Ultime recensioni

venerdì 25 marzo 2016

CRUDELE COME IL SOLE di Christiana V.



Genere: Romance Contemporaneo con forti connotazioni erotiche
Pagine: 322
Prezzo ebook:  € 1,99
Prezzo cartaceo: € 12,00
Uscita: 21 marzo 2016

Credeva di poter ottenere tutto... Rampollo di una ricca famiglia milanese e proprietario dell'azienda Prism Light, Jacopo Maria Ferrante è un uomo arrogante e ambizioso. Nella vita non ha mai dovuto conquistare nulla ma ora combatterà per realizzare la sua vendetta.... ma la sua anima non era in vendita. Quando Clizia Diamare scopre l'esoso debito contratto dal padre non immagina il prezzo del riscatto: per un anno sarà proprietà esclusiva di Jacopo, in ufficio e tra le lenzuola. Per preservare la gemella Elettra e salvare la pasticceria di famiglia e i suoi dipendenti, Clizia sarà costretta a trasferirsi a Milano alle dipendenze di un uomo che disprezza. Niente, però, può prepararla all'insana passione che la invade e che poco a poco si trasforma in un sentimento pericoloso e complesso. La resa spesso è una vittoria. Un uomo difficile, una donna risoluta, una vendetta da consumare, un contratto da onorare. Perché amore e odio sono due facce della stessa medaglia.


Jacopo Maria Ferrante, già soltanto il nome basta a inquadrarlo, ma se vogliamo proprio metterlo a fuoco come si deve...
... il suo soprannome? Squalo.
Dimentico qualcosa?
Ah, sì... per Jacopo l'amore non è altro che una profonda debolezza.
Trentotto anni, occhi azzurri, glaciali, completano il biglietto da visita dello spietato uomo d'affari, protagonista di questo romanzo.
Un uomo che non è abituato a cedere, tanto meno a perdere, come dimostra la sua abilità nel gioco d'azzardo.
Affascinante e facoltoso proprietario di un'azienda dal fatturato in costante crescita, la Prism Light, non c'è davvero nulla che gli possa essere negato.
E da abile giocatore d'azzardo qual è, più la posta si alza e maggiore è la frenesia di ottenere il premio.

Avete una vaga idea di cosa potrebbe succedere se un uomo come Jacopo Ferrante incontrasse sulla strada verso uno dei suoi obiettivi una donna carismatica, spietata ed estremamente sicura di sé?


Aveva avuto modo di vederlo in passato, 
aveva notato la signorilità della sua figura, 
      l'acume che brillava in quei freddi occhi azzurri e
      soprattutto aveva sentito parlare della spietatezza
con cui gestiva i propri affari. 

Clizia Damare ha perseguito la sua meta partendo da zero, nessuna famiglia ricca alla spalle, nessuna spintarella dovuta all'aspetto fisico a portarla dove si trova, solo forza di volontà, grinta e passione.
Notate una certa somiglianza fra i due? Capite che la storia promette fuoco e fiamme fin dall'inizio?
Ed ora aggiungiamo una piccola variabile...
... e se Clizia, i cui interessi vedono al primo posto da sempre la serenità della sua famiglia, si trovasse costretta a scendere a compromessi proprio per questa sua unica "debolezza"?
Clizia non è la classica "bella senz'anima" e nemmeno una Barbie tutta plastica e sorriso, eppure, nonostante spesso venga evidenziata questa differenza fra lei e la splendida gemella eterozigote, Elettra, sono pochi gli uomini immuni al suo fascino di pantera.
Adoro quando l'autrice utilizza quello che dal resto del mondo viene visto come un difetto superficiale, come tratto caratteristico: il naso di Clizia, importante e impossibile da non notare, diventa un'estensione della sua personalità, qualcosa di cui andare fieri, da sfoggiare, nonostante tutto.
Evviva le donne vere, e che diamine! Non possono essere sempre tutte perfette e ignare del loro fascino, 'ste protagoniste femminili!


Clizia Diamare non era bella quanto Elettra, 
ma di sicuro era una persona interessante.
       Era una donna decisa e intensa, 
che affrontava il mondo con sicurezza [...]

Lei era la manager, la spietata, 
quella che rispondeva agli attacchi e difendeva il castello 
come un guerriero con la spada sguainata. 

Clizia assomiglia a un predatore in gabbia nel momento in cui il suo destino per 12 mesi seguenti viene scritto contro la sua volontà, per la pura brama di vendetta di Jacopo, a causa del debito contratto dal padre. 
Da una parte la sua natura combattiva è obbligata a ribollirle in silenzio sotto la pelle, ma dall'altra, anche se il contratto è chiaro, una donna come Clizia può sempre trovare un modo per rendere la sua permanenza alle "dipendenze" di Jacopo un inferno per entrambi.

Le fiamme di quell'inferno cominciano dopo pochissimi incontri ad avvolgerli e a trasformarsi in qualcosa di molto diverso. LORO si trasformano, rivelando lati del proprio carattere sconosciuti perfino a loro stessi.
Intriganti i percorsi paralleli dei due protagonisti, certezze che cadono, ripensamenti, lotte interiori per negare sentimenti impossibili da ignorare.

Entrambi hanno sempre pensato che la forza della loro realizzazione personale dipendesse dall'assenza di sentimenti verso le altre persone, in particolar modo, l'amore ha sempre ricoperto il ruolo di àncora scomoda nel raggiungimento dei propri desideri. Il bisogno di vendetta, che da tempo muove i passi di Jacopo, finisce col farlo fermare di fronte ad un bivio.

Un altro bivio lo incontra l'orgoglio di Clizia, che si ribella alla possibilità di poter davvero concedersi al suo carnefice e che rifiuta ciò che la conoscenza più approfondita di quell'uomo le rivela.


Per lui chiunque aveva un prezzo, 
bisognava solo capire quale fosse, 
ma Clizia gli aveva dimostrato che non tutti erano in vendita.

Vorrei rivelarvi tante tante piccole cosucce per placare la vostra sete, ma... potete scordarvelo!
Questo libro va letto! Non solo perché i personaggi (che incarnano apparentemente un cliché) si rivelano sfaccettati e ben caratterizzati in ogni loro forma, senza per questo mai uscire dai binari della credibilità, ma soprattutto perché il testo è uno dei più curati fra quelli dei self finiti fra le mie mani nell'ultimo anno. 


Una piccola chicca per gli amanti della Trilogia del Nemico di Angela D'Angelo: e se vi dicessi che alcuni dei personaggi di Angela fanno la loro comparsa fra le pagine di "Crudele come il sole"? 
Occhio al colpo di scena finale... Christiana, a quando il prossimo?


BOOKTRAILER:


Cristiana Verazzo è nata ad Albenga (SV) il 30/01/1972, all’età di 3 anni si trasferisce ad Aversa (CE) dove tuttora vive. 
Casalinga, moglie e mamma, trasforma la sua passione in qualcosa di concreto pubblicando con la casa editrice Albatros il suo primo romanzo, "Il Sigillo di Ametista", un fantsy seguito nel 2012 da "L'Enigma dell'Opale". A maggio del 2014 arriva "Blood Catcher", paranormal dalle sfumature erotiche molto apprezzato dalle lettrici. 
Fra le sue collaborazioni:
antologia Urban Fantasy "Elements Tales" con il racconto "Soffio Vitale"; 
antologia "Donne Speciali" con il suo "Fantasiosa";
antologia "365 giorni d'Amore" con "La mia luce"; 
antologia "365 giorni sotto l'ombrellone" con "Viaggio di una conchiglia";
antologia "Senza Fiato" con "Alla conquista di te"; 
antologia EWWA "Dopo carosello tutte a nanna" con "La scatola delle meraviglie" e "ITALIA. TERRA D'AMORI, ARTE E SAPORI" con "La Janara (la paura fa novanta)". 





1 commento:

  1. Mille grazie, Veronica e, parafrasando la Zietta, Keep Reading!

    RispondiElimina