Ultime recensioni

martedì 19 novembre 2019

IL SANTO #4 - LA MALAVITA DI BOSTON di A. Zavarelli



Scarlett
Quando si va in guerra, ci sono tre regole molto semplici da rispettare.
1. Conoscere il tuo nemico.
2. Essere pronto al sacrificio.
3. Indossare sempre scarpe comode.
Dopotutto, la vendetta è un piatto che va servito freddo.
Ho un buon occhio per questo, e niente ostacolerà il mio cammino.
Nemmeno Rory Brodrick, detto il Santo.
Si sbaglia, se pensa di potermi cambiare. Quando avrò finito con lui, farò sembrare la sua mafia un gioco da ragazzi.
Vuoi incrociare il mio cammino, Signor Brodrick?
Faresti meglio a farti il segno della croce e a sperare di morire.

Rory
Sono un combattente. Un trafficone. Un mafioso.
Ho visto diverse cose nella mia vita.
Ma non ho mai incontrato nulla di simile a lei.
È una bellezza con il cuore di una bestia. La mela avvelenata a cui non riesco a resistere. E sulla sua scia lascia una schiera di uomini che strisciano in ginocchio.
Quello che non sa è che mi piacciono le donne selvagge.
Questo non fa che rendere molto più divertente domarle.


***

Questo è un romanzo standalone, che vede come protagonisti sexy mafiosi irlandesi.

La serie La Malavita di Boston è composta da sei romanzi interi, che possono essere letti in qualsiasi ordine o come standalone. C'è un filo conduttore, quindi se preferite leggerli tutti, l'ordine consigliato è il seguente: Il Corvo, Il Mietitore, Il Fantasma, Il Santo, Il Ladro.


Se ben vi ricorderete, avevamo avuto già un assaggio di cosa sarebbe stata questa coppia una volta che si fosse decisa a far cadere la maschera.

Scarlett è un'amica di Mack, una di quel famoso trio di minorenni che si proteggevano a vicenda, che si guardavano le spalle.
La stessa però che ha continuato ad aiutarla anche quando cercava Talia, anche quando ha iniziato a intrecciare la sua strada con quella della mafia irlandese.


Vorrei guardare, ma so che è meglio evitare. Lei è Medusa, e se guarderò nei suoi occhi nocciola, sarà la mia fine. È tossica. Velenosa.

Della vendetta, questa giovane donna, ne ha fatta  la sua vita, l'attesa è la portata principale, quella che le permette di tirare avanti fino a che non vedrà scomparire uno ad uno tutti quei nomi che compongono la sua lista.
Gli uomini che fino ad ora ha incontrato non son belle persone, anzi, non sono brave persone.
Come ha imparato fin troppo presto, la bellezza esteriore non rispecchia quella dell'anima, son proprio le persone più inaspettate a celare le anime più malvagie e quello, purtroppo, ha dovuto impararlo sulla sua pelle.

Ora intorno al cuore ha una corazza, ha dovuto metterla per proteggersi dalla vita che conduce, dal peso del tradimento che ha segnato l'inizio della sua nuova vita, e la fine della precedente.
Si è ripromessa di levare di mezzo qualsiasi persona si ponesse davanti al suo cammino, ma non aveva fatto i conti con Il Santo.


"Scarlett, hai la mia parola che nessuno ti farà del male, quando sei con me." "Rory?" "Sì?" "Le tue parole non significano un cazzo."


Rory ha cercato in ogni modo di star lontano da Scarlett. Quella donna, sin dal primo momento, è stata il suo diavolo personale, l'incarnazione vivente di ogni suo desiderio. Mai però che abbia fatto qualcosa per forzarle la mano, per capire chi sia la vera Scarlett. L'odore di intrighi e menzogne che emana è qualcosa impossibile da non sentire, eppure qualcosa lo spinge ogni volta a correre da lei, a volerla proteggere. Perché in fondo, nel mondo oscuro di cui fa parte Il Santo, le donne vengono sempre protette, non importa quanto loro siano così brave a farlo da sé.
In un continuo tira e molla, intrighi e segreti, un diavolo e un santo si scontrano, cercando ognuno di portare l'altro dalla propria parte. Chi vincerà?

"Se continui a guardarmi in questo modo, bambola, rischierò di congelarmi." Un altro sorriso. "Non sai che il diavolo gioca con il fuoco, non con il ghiaccio?"

Ci son volute ore affinché non solo leggessi il libro, ma lo metabolizzassi a pieno. Sofferente e dolorosa è la storia di Scarlett, qualcosa che, ad ogni pezzo del puzzle che si aggiunge, fa piangere il cuore in modi impensabili. Non mi immaginavo certo che venissero celati dei dettagli, ma alcuni… Non ho parole per esprimere come l'umanità in certi punti venga meno, lasciando agli occhi del lettore solo le brutture di cui alcuni sono capaci.
Un punto chiave dell'opera, però, oltre alla vendetta,  è anche il tema della salvezza, qualcosa che traspare soprattutto da un certo punto in poi. Nessuno dei vecchi personaggi verrà dimenticato, perché grazie al pov di Rory si potrà vedere come l'alleanza fra i vari membri sia qualcosa che trascende la semplice amicizia, ma sia qualcosa di ben più profondo.
Come sempre, questo libro non lo consiglio ai deboli di stomaco, a chi non ama i linguaggi coloriti e le scene forti perché, sotto tutto ciò che prima vi ho detto, Il santo appartiene alla categoria dei Mafia romance.
E se anche voi vi chiedete che fine faranno Storm e Booker, una rassicurazione posso darvela: l'autrice sta scrivendo anche la loro storia.


Per leggere le recensioni dei volumi precedenti, cliccare sull'immagine!!

 


Nessun commento:

Posta un commento