Ultime recensioni

venerdì 11 marzo 2016

Giornata d'Autore : CLAUDIA MELANDRI






















Il Dono Vol. 1 Il Male nell’Anima

Sara, italiana di venticinque anni, mortificata nel corpo e nello spirito dalla crudeltà senza limiti di un uomo sposato per gioco quattro anni prima, decide di voltare pagina. Desidera a tutti i costi cambiare vita, e, con il marito finalmente dietro le sbarre, si trasferisce nella periferia romana. 
Qui trova lavoro come contabile in un piccolo ristorante e nell’estate del 2012 conosce una ragazza canadese, Emily. Le due stringono subito amicizia e, un anno dopo, Emily per sdebitarsi della calorosa accoglienza ricevuta, inviterà Sara a trascorrere tre settimane in Canada.
Inizialmente incerta, Sara cede poi alla contagiosa voglia di vivere della canadese accettandone l’invito. La sera del suo arrivo, in un fortuito gioco di coincidenze, il cugino di Emily decide di far ritorno a casa dopo un mese di assenza. Lui, Sean Adam Green, ragazzo di ventotto anni dalla doppia vita, sanguinario e violento assassino privo di anima, va su tutte le furie quando viene informato della presenza dell’ospite. Ha un duro scontro verbale con la cugina, colpevole, a suo avviso, di avergli taciuto la cosa. Risoluto a non avere niente a che fare con la sconosciuta e ancora sotto l’effetto della collera, percepisce la presenza di Sara nascosta al piano superiore della villa. Percezione che lo colpisce con una forza devastante, mozzandogli il respiro e annullando, anche se per poco, il demonio che è in lui. Scombussolato e stordito da simili sensazioni, mai provate prima, per proteggere se stesso Sean si rifugia nel suo effimero mondo, fatto di solitudine, vendetta e morte.   



Il Dono Vol. II Lo Spirito del Guerriero


Mentre Patrick e Sara sono sulla via del ritorno, Sean si prepara alla missione di recupero di suo fratello Miguel. La maledizione che incombe da secoli sulla famiglia Green si sta ripetendo. Una maledizione che colpirà anche Patrick ma che invece di annientarlo lo guiderà verso la rinascita. Sangue, dolore, morte e passione si mescoleranno dando vita a una storia adrenalinica che viaggerà sul filo del rasoio. 
L'amore sarà la via che riporterà Sean tra le braccia di Sara?



Estratto da Il Dono Vol. I Il Male nell’Anima


L’udito di Sean captò il rumore dei suoi passi sul selciato. Con il cuore che gli martellava incessante nel petto, scattò in piedi poco prima che lei spalancasse la porta.
– Non m’importa se uccidi. – Gridò in lacrime. – Non m’importa se quando perdi il controllo il tuo volto è spaventoso. Non m’importa quello che hai fatto o che fai. Io ti amo. Non posso vivere senza di te. Perdonami, non ti volterò più le spalle. Mai più!
 A Sean bastarono due falcate per attraversare la stanza, stringerla tra le braccia e baciarla con tutta rabbia che aveva dentro. L’impeto con cui la prese le mozzò il respiro. La disperazione di quell'uomo Sara la sentì riversarsi in quel bacio.
 – Questa volta ho avuto davvero paura di averti persa per sempre. Mi è sembrato di morire. Sei tutto per me.
– Mai, mai. Non mi perderai mai.
Quei baci roventi e affamati d’amore, rassicurarono entrambe le loro anime. Erano fatti per stare insieme. Qualsiasi ostacolo, per quanto alto, lo avrebbero superato, infranto, abbattuto.





Estratto da Il Dono Vol. I Il Male nell’anima

Indossato il passamontagna, Tom scese dall’auto e aprì la portiera posteriore. In mano aveva il flacone di sedativo e le garze.
Sara schiuse gli occhi. I movimenti erano lenti e scoordinati, come se ogni parte del corpo fosse troppo pensante per smuoverla.
– No… – sussurrò vedendolo avvicinarsi – ho sete e… ho bisogno di un bagno. La supplico.
Tom non poté non riconoscere lo stremo della ragazza. La sua umanità ebbe il sopravvento sulle regole.
– Va bene, vieni. – La sollevò piano e la aiutò a sedersi. Da una sacca prese una bottiglietta d’acqua, la svitò porgendogliela con dei modi stranamente gentili per essere un rapitore.
Lei tremante, afferrò la bottiglia portandosela alla bocca. Aveva la gola in fiamme e un nauseante sapore dolciastro sulla lingua.
– Ma cosa stai facendo? Sedala! – urlò Mike rosso in volto dalla collera. Persino la testa calva era a chiazze. Si teneva cauto alle spalle di Sara in modo da non farsi vedere in faccia. – Quel demonio potrebbe piombarci addosso da un momento all’altro. Sei un pazzo.
Più che collera quella di Mike era vera e propria paura. Sapeva di cosa era capace Sean e l’idea di rimanere fermo ad aspettare la fine lo terrorizzava.
– Ha bisogno di liquidi e del bagno, vedi di piantarla. Ci siamo allontanati abbastanza prima che si svegliasse. Gli ci vorrebbe uno Jet per raggiungerci.
Mike diede un calcio alla portiera dell’auto lato guida. Si allontanò qualche passo per accendersi una sigaretta e sbollire la rabbia.


Estratto da Il Dono Vol. II Lo Spirito del Guerriero


Un’ombra scura, strisciando da un vicolo sulla sinistra, calò sopra di lei immobilizzandola. Un braccio tatuato si attorcigliò al collo mozzandole il respiro, tuttavia, grazie all'adrenalina in circolo nelle vene e a due di colpi di tallone andati a segno nelle parti basse, l’essere parve vacillare. La stretta si sciolse, ma un grido le strappò l’ultimo filo di speranza. Sentì la mascella bruciare e il buio discese inesorabile. Rimase solo silenzio e caldo soffocante tra i vecchi e di nuovo desolati vicoli. 
Anche il piccolo yorkshire della signora Rodríguez aveva smesso di abbaiare.


Nessun commento:

Posta un commento