Ultime recensioni

giovedì 11 luglio 2019

LONELINESS di Andrew Levine



"Tutto succede per una ragione". 
"Doveva accadere". 

"È destino". 

Romeo Whitmore si ripete queste parole da sempre, come un mantra. 

E quando un giorno, a sedici anni, si invaghisce di una ragazza intravista in metro, pensa che il grande momento sia arrivato. Per ritrovarla fa stampare centinaia di volantini, dandole appuntamento alla fermata dove si sono visti.

Proprio lì, ad aspettarlo, c’è il suo destino, ma non è la ragazza della metro. 

È Eryn, dolce e sensibile, incuriosita dai volantini sparsi in giro per la città.
Romeo ed Eryn si innamorano, e negli anni costruiscono un rapporto forte e maturo.
Ma non hanno ancora fatto i conti con gli alti e i bassi della vita.
Come impareranno a loro spese, ci sono bassi che tolgono il respiro, che lasciano un vuoto impossibile da riempire, che fanno male al cuore.

E spesso, in una coppia, ciò che può salvare una persona finisce per distruggere l’altra.

Buongiorno cosmo, come state? Io sopravvivo al caldo e nel frattempo leggo qualche libro. In questi giorni ho terminato la lettura di "LONELINESS", l'ultimo libro scritto da Andrew Levine.
Per chi non lo conoscesse, Andrew Levine nasce come autore self e inizia a pubblicare i suoi libri nel lontano 2016, da allora non si è più fermato.
Da poco però, è entrato a far parte della casa editrice More Stories con cui ha pubblicato questo romanzo.


A volte basta solo un attimo, giusto il tempo di uno sguardo, a farci credere di aver trovato la persona giusta, colei che cambierà la nostra vista per sempre.
Ma basta altrettanto poco perché il destino decida di stravolgere tutti i nostri piani.
E' così che, inaspettatamente, Romeo incontra Eryn.
Se in un primo momento Romeo rimase un pò deluso, non vedendo la ragazza che stava cercando,  dopo poco si rese conto che aveva avuto fortuna, perchè in Eryn trovò tutto quello che non sapeva di stare cercando.


"Capii che lei era tutti i miei colori preferiti custoditi in uno sguardo.
Lei era l'insieme dei miei profumi preferiti racchiusi in un respiro.
E qualche settimana dopo capii che lei era tutti i miei sapori preferiti conservati in un bacio."



Così, quello che all'inizio sembra essere un incontro tra due sconosciuti, ben presto diventerà una storia d'amore tra due ragazzi, ancora giovani, ma con le idee ben chiare.
Due ragazzi che non hanno paura della diversità, dei giudizi e degli ostacoli che la vita metterà loro davanti.
Due ragazzi che sono disposti a tutto pur di vivere il loro amore.
Un'amore semplice e puro, di quelli che unisce le anime delle persone e non le lascia più andare.
Un'amore che regalerà a Romeo ed Eryn tanti momenti felici ma altrettanti momenti dolorosi.

"Eravamo entrambi rotti.
Eravamo entrambi in cerca di salvezza. 
Forse ciò che ci ha distrutto di più è che non l'abbiamo mai trovata nell'altro."

Saranno proprio quei momenti bui a cambiarli e renderli l'uomo e la donna che sono oggi.
Un uomo, che pur di soffocare il proprio dolore si getta tra le fiamme, fiamme che lui e i suoi compagni sono abituati a domare.
Una donna, che occupa la mente con le tante carte che un avvocato è costretto a leggere ogni giorno.

Il destino in passato ha già giocato le carte per loro ma adesso con due cuori rotti, tanti anni passati e chilometri di distanza a dividerli, cosa riuscirà a combinare? 




Quello che troverete in questo libro non sarà spensieratezza e amore da baci Perugina, al contrario troverete una storia ricca di emozioni, sentimenti ma soprattutto dolore.
Una storia narrata in prima persona, tra presente e passato, con POV alterno ha fatto sì che tutte le emozioni vissute da Eryn e Romeo mi travolgessero durante la lettura. 
Potrei paragonare la loro relazione ad una montagna russa, un sali e scendi continuo tra felicità e dolore.
Una felicità capace di riempirti gli occhi e il cuore.
Un dolore così forte, da distruggere e unire allo stesso tempo.
Ho apprezzato molto come Andrew Levine abbia inserito all'interno della storia un tema estremamente attuale come il razzismo, e di come i personaggi stessi abbiano affrontato le difficoltà legate a questa situazione con estrema maturità.

Leggere una sua opera a distanza di anni mi ha fatto notare la sua crescita nella scrittura.
Una scrittura fluida e travolgente, mai noiosa e soprattutto capace di rendere tutto così vivido e malinconico.
Tra le pagine di questo libro ci ho lasciato un pezzetto del mio cuore e spero che anche voi possiate innamorarvi di Romeo Whitmore ed Eryn Myers, proprio come ho fatto io.

"Certe cose non le curi, non le dimentichi.
Ti restano dentro, diventano parte di te, come un oggetto di cui potresti fare a meno, 
ma non hai il coraggio di lasciare andare." 



Nessun commento:

Posta un commento