Ultime recensioni

mercoledì 6 giugno 2018

IN CIMA AL CUORE di Mia Mistràl


Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 132
Prezzo: 0,99 €
Data di uscita: 4/5/2018

«Cosa vuoi fare da grande?» E, così dicendo, giunse le mani come se la stesse confessando. «La detective per animali scomparsi in circostanze misteriose?»

Per entrare in possesso di un’eredità da sogno, Chiara è costretta a scoprire chi ha ucciso l’adorata cagnolina della defunta zia Olimpia. Stando alle apparenze, Ellie è caduta in un burrone, ma Chiara non ha intenzione di lasciarsi scappare né i soldi né la deliziosa mansarda sull’Appennino che da sempre sente sua. Olimpia si è divertita da viva, e a quanto pare si diverte anche da morta, a farla giocare con gli enigmi, ma – forse – non immaginava che, per risolverli, la nipote avrebbe avuto a che fare con quell’insopportabile canaglia del veterinario del paese, nonché con un affascinante e misterioso ex forestale che sembra saperne più di quel che dice...
Sono pronta a parlarvi di “In cima al cuore” di Mia Mistràl, un romanzo breve ma al contempo coinvolgente.

La protagonista si chiama Chiara e, dopo la morte della zia Olimpia, si trova a dover fare i bagagli e raggiungere Borgontano, un suggestivo borgo medievale situato sulle cime dell’Appennino,  dove in compagnia della zia aveva trascorso la sua infanzia e le vacanze. Il luogo, nonostante sia frutto della fantasia dell’autrice, grazie alle minuziose descrizioni prenderà vita davanti ai vostri occhi come se fosse reale. Chiara entrerà in possesso della cospicua eredità solo se riuscirà a risolvere il mistero che aleggia intorno alla morte di Ellie, l’amata cagnolina di Olimpia, morta poco prima della zia.

Nella sua missione sarà accompagnata dall’amica di sempre Roberta, nonché notaio che si occupa dell’eredità, da Leandro, veterinario del paese e vecchia conoscenza di Chiara, e da Furio, un’affascinante ex guardia forestale che setaccia le vie del paese in sella al suo cavallo. I personaggi sono in grado di suscitare reazioni emotive nel lettore, sia in positivo che in negativo.

“Beh, io non voglio forzare la tua volontà, ma tutti questi atomi volanti mi stanno suggerendo che un po’ di intenzione ci sarebbe anche da parte tua.”
“Questi atomi stanno mentendo, oppure tu non li comprendi un granchè.”


In poche pagine l’autrice è riuscita a costruire un intreccio semplice ma efficace, in cui il romance assume delle lievi sfumature di giallo. Il testo è breve, senza grandissimi colpi di scena, ma la scrittura evocativa di Mia Mistràl sarà capace di catturare tutta la vostra attenzione e vi lascerà andare solo alla fine. La storia è raccontata in terza persona da un narratore esterno.

“Per me non è stato un capriccio.” Adesso si stava riferendo a tutt’altro, sperava che lo capisse. “Neppure per me è stato un capriccio.”


Mi sono trovata spesso a chiedermi quale dei due protagonisti maschili avrebbe fatto breccia nel cuore di Chiara, e purtroppo devo ammettere che non abbiamo gli stessi gusti. Ma la storia non finisce qui, perché come dichiarato dalla stessa autrice ci saranno due seguiti autoconclusivi (In uscita a giugno e luglio) e spero che la protagonista, ormai diventata la detective degli animali scomparsi, grazie anche a tutte le partite a cluedo a cui ha giocato da bambina insieme alla zia, cambi idea!

Un libro d’evasione che scorre via che è un piacere. Se avete bisogno di un libro con queste caratteristiche, vi consiglio di leggerlo!


Nessun commento:

Posta un commento