute fuori quasi naturalmente e grazie a loro sono riuscita a costruire le tre storie che andranno a comporre la serie completa. 
Questa serie è completamente diversa dalla Four, l’unica cosa che hanno in comune è l’ambientazione e l’importanza dell’elemento famiglia.


9) Rivedremo i quattro ragazzacci baristi/musicisti?

R. Ho pensato molto all’eventualità di riprendere la loro storia, ma solo per dare un epilogo a tutti, cosa che mi hanno chiesto più volte. Non sono sicura di volerlo fare, per me le loro storie si chiudono così, il loro lieto fine è stato scritto, anche se magari non è lieto come ci si aspettava per tutti, ma io lo trovo molto realistico e rispondente alle problematiche e al percorso di ogni coppia. Amo molto i quattro ragazzi, resteranno sempre nel mio cuore, ma era arrivato il momento di andare avanti e di far conoscere nuovi protagonisti che spero verranno amati allo stesso modo.


10) Parlaci dei tuoi nuovi protagonisti, Ian e Riley. Cosa li rende speciali secondo te? E gli altri due O’Connor, Ryan e Nick, che tipi sono?

R. Ian e Riley sono due persone che sembrano molto diverse a primo impatto, ma che invece hanno un bagaglio sulle spalle simile e difficile da sopportare. Ognuno lo ha affrontato a modo suo ed è andato avanti come meglio ha potuto. Riescono a vivere, ma non sono completi, non separati. Hanno bisogno l’uno dell’altra per capire come amare e come essere felici. Sono umani: commettono errori, cadono e si rialzano. Sono realistici e personaggi positivi che spero le lettrici ameranno come amo io.

Gli altri due fratelli sono impossibili, almeno per Ian. Hanno il loro bel carattere, sono duri e impulsivi, ma sanno essere presenti nel momento di vero bisogno. I tre fratelli sono complementari: senza uno di loro il legame familiare perderebbe forza e importanza. Sono tre personaggi di cui ho amato follemente scrivere e non vedo l’ora di farvi conoscere le loro storie, diverse tra loro che spero arriveranno al cuore delle lettrici.


11) Hai già deciso le trame dei prossimi due libri della serie? Chi verrà prima, Ryan o Nick?

R. Le trame sono già delineate, non riesco a scrivere una serie procedendo un libro per volta, devo avere la situazione chiara in mente e sapere cosa accadrà in ogni libro. Il prossimo libro sarà sul piccolo di casa, Ryan. Per lui ci sarà una storia che lo metterà a dura prova, con una protagonista che sconvolgerà completamente i suoi schemi.


12) Come e in base a che cosa scegli i nomi dei tuoi personaggi?

R. Di solito scelgo la ricerca del nome dura mesi. Devono piacermi, ovviamente, ma spesso devono avere un significato, come è accaduto per la Four.


13) Quale fra i tuoi personaggi è quello di cui sei più orgogliosa, quale occupa il gradino più alto nel podio del tuo cuore e quale, se tornassi indietro, cambieresti? Perché?

R. Per rispondere a questa domanda devo andare un po’ indietro. Il personaggio che per me sarà sempre speciale è Jess, uno dei protagonisti della serie Tre minuti di me. In lui c’è tanto, forse anche troppo, lo considero come una parte di me ed è anche un personaggio che ha avuto una grande evoluzione nella storia e che da personaggio secondario, è diventato un protagonista importante. 
E poi, sono legata in modo particolare ad Alex e Jay, i due cuccioli della serie Four Days. La loro storia è la più sofferta e forse la meno apprezzata, ma in quel libro c’è tanto, un pezzo del mio cuore e per questo li amerò sempre in modo speciale.

Cambiare invece un personaggio no, non lo farei. Sono nati cosi perché in quel momento dovevano essere in quel modo e per me sono tutti unici.


14) Hai già deciso cosa farai dopo aver messo la parola FINE all’ultimo romanzo degli O’Connor?

R. Sì, ho dei nuovi progetti a cui sto iniziando a lavorare. Due già abbastanza delineati, altri sono solo delle idee di base che spero di sviluppare. Si tratta di storia completamente diverse dalle precedenti. Amo sperimentare :) 


15) Giochiamo un pochino con i tuoi personaggi. Festa in maschera all’Only4You, (n.d.r. locale in cui lavorano e di cui sono proprietari i quattro protagonisti della serie Four Reason) ci sono tutti i tuoi personaggi ,anche gli O’Connor: da cosa si travestono?

R. Una festa in maschera all’Only4You? Sicuramente non è opera dei ragazzi, loro sono allergici a certe cose, deve esserci lo zampino delle ragazze che alla fine sono riuscite a convincerli XD

I quattro ragazzi dell’Only4You come i supereroi: Liam-Thor, Patrick-IronMan, Jay-Captain America e Aaron-Hulk (anche se non sarà molto d’accordo).

Per quanto riguarda gli O’Connor, Ian e Nick sceglierebbero Jason e Freddy Krueger, solo per infastidire Ryan che probabilmente rifiuterà di mascherarsi. 


16) È San Valentino. I tuoi ragazzacci (musicisti e rugbysti) si trovano al centro commerciale per acquistare i regali alle loro donne. Che cosa compreranno?

R. Liam e Jay andrebbero sul romantico: fiori e qualcosa d’importante che le ragazze possano portare sempre, in modo da non dimenticare mai la forza del loro legame; un oggetto, non necessariamente di valore, ma che sia sempre con loro. 

Aaron sceglierebbe per la sua Ciara una nuovo set di colori a olio perché sa che ne ha sempre bisogno, di quelli nella valigetta di legno, con all’interno una sorpresa: un ciondolo con un Claddagh, uno dei simboli irlandesi più significativi, composto da due mani che tengono un cuore con sopra una corona, che simboleggia l’amicizia, la lealtà e l’amore. 

Patrick non regalerebbe a Erin qualcosa di materiale, piuttosto un weekend da trascorrere da soli, in un luogo da sogno. 

Ian sceglierebbe per Riley la collezione completa dei romanzi di Jane Austen, di quelle rilegate in tessuto, perché sa quanto la ama. Nick e Ryan non sono affatto tipi romantici, non sarebbero in grado di scegliere qualcosa per San Valentino, magari potrebbero chiedere aiuto a Riley :)


17) Immagina i tuoi personaggi seduti su un divano enorme. Come ti immagini il momento della scelta film/programma/serie TV? Chi sceglie cosa?

R. Lo immagino un battibecco infinito, con le due personalità più forti che cercano di prevaricare sugli altri. Una dura lotta tra Patrick e Nick che di sicuro cercherebbero di proporre un film d’azione, con sparatorie, salti dai ponti, esplosioni e tante parolacce XD 

Aaron, Jay e Liam si chiamerebbero fuori per non avere problemi. Ian lascerebbe la parola a Nick perché a lui certe cose non interessano e Ryan, invece, cercherebbe discretamente di non far scegliere un film dell’orrore o una serie tipo The Walking Dead, o non dormirà per tre giorni.

Alla fine dei giochi, credo che Nick e Patrick potrebbero trovare un accordo, li vedo fin troppo affini :)


18) C’è qualcosa che non hai mai detto ai tuoi lettori, ma che ti piacerebbe fargli sapere? (Può essere un tuo sentimento specifico oppure qualcosa legato ai tuoi romanzi).

R. Una piccola curiosità sui miei personaggi. Tutti i protagonisti dei miei romanzi hanno qualcosa di me, sia maschili sia femminili. Può trattarsi di un tratto del carattere, di un modo di dire, un'abitudine o qualcosa che amano mangiare. In questo modo mi sento più vicina a loro e riesco a immedesimarmi meglio nella loro storia. Li amo tutti, così come sono e non cambierei mai le loro scelte, anche se discutibili, nonostante le critiche.



PARTECIPATE AL GIVEAWAY PER VINCERE UNA COPIA CARTACEA DI "IAN" DI A.S. KELLY!!!


Per vincere la copia cartacea del romanzo dovrete completare tutti i seguenti passaggi:

- like alla pagina autore;
- iscrizione ai cinque blog organizzatori;
- commento a ogni tappa (ricordate di specificare nome e cognome nel caso usaste un nickname);
- condivisione in modalità pubblica di almeno una delle cinque tappe.
Il vincitore verrà estratto e comunicato il giorno 24/04/2017 e comunicato pubblicamente. Il fortunato potrà contattare direttamente l'autrice per comunicare l'indirizzo al quale spedire il suo premio.
Ricordiamo che partecipare è assolutamente gratuito, nessuno dei blog partecipanti chiede somme in denaro né Facebook è coinvolto nell'iniziativa.

(Si ringrazia in modo sentito Rosaria Curatolo per aver curato la grafica di questo Blog Tour)

18 commenti:

  1. Grazie ad entrambi, sia al blog per averci dato l'opportunità di conoscere l'autrice e all'autrice che ci ha permesso di conoscerla.
    E soprattutto grazie per l'opportunità di vincere una copia di questo interessante romanzo ;)
    Adoro leggere le interviste perché ci danno l'opportunità di conoscere meglio gli autori ed i loro lavori.
    Un augurio di buona fortuna ad entrambe!
    Email: laura3567@hotmail.com

    RispondiElimina
  2. io ADOROOOOO le interviste... sinceramente leggiamo tanti libri, ma solo grazie alle interviste sappiamo davvero come sono le nostre amate autrici... bellissima intervista e anche molto bella questa tappa... :) ti seguo con la mail eloisa23@hotmail.it condivisa questa tappa al seguente link: https://www.facebook.com/eloisa23/posts/10212704138548738

    grazie per questo viaggio...

    RispondiElimina
  3. Adoro le interviste ♡.♡
    Mi piace un sacco sapere e conoscere nuovi aspetti della vita degli scrittori ♡
    La domanda su San Valentino poi è stata molto carina!

    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo
    Ho compilato tutto il form ;-)

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=871287056356360&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità ♡

    RispondiElimina
  4. Che bella intervista un modo in più per conoscere l'autrice e i protagonisti dei suoi libri,leggendo le risposte date non lo so ma mi ha lasciato un senso di tranquillità e pacatezza alla fine sembra proprio una bella persona e solo dalle belle persone come lei possono uscire storie come quelle che ha scritto cioè meravigliose!!!
    lettrice fissa Maria Di Lorenzo
    email maria.899389@gmail.com
    😊😊❤✌

    RispondiElimina
  5. Bellissima questa intervista 💜 La mia email è: Jess_serra@libero.it 🍀

    RispondiElimina
  6. Grazie al blog e ad Antonella per questo regalo.
    Mia mail m.panato68@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Grazie dell'opportunità
    la tappa dell'intervista alla scrittrice è un modo un anteprima per conoscere anche il libro
    confermo partecipazione
    Marianna Di Lorenzo
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  8. intervista molto bella, grazie. un vero peccato sia finito questo blogtour, questo romanzo mi ispira tanto!
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  9. Ma lo sapete come ci sono rimasta quando ho scoperto che l'autrice, oltre ad essere italiana, scriveva con uno pseudonimo e in realtà è Antonella Senese?
    Ho letto la vostra intervista e uauhhhhhhhh.... un colpo mi ha preso! Ho letto tutti e quattro i volumi della serie Four... mi sono piaciuti molto e quindi devo leggere assolutamente questo!
    Partecipo al blogtour!
    nicolettamarasca88@gmail.com
    Lettore fisso Nicoletta Marasca

    RispondiElimina
  10. Adoro leggere le interviste agli autori! Purtroppo non ho ancora avuto modo di leggere qualcosa dell'autrice - che ho scoperto solo adesso fosse la Senese ç_ç - ma devo recuperare assolutamente. Anche a me capita di rileggermi e bacchettarmi con "ma cosa caspita ho scritto?”, felice quindi di non essere l'unica a farlo ihihih XD Comunque, più conosco i fratelli O'Connor, più sono curiosa di leggerli, e sono felice che il prossimo in lista sarà Ryan *-*

    RispondiElimina
  11. 5 ed ultima tappa che si chiude con questa bella e interessante intervista. vi ringrazio ragazze per questo meraviglioso tour l'idea di realizzarlo è stato veramente bello. Grazie dell'opportunità e ovviamente grazie alla mitica scrittore A.S. Kelly che tra l'altro ho scoperto di conoscere già quando si formava come Antonella Sono. Grazie grazie grazie e spero che ci siano altri tour così in futuro.
    Like alla pagina dell'autrice fatto da tempo anche, Iscrizione nei 5 blog fatta come J yume.
    La mia email è ladyyume@hotmail.com e su Facebook sono iscritta come Jasmin Lothbroke.
    Ho condiviso sia la prima (https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=284893665267134&id=100012395085772) che la seconda e la quarta tappa del tour su fb, ed ho commentato fin ora la 1,2,3 e 4 tappa.

    RispondiElimina
  12. Ho letto con piacere questa bella intervista. È sempre interessante scoprire notizie e retroscena sui personaggi e i libri che leggiamo. Non sapevo che l'autrice avesse già pubblicato un'altra serie. Andrò sicuramente a recuperarla!
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  13. Ho letto con piacere questa bella intervista. È sempre interessante scoprire curiosità e retroscena dei libri e dei personaggi. Non sapevo che l'autrice avesse già pubblicato una serie precedentemente. Andrò sicuramente a recuperarla! lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  14. Bella intervista, ho in wish list anche gli altri libri di questa autrice, ne ho sentito parlare benissimo! 😍
    Fatto tutto, compilato il form con le informazioni richieste.
    Link di condivisione di questa tappa (nel form ho messo la prima):
    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=450912498584089&id=100009960271401
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

    RispondiElimina

  15. Ottima intervista.
    Mi piace iniziare a conoscere questa autrice a me nuova e spero di approfondire scoprendo il suo stile di scrittura attraverso questo romanzo e i fratelli O’Connor.
    Mi piace che abbia scelto l’Irlanda come ambientazione, perché i suoi paesaggi sono , secondo me, fonte d’ispirazione in tutti gli ambiti della creatività.
    Una cosa che mi incuriosice molto e che quindi mi spinge ancor di più a voler leggere questo romanzo è che in ogni personaggio Lei abbia messo qualcosa di se.

    Lettrice fissa: Eleonora C
    Facebook (like alle pag) Eleonora C. Bookblogger Ele
    Email: eleonora.ci92@gmail.com

    RispondiElimina
  16. Bellissima intervista! Complimenti a tutti voi e alla scrittrice! :) <3
    venera.lowe@gmail.com

    RispondiElimina
  17. Intervista bellissima. Fa sempre piacere conoscere un pochino di più chi di cela dietro queste storie.
    Lettrice fissa : Anna Perillo
    Mail : enny-love@hotmail.it

    RispondiElimina
  18. Bella intervista!!!
    Mi piace leggere le interviste alle autrici, vengon fuori tante curiosità e notizie inedite
    Lettore fisso: giovanna lauro
    Mail: lauro.giovanna@alice.it
    https://www.facebook.com/giovanna.lauro.1/posts/1444058052292300

    RispondiElimina