Ultime recensioni

Visualizzazione post con etichetta Laura Gaeta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Laura Gaeta. Mostra tutti i post

martedì 30 ottobre 2018

IO SONO CAM di Laura Gaeta


Può un uomo colorato e chiassoso nascondere un’anima fragile come una bolla di vetro?
Può un uomo austero e perennemente in giacca e cravatta celare un mondo fatto di colori?
Può una bugia compromettere un amore?
Può esistere per sempre il “felici e contenti” o a volte è un’utopia?
Cameron Beasley Forks vive nel suo piccolo grande mondo e tutti lo conoscono come un uomo estroverso, chiacchierone, emotivo, divertente e solare.
Ma è davvero solo questo?
La vita ha messo sul suo cammino diverse prove, ma mai complicate come questa volta.
Un incontro fortuito destabilizzerà il suo universo fatto di incastri precari, rischiando di spezzare la sua anima e di cambiarlo, fuori e dentro.
Per lui nulla sarà più come prima.
Alla fine sarà Cam a cambiare o sarà lui a cambiare ciò che gli gira intorno?

lunedì 28 maggio 2018

LA LUNA DI NEPHELE di Laura Gaeta


Nephele Goodwin e Hudson Lewis non avrebbero mai pensato che un viaggio in aereo avrebbe cambiato la loro vita. 
E invece è proprio quello che succederà.
Un’archeologa alla ricerca di riscatto professionale e un attore desideroso di essere consacrato nell’Olimpo di Hollywood: due perfetti sconosciuti legati da un disegno beffardo che il destino ha voluto per loro.
Due estranei, così diversi da essere simili, che arriveranno a odiarsi e a volersi allo stesso tempo, in un gioco delle parti che li porterà a combattere una guerra fatta di sotterfugi e desideri repressi. 
Un lungo percorso, da Boston fino alla sorniona Folegandros, in cui upgrade negati, convivenze forzate, loschi nemici da cui difendersi e misteri irrisolti li porteranno a buttare ogni maschera per fronteggiarsi in scontri più o meno leciti. Una canzone, un simbolo, la Luna: muti testimoni di ciò che potrebbe portarli al compimento dei loro desideri o alla più completa disfatta.
Riusciranno a tagliare i fili che il fato usa per muoverli o si lasceranno ancora una volta corrodere dal bisogno di celarsi al mondo?