Ultime recensioni

lunedì 29 luglio 2019

LUI È PERFETTO PER ME di Natasha Madison


TITOLO: Lui è perfetto per me
AUTORE:  Natasha Madison
GENERE: Sport Romance 
AMBIENTAZIONE: New York
SERIE: Something so vol II

Matthew
Sono stato preso nella mia prima squadra quando avevo diciassette anni, a diciotto ho giocato in prima linea, e mi hanno marchiato come il bad boy della NHL a diciannove. A ventitré sono stato buttato fuori dalla squadra e sono tornato a casa, a vivere con i miei genitori. Quando hanno bussato alla mia porta, mi hanno offerto un’occasione a cui non ho potuto rifiutare. Tutto quello che dovevo fare era dimostrare di aver imparato dai miei errori, quindi in nessun modo mi sarei dovuto innamorare di una ragazza dall’espressione imbronciata, anche se avrei voluto passare tutto il giorno a divorarle la bocca.

Karrie
Quando mio padre mi ha offerto il lavoro, non avevo idea che avrei dovuto badare a un giocatore della NHL. Voleva che fossi la sua accompagnatrice, la sua baby sitter strapagata. Pensavo che fosse uno scherzo, ma poi ho incontrato lui: Matthew Grant. Non mi aspettavo per niente che fosse un bad boy così speciale. Non è solo sexy, è anche arrogante, ma molto dolce, della serie “mi fai impazzire”.
In sostanza, ora che ha finito di rovinare la sua vita, ha deciso di stravolgere la mia.
Lei è la prima cosa che abbia mai voluto più dell'hockey.
Lui è il ragazzo che dovrei tenere alla larga da me.
Ma cosa succede quando una cosa che è iniziata così male, si trasforma in qualcosa di così perfetto?

Care Cosmo, oggi recensirò per voi Lui è perfetto per me di Natasha Madison, secondo volume della serie Something so right.
Come potete facilmente intuire dalla trama si tratta di un libro dal PoV alternato (i miei preferiti): lui è l’ex bad boy della NHL, stella indiscussa dell’hockey sul ghiaccio diventata una meteora della quale nessuno ricorda le prestazioni ma solo i festini e le orge.

Di solito, una volta ingaggiato, un atleta iniziava con la squadra minore, ma non io. Ero sulla lista dei titolari. Avevo avuto una ragazza diversa ogni notte, tanto che il silicone delle tette mi usciva dalle orecchie, e ognuna di loro voleva prendersi un pezzo di me: la stella della squadra.


Lei è la figlia del capo, costretta a fargli da baby sitter per evitare si metta nei guai ancora una volta. 

«Ascoltami bene.» Mi si avvicina, sbuffando e puntandomi un dito contro. «Se vuoi del cibo da mettere in frigo, vai a comprartelo da solo. Se hai bisogno di sapone o shampoo, te li prendi quando esci. Se devi andare a ritirare qualcosa in lavanderia, ti chiamerò un Uber. Non sarò né ora, né mai, ai tuoi cazzo di ordini.»

Matthew ha un’ultima occasione per dimostrare di essere cambiato.
Karrie ha tutta l’intenzione di dimostrare a suo padre di essere in grado di gestire la situazione.

Dopo aver quasi bruciato la sua carriera, Matthew Grant, ormai venticinquenne, ha un’ultima occasione per dimostrare a sé stesso e alla propria famiglia di poter ancora fare la differenza. Di non essere più la testa calda di un tempo e di essere pronto a dare il tutto per tutto per la propria passione. Questo vuol dire accettare la presenza di una “accompagnatrice” che monitori tutti i suoi spostamenti e con la quale addirittura vivere insieme. Un anno di contratto, solo un anno per tornare alla ribalta.
Quando Karrie, bionda dagli occhi azzurra, incontra Matthew, lo fa in palestra mentre corre sul tapis roulant e guarda un episodio dei Kardashan, il che è chiaramente imbarazzante. Però lui è lì, bello come il sole, con la sua barba curata, gli occhi scuri e il fisico possente. 
Il vero incontro, negli uffici della Cooney Communication, fa strabuzzare gli occhi ad entrambi.
Ammetto che ho trovato davvero veloce l’intesa creata tra i due personaggi, al punto che una volta arrivati a casa – la casa che per contratto avrebbero dovuto condividere – sono subito scintille. Come fosse stato amore a prima vista.

«Questa cosa; io, te. Sta succedendo, e ho intenzione di baciarti molto spesso,» le dico, leccandole il collo. «Quando torneremo a casa, verrò nel tuo letto. O tu puoi venire nel mio, ma…» le bacio di nuovo le labbra, «non ti illudere. Tutto questo è reale.»


Il libro non è molto lungo e rischierei di spoilerarvi fin troppe cose.
Voglio tuttavia lasciarvi con due quesiti:
1- Riuscirà Matthew a non cacciarsi nei guai, o la grave accusa che gli viene mossa pregiudicherà il rapporto con Karrie?
2- Riuscirà Karrie a fidarsi delle parole di Matthew?

«La parte migliore della serata è quando torno a casa da te.»
 Alza gli occhi al cielo. «Oh, per favore, come se ti mancassi davvero, con tutto l’harem che c’era al bar.»

Matthew mi piace. Mi piace davvero tanto. La sua dolcezza è disarmante, il suo vocabolario un po’ meno!
Karrie ha un carattere che amo profondamente, perché non si fa mettere i piedi in testa da nessuno.
Ho adorato Vivienne. Trovo il suo personaggio geniale e spero con tutto il cuore di poter leggere un libro su di lei, anche se mi è parso di capire che il prossimo (e ultimo?) sarà sul compagno di squadra di Matthew, Max, e la sorellina, Allison.
Mi è piaciuta l’idea dei due epiloghi e del salto temporale. 
Non dico altro o rischio di spoilerare tutto!
Ah, ultima cosa: non è un libro per deboli di cuore! Con questo caldo si rischia di prender fuoco a causa delle scene hot!

Buona lettura Cosmo!

Nessun commento:

Posta un commento