Ultime recensioni

venerdì 22 novembre 2019

AMAMI FINO ALLA FINE di Bella Jewel





Dicono che ci sia un confine molto sottile tra odio e amore. Come quello che mi separa da mio marito. Ho sposato un bastardo. Quando mi sono innamorata perdutamente di lui, non avevo idea di che razza di uomo fosse. E come un'ingenua gli ho regalato il mio cuore. Ma per Marcus Tandem, il famoso multimilionario, ero solo l'ennesima pedina di uno dei suoi piani. Aveva bisogno di sposarsi al più presto per compiacere la sua famiglia e ottenere finalmente il controllo dell'impero finanziario. Così, una volta raggiunto il suo scopo, sono diventata inutile ai suoi occhi. Tutte le mie illusioni si sono infrante e adesso desidero solo fargliela pagare. Marcus Tandem avrà quello che si merita.

Vi è mai successo in amore di non essere corrisposte? Non parlo delle prime cotte adolescenziali, intendo proprio in qualcosa in cui credevate davvero. In Amami fino alla fine di Bella Jewel è quello che accade a Katia. Il romanzo è diviso in pov alterni, lo definirei più che ad alto tasso di romanticismo, ad alto tasso erotico. Mi sono lasciata attirare più dalla trama che da tutto il resto, non avevo mai letto quest'autrice e devo dire che, nonostante il romanzo mi abbia fatto storcere un po' il naso, non mi è dispiaciuto del tutto una volta terminato. Per forza di cose la rileggerò perché Amami fino alla fine termina con un Fine prima parte. La lettura è stata coinvolgente e scorrevole, anche se inizia subito con il sesso, sono rimasta affascinata dal protagonista e a volte me la sono presa con la protagonista per la sua ingenuità.
Le note negative forse sono il fatto che all'interno del romanzo si passa senza spazi o asterischi da un pov all'altro e questo mi ha fatto perdere la bussola. Nelle prime pagine, mentre leggevo, mi sono domandata cosa cavolo stesse succedendo e sono tornata indietro a sfogliare perché avevo temuto di aver saltato delle pagine. E poi il passaggio, sempre nello stesso capitolo, tra allora e adesso senza alcun avviso.

Quest'uomo scuoterà il mio mondo fino alle fondamenta.


E' allarmante, in molti modi diversi.

Katia è giovane, non ha un lavoro stabile e si prende cura della madre che a causa di un tumore al cervello ha perso l'uso delle gambe. Non frequenta un uomo da molto tempo e non ha rapporti, se non con i suoi sex toys, da altrettanto tempo. Non è alla ricerca di una relazione, solo una notte le basta per soddisfare i suoi bisogni, ma quando vedrà Marcus il desiderio di averlo si propagherà dentro di lei. Marcus è il capo sexy della migliore amica di Katia, la sua migliore amica ogni tanto gliene parlava ma Katia non l'ha mai presa sul serio quando glielo diceva. Marcus è un uomo che si è fatto strada, è freddo e non sorride mai. Non usa dolci nomignoli per chiamarti, non è affettuoso e tanto meno è alla ricerca di attenzioni. Il suo obiettivo è uno solo ovvero ottenere l'azienda di famiglia. Ora che suo nonno è morto dovrebbe essere una cosa che gli aspetta di diritto visti gli anni in cui si è fatto il sedere per mandarla avanti. Ma nel testamento il vecchio ha posto un paio di condizioni... Deve accasarsi, deve trovare una donna entro dodici mesi, sposarla, e dovrà vivere con lei almeno per i primi due anni. Se non riuscirà, l'azienda passerà nella mani di un altro.
Dove diavolo trova una donna adesso?! 
Ma poi si scontra con Katia, che sembra proprio fare al caso suo. Katia lo guarda già come se fosse follemente innamorata di lui e per lei è davvero così... è consapevole del fatto che l'amore non è corrisposto, lo nota dal distacco e dalla freddezza ma quando si fondono insieme, lui le riserva tutte le attenzioni possibili e inimmaginabili. Perché però è distante? 
Cosa succederà quando la verità verrà a galla?
Nemmeno io saprei rispondere alla seconda domanda, come ho accennato prima, il romanzo non termina del tutto e bisogna attendere che NC pubblichi al più preso la seconda parte della storia di Marcus e Katia.

Tutto sommato, è una specie di fuoco d'artificio.


E' troppo pericoloso per me. Troppo sexy. Troppo intenso. Troppo... Marcus.




Nessun commento:

Posta un commento