Ultime recensioni

lunedì 21 novembre 2016

LA LETTRICE di Traci Chee

In un mondo parallelo dove leggere sarà illegale l’unica arma è un libro
Una terra dove i libri sono banditi
Una ragazza che non smette di lottare

Sefia sa cosa significa dover sopravvivere. Dopo che il padre è stato brutalmente ucciso, è fuggita con la misteriosa zia Nin, che le ha insegnato a cacciare, seguire le impronte e rubare. Ma quando Nin viene rapita, Sefia rimane completamente sola. L’unico indizio che può aiutarla a ritrovare Nin è uno strano oggetto rettangolare che il padre ha gelosamente custodito fino al giorno della sua morte. Un manufatto mai visto prima, di cui nessuno le aveva mai parlato, perché nel mondo in cui è nata e cresciuta la lettura è un’attività proibita. Con l’aiuto di questo libro e di un ragazzo che nasconde oscuri segreti, Sefia cercherà di salvare la zia Nin e scoprire che cosa sia realmente accaduto il giorno in cui suo padre è stato ucciso. Con un meraviglioso alternarsi di storie di pirati, duelli di cappa e spada e assassini spietati, La lettrice è un’avventura raccontata in modo magistrale da uno straordinario nuovo talento
Buongiorno Cosmo Readers, oggi recensirò per voi un fantasy young adult davvero coinvolgente, il primo libro di una serie, "SEA OF INK AND GOLD", di cui il secondo e il terzo sono ancora in fase di scrittura, e di cui questa novità editoriale tanto successo ha avuto, a mio parere più che meritatamente, in America. La storia si svolge in un mondo, Kelanna, dove la lettura e i libri sono illegali e banditi. Dove quindi anche la scrittura non è conosciuta e le storie si tramandano soltanto oralmente. Riuscite a immaginare un mondo senza libri? Onestamente io no. Quasi rabbrividisco al solo pensiero. Ma la nostra eroina scoprirà per noi questo mondo, non solo il libro che  si porta dietro, come unico ricordo del padre, e che all'inizio non sa neanche cosa sia, ma anche la magia che esso la aiuta a evocare. Scopriremo mondi fantastici, ladri che rubano per sopravvivere, persone che recitano storie, viaggi coi pirati, lotte all'ultimo sangue, personaggi crudeli palesati e personaggi apparentemente buoni che invece si riveleranno tutt'altro, ma anche il contrario. In questo strano mondo, in cui si respira la mancanza di valori fondamentali,  come se la mancata possibilità della lettura togliesse la possibilità di "vedere" le cose con occhi nuovi, come se facesse perdere di vista le infinite possibilità dell'universo, si muovono personaggi davvero interessanti. Quei pochi che conoscono i libri e che sanno leggerli, fanno di tutto per impedire che il mondo ne venga in possesso, dicendo che il libro sarebbe pericoloso perchè darebbe potere a chi non saprebbe usarlo correttamente e ne abuserebbe. Ovviamente questo punto mi ha rimandato a quanto l'élite che governa il mondo cerchi di filtrare le informazioni per impedire alle masse di conoscere fatti ed eventi che, secondo loro, il volgo non sarebbe in grado di gestire. Questa è una delle tante interpretazioni a cui questo libro può dare adito. Le sottotracce che questa lettura ci fornisce sono innumerevoli e per me davvero interessanti. La narrazione ci viene presentata da diversi punti diversi, non solo quelli dei personaggi principali, ma anche tutti gli altri che hanno una rilevanza nella storia, elemento che all'inizio mi ha creato un po' di confusione, ma che poi ho apprezzato grazie alla sapiente penna dell'autrice, che ha comunque saputo dosare tutti gli elementi narrativi.

Le domande che sorgono spontanee durante la lettura sono infinite... alcune troveranno risposta, altre no. Per questo non vedo l'ora di leggere il seguito, per trovare le risposte che per ora sono rimaste in sospeso.


"Sua madre le aveva sempre detto che al mondo esisteva una specie di energia misteriosa, una sorta di luce che si nascondeva proprio sotto la superficie delle cose. Era sempre lì, vorticava nascosta tutto intorno a lei, e di tanto in tanto traboccava fuori, come l’acqua erompe da una crepa nel terreno."

Passiamo ora ai personaggi principali. Sefia è un bel personaggio femminile, che seppur adolescente, costretta a maturare da una serie di terribili eventi, si ritrova a fronteggiare l'inimmaginabile, il mondo magico che finisce di svelarsi a lei man mano che apprende l'arte della lettura, le insegnerà a combattere il mondo ostile che vuole rubarle la possibilità della conoscenza. Ma ciò che la muove è la vendetta, il desiderio di rivalsa e riscatto, come una molla caricata all'eccesso ha bisogno di sfogare tutta la tensione accumulata.


"Già da tempo Sefia immaginava che la sua famiglia avesse qualcosa di diverso  dalle altre - tutti quei segreti, l’isolamento. Qualcuno perseguitava i suoi genitori."
" Era come se Sefia fosse scivolata per un attimo nella sua pelle. Sentiva di condividere il suo stesso sangue, il suo stesso cuore." 

Arciere è un personaggio altrettanto bello e interessante. Dopo traumi inenarrabili che l'autrice ci fa solo immaginare, rapito dai "marchiatori" che vogliono farne un'arma letale e il capo di un esercito che dominerà tutte le terre conosciute, costretto a uccidere per salvarsi la vita più e più volte, ha dimenticato come si faccia ad essere umani, come si faccia a fare le cose più banali, ha perso la parola. Quando ormai è soltanto una feroce macchina da guerra, l'incontro con Sefia lo riporta alla sua umanità, e via via gli ridona quanto ha perso.


" Non ricordava di aver mai desiderato qualcosa con la stessa intensità con cui adesso desiderava baciarla."
"Arciere la stava fissando, il sudore gli scendeva dalla fronte, le labbra aperte, anche se non usciva alcun suono. Ma aveva parlato. La sua voce era rauca e profonda e quel suono le cantava nel sangue."

Non ho potuto non affezionarmi a questi due giovani ragazzi, che si ritrovano a lottare con eventi e persone più grandi di loro, ma che dalla loro unione e amicizia traggono rispettivamente forza e conforto. Ho fatto il tifo per loro, sofferto insieme a loro, e sono davvero curiosa di leggere il seguito perchè credo che ci riserveranno ulteriori sorprese.
Ho trovato davvero piacevole e coinvolgente il loro viaggio con i pirati, di cui ho apprezzato davvero tanto la caratterizzazione. Reed, il capitano, è un personaggio davvero complesso e affascinante. Il suo capitano in seconda, cieco dopo un brutto evento, non solo è un personaggio altrettanto affascinante, ma è uno degli elementi che aiuterà Sefia nel controllo della Vista. Questi sono solo due, ma gli altri non sono da meno.
Anche la caratterizzazione quasi misteriosa dei genitori di Sefia e della zia Nin è davvero intrigante, e ci fa desiderare di scoprire gli arcani che si celano dietro queste persone, che tanta importanza hanno per la ragazza.
Che dire ancora? Non volendo spoilerare troppo direi che per quanto riguarda trama e personaggi non aggiungerò altro a quanto già detto.
Consiglio questo libro a chi ama i fantasy, pieni di storie particolari e con un bel ritmo tra combattimenti e scoperte. Se amate il genere, lo apprezzerete sicuramente. Se invece non lo amate particolarmente o non lo avete mai letto, ve lo consiglio ugualmente. Sono sicura che possa essere un ottimo punto di partenza.
Come avrete intuito la mia valutazione è positiva, a parte il finale che mi ha lasciata in sospeso, ma essendo una saga lo accetto, a patto che i seguiti non ci facciano attendere troppo.


Traci Chee è autrice di narrativa young adult. Ha studiato letteratura e scrittura creativa all'Università della California di Santa Cruz e ha conseguito un Master of Arts alla San Francisco State University. Traci è cresciuta in una piccola città con più mucche che esseri umani, e ora si sente a casa in montagna, in mezzo alla natura e alle sue meraviglie. Vive in California con il suo cane. La lettrice è il suo romanzo d'esordio.


Nessun commento:

Posta un commento