Ultime recensioni

giovedì 25 febbraio 2016

INSEGNAMI L'AMORE di Nadia Filippini


Giulia vive con Marco da cinque anni e sta con lui fin dai tempi dell’università. Finalmente arriva la proposta di matrimonio che ormai non sperava più di ricevere, ma a causa degli impegni di lavoro di entrambi, sono costretti ad affidarsi a una wedding planner. Damiano gestisce un’agenzia di organizzazione eventi con il socio e miglior amico Filippo e la sorella Elisa, alla quale ha affidato il settore matrimoni, di cui l’uomo rifiuta di occuparsi a causa del suo passato. Il caso però vuole che Giulia e Marco si rivolgano proprio alla loro agenzia e che Elisa, dopo aver accettato l’incarico, abbia un contrattempo. Toccherà al cinico Damiano seguire i preparativi, almeno per un po’. Ma mentre Giulia prende coscienza dei compromessi che si è imposta pur di stare con Marco, Damiano dovrà rimettere in gioco le proprie convinzioni e affrontare il suo passato per sperare di avere un futuro.
Non esiste il felici e contenti delle favole, esiste il felici di lottare ogni giorno per non perdersi.


Come dice la trama, Giulia e Marco stanno insieme ormai da una vita e convivono da qualche anno, nonostante abbiano due caratteri totalmente opposti, cosa che ha fatto rinunciare Giulia alla tanto attesa proposta di matrimonio. Eppure Marco riesce a sorprenderla e decidono di sposarsi con l'arrivo dell'estate... esattamente fra tre mesi!!! Entrambi sono a capo di due aziende abbastanza importanti, e sono riusciti a farsi un nome dopo tanto duro lavoro, sarà quindi difficile organizzare il tutto per tempo. Dietro insistenza di Marco, prendono in considerazione, di comune accordo, l'idea di rivolgersi ad un'agenzia che organizza matrimoni. La scelta ricade su “Stile Eventi” di Elisa Moreschi, sotto consiglio della futura suocera, rimasta soddisfatta dall'organizzazione del suo anniversario di matrimonio. Quello dei Lancini sembra essere un nome che può decidere il bello e il cattivo tempo, e nonostante la mole di lavoro che impegna Elisa, non ha potuto rifiutare, trovando così un buco in agenda per la futura coppia di sposi. Ma anche una donna in carriera come Elisa, e mamma di Anna, può avere dei contrattempi, e questo la porta a chiedere al fratello Damiano di prendere il suo posto. Il suo ruolo all'interno dell'agenzia riguarderebbe solo l'aspetto amministrativo, poiché non si è ripreso dal fallimento del suo di matrimonio, lottando ancora con i fantasmi che sembrano popolare le sue giornate e i suoi sogni. Non aveva fatto i conti però con i propri sentimenti, e quando incontra per la prima volta Giulia ne resta affascinato, e qualcosa sembra tornare a battere all'interno del suo petto.

Le ferite sulla pelle guariscono, si cicatrizzano e a volte non rimane nemmeno un segno a ricordarti che è accaduto.
Ma quelle che porti nel cuore, nell'anima, quelle no. Continuano a sanguinare, anche se non vuoi ammetterlo e non c'è nulla che possa curarle. Perché ciò che è stato, nel bene o nel male, ormai è una parte di te e loro sono lì perché tu non possa scordarlo.

Non è semplice fare un breve accenno alla storia perché è un romanzo unico e dolce, che va letto e
assaporato lentamente, pagina dopo pagina. Mi sono ritrovata a vivere le stesse emozioni, sensazioni e paure di Giulia durante la fase organizzativa del suo matrimonio; la ricerca della location perfetta e dell'abito che ti fa venire le lacrime agli occhi, perché basta indossarlo per sentire che è “lui” quello giusto. Giulia è una ragazza semplice, che come tutte, desidera organizzare il matrimonio dei suoi sogni, che cerca di far diventare realtà quell'evento, come lo ha sempre immaginato da bambina. Purtroppo si troverà a fare i conti con la famiglia di Marco che è abituata a organizzare le cose in pompa magna, con una lista di minimo duecentocinquanta invitati, dove lo sfarzo la fa da padrone. Si troverà ad affrontare una situazione delicata che la vedrà scontrarsi continuamente con il fidanzato e con le sue idee opposte, cercherà di accontentare tutti, mettendo per un po' da parte la sua felicità, ma per fortuna la vicinanza della migliore amica Clara e della sorella Nicole (detta Indy) le faranno aprire gli occhi, e forse, le daranno la spinta giusta per organizzare le cose a suo gusto, o forse questa organizzazione rappresenterà una fase di svolta nel suo rapporto con Marco.

“Giulia, ascoltami” dice tenendomi abbracciata. “ Trovare l'abito giusto è importante, ed è un'emozione fortissima. Ricordati però che ciò che conta è la persona che si sceglie di avere accanto, nonostante tutto e tutti, nonostante le difficoltà, i dubbi e le paure. A volte è necessario essere forti e fare la scelta giusta, se si vuole essere felici.”
“Che cosa vuoi dire?” le chiedo.
“Che spero di vedere sempre nei tuoi occhi la stessa luce che ho visto oggi”.

Interessante è anche il personaggio di Damiano. Un uomo che sta cercando di rimettere insieme i pezzi della propria vita, scrivendo la parola fine al suo matrimonio con Rossana. Un uomo dolce e gentile, sempre con il sorriso sulle labbra, che si trasformerà in una persona fredda, senza nemmeno il briciolo di un sentimento e che, piuttosto che “usare” le donne per i propri piaceri personali, preferisce evitare totalmente il contatto con l'altro sesso. Fondamentale anche in questo caso diventa il supporto di due persone a lui vicine, Elisa e la figlia Anna, alle quali dona tutto il proprio amore, diventando anche un punto di riferimento  per la nipote, cresciuta senza una figura paterna accanto, e il migliore amico Filippo che diventa un confidente leale nei suoi momenti più bui.

“E allora perché, anziché perdere tempo dietro alle altre, non provi a stare con lei?”
“Perché non sempre l'amore basta. A volte ci sono situazioni per cui non è possibile stare insieme a una persona, nemmeno se lo si desidera davvero.”[...]

“Dam, sai qual è la differenza tra me e te? Io i nomi delle donne con cui vado a letto non li memorizzo perché non mi interessano. Sono troppo concentrato sulle loro tette per ascoltarle. Tu, invece, non vuoi ricordarli ma prima o poi un nome ti entrerà sottopelle e ti marchierà a fuoco il cuore, senza che tu te ne renda conto o possa impedirlo. E a quel punto tutte le parole del mondo potranno anche essere dimenticate, perché l'unica cosa che ti interesserà sarà sentire il suono che fa la tua voce mentre pronuncia quelle poche lettere e ascoltare il tono di lei mentre accarezza il tuo nome. Ti basterà un'unica parola per dire tutto.”

Nonostante i due si trovino a passare insieme diverso tempo per via dell'organizzazione del matrimonio di Giulia, è bello vedere come le coincidenze a volte diano quella spinta in più che serve per rimettere in discussione i propri pensieri. Diventano importanti quegli elementi che spesso accomunano due persone, come un semplice piatto di pasta o una passione come la lettura.
Il romanzo presenta qualche refuso grammaticale tipico del self publishing, ma questo non compromette la fluidità e la scorrevolezza del testo, risultando così una lettura piacevole in grado di far sognare noi eterne romanticone. Scritto in prima persona e a pov alterni, permette di immedesimarsi nei pensieri dei due protagonisti, e approfondire le problematiche legate a entrambi, diventando una sorta di danza perché dove finisce il pensiero di uno si ricollega subito quello dell'altro.
I miei complimenti vanno all'autrice per aver creato una storia dolce e originale, di quelle che sono ancora in grado di farti sognare, perché in ognuna di noi c'è un po' di Giulia... non alla ricerca del principe azzurro, ma della nostra felicità!

L'amore non può vivere di rendita. Bisogna prendersi cura del cuore dell'altro, colmandolo, facendolo palpitare, proteggendolo. Solo in questo modo ci si potrà scegliere ogni giorno.



5 commenti:

  1. Grazie mille : Purtroppo che mi fossero scappati dei refusi l'ho notato anch'io rileggendolo a distanza di tempo, ma ho fatto rifare un controllo anche a due paia di "occhi freschi" ed ho sistemato. La nuova versione non li ha più e, per chi avesse acquistato il romanzo in precedenza, Amazon ha messo a disposizione l'aggiornamento. Ci tenevo a farlo sapere, avete acquistato il mio romanzo, ci tengo ad offrirvi il meglio per ringraziarvi della fiducia e del supporto. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho specificato nella recensione che non compromette la lettura... e il tuo libro lo rileggerei altre 10,100,1000 volte anche con i refusi. Grazie per avermi fatto rivivere, attraverso questa storia, il giorno più importante non solo mio, ma di ogni donna che sa cosa significa organizzare un matrimonio.
      Non vedo l'ora di leggere altri racconti, frutto della tua mente e fantasia.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Purtroppo devo dire che il libro non mi è piaciuto affatto,la scrittura è correttissima, l'ambientazione italiana,la trama è buona e questi sono i pregi.Purtroppo i personaggi non convincono. Non è credibile che Giulia si sciroppi 5 anni un tizio del genere, come non è convincente la chiusura di Damiano all'amore per "la scoperta".Inoltre, secondo me, c'è troppo un tira e molla tra prove e resistenze di entrambi.Tra parentesi a me non ha evocato nulla, preferisco le cerimonie semplici, ma questo non c'entra.Non mi è arrivato nulla nè emozione nè il profilo psicologico più profondo dei due.Resta troppo in superficie. Il finale poi l'ho trovato troppo zuccheroso e holliwoodiano.Per me è da 3,5 non se ne abbia l'autrice, è comunque migliore di molti altri e sicuramente migliorerà.
    Margherita Fortunato-Roma

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo la scrittrice,l'ho scoperta per caso, ma è stata una bellissima sorpresa. L'ho letto in 1 giorno. Giulia, intrappolata in una relazione che ormai era solo "un'abitudine" che ti porta a negare anche le evidenze, non l'ho trovata tanto diversa da tante storie che vedo nella vita quotidiana, Damiano che ha fatto vedere che anche gli uomini hanno un cuore e che si può spezzare, sopratutto quando vieni a scoprire delle bugie. La storia ti coinvolge, anche se il finale può sembrare scontato, da invece la possibilità di far vedere che basta un battito del cuore per poter ricominciare.
    Brava spero di avere la possibilità leggere altri libri di questa autrice.
    Barbara

    RispondiElimina