Ultime recensioni

mercoledì 24 luglio 2019

Review Party: ECHO, MINE di Georgia Lyn Hunter



Dopo diversi mesi trascorsi in coma, a causa di un terribile incidente, Echo deve abituarsi a una vita diversa. Essere la discendente di un potente angelo la costringe a trascorrere i suoi giorni tra gli allenamenti per diventare la nuova Guaritrice e il dover convincere il suo compagno di essere abbastanza in forma da competere con lui, nella vita quotidiana e tra le lenzuola.
Un appuntamento a sorpresa le offrirà l’occasione perfetta per dimostrare di cosa è capace e farà capire a entrambi che la “normalità” è sopravvalutata.

Appuntamento con il volume 1.5 della serie fallen angels di Georgia Lyn Hunters e chi meglio di Echo e Aethan potevano accompagnarci in questa avventura?
Non voglio rovinarvi troppo questa lettura scorrevole e breve, perché di una novella stiamo parlando, dunque bando alle ciance e buona lettura!

E' passato parecchio tempo da quando Echo si è svegliata dal coma, quello stesso che aveva quasi piegato l'animo di Aethan alla vista della sua compagna inerme, facendolo sentire impotente.





In quanto maschio alfa si ripromette una cosa al suo risveglio: allontanare da lei qualsiasi forma di pericolo.
Peccato, però, che lei non sia d'accordo; lei, che per buona parte della sua vita ha combattuto le sue battaglie, i suoi demoni, ha fatto di tutto per poter diventare ciò che è diventata, è preparata a tutto purché non implichi ciò che Aethan le sta imponendo: calma, relax e, soprattutto, niente combattimenti.

Nessuno dei due sembra intenzionato a cambiare atteggiamento nei confronti dell'altro, ma vi svelo un segreto: essere immortali non aiuta in questi casi, dato che la cocciutaggine, nei secoli, non fa che crescere, così come l'essere stati a lungo umani non fa che accentuare la voglia di indipendenza di Echo.
E, dulcis in fundo, quale migliore occasione di una festa per trovare un punto di incontro in quella relazione?

Echo, Mine di Georgia Lyn Hunter è una novella che, più che essere descritta come uno scontro di volontà, non saprei come definire, poiché il punto chiave intorno cui gira l'opera sono proprio le due volontà dei protagonisti che si scontrano: il primo troppo impegnato a salvaguardare la compagna senza capire che così le sta tarpando le ali,  l'altra troppo combattiva per essere relegata in un angolo a vedere la loro relazione trasformarsi in qualcosa che sembra il fantasma di una storia.
E loro due, insieme, non possono che scrivere una storia E-PI-CA!

Nessun commento:

Posta un commento