Ultime recensioni

Visualizzazione post con etichetta Mia Sheridan. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Mia Sheridan. Mostra tutti i post

martedì 15 marzo 2016

Midnight Lily, #9 The sign of love di Mia Sheridan

Prima di portare alla vostra visione questo succoso gossip, ho dato una sbirciata alle nostre recensioni, così da non saltare troppi libri.

Una data, 1 marzo 2016.
So che non vi ricorderà molto, ma in questo giorno è uscito il nono libro di Mia Sheridan, ahimè in lingua inglese, ma noi abbiamo molta pazienza, vero?


giovedì 3 dicembre 2015

Interview : Mia Sheridan english version


Hello Mia, my name is Fidi and I’m the administrator of the Blog, Romance and Fantasy for Cosmopolitan Girls. I just want tell you how much I appreciate that you agreed to participate in our QandA about your novels we all love so much.

I’m not working alone here, Federica, one of my partners, helped me to choose the questions we want to ask. We both love your writing and we read most of your novels in English.

Also, on behalf of my entire blog and our followers, I want to express a vivid and faithful appreciation for your writing!

Personally, I’m honored to help introduce your novels to more Italian women now that much of your work has been translated to Italian, finally! Better late than never, right? Because of this, so many more people will experience how great your stories are.

What a lovely introduction!! Thank you so very much, Fidi and Federica!

mercoledì 2 dicembre 2015

DIMMI CHE SARAI QUI di Mia Sheridan



Bree Prescott si è appena trasferita nella tranquilla e isolata cittadina di Pelion, nel Maine, dove spera di ritrovare la serenità di cui ha disperatamente bisogno. Proprio il primo giorno nella sua nuova casa sul lago, tuttavia, incontra Archer Hale, un uomo affascinante e solitario. Anche lui, come Bree, nasconde dei segreti dolorosi, ferite che hanno scavato così in profondità da farlo chiudere per sempre nel silenzio. Nessuno in città può dire di conoscere davvero Archer, ma Bree vuole provarci, perché forse l’unico modo per liberarsi dalle catene del dolore e riassaporare la felicità è aiutare quell’uomo a trovare la voce che sembra aver perso per sempre…

mercoledì 18 novembre 2015

Kyland - Mia Sheridan


Dirt poor. Hillbilly. Backwoods hick. Mountain folk. 

Tenleigh Falyn struggles each day to survive in a small, poverty-stricken, coal mining town where she lives with her sister and mentally ill mother. Her dream of winning the college scholarship given to one student by the local coal company and escaping the harshness of her life, keeps her going.

Kyland Barrett lives in the hills, too, and has worked tirelessly—through near starvation, through deep loneliness, against all odds—to win the Tyton Coal Scholarship and leave the town that is full of so much pain.

They're both determined not to form any attachments, but one moment changes everything. What happens when only one person gets to win? When only one person gets to leave? And what happens to the one left behind?

Kyland is a story of desperation and hope, loss and sacrifice, pain and forgiveness, but ultimately, a story of deep and unending love.


THIS IS A STANDALONE SIGN OF LOVE NOVEL, INSPIRED BY TAURUS. New Adult Contemporary Romance: Due to strong language and sexual content, this book is not intended for readers under the age of 18.


mercoledì 11 novembre 2015

TORNO SEMPRE DA TE di Mia Sheridan


Otto anni fa sono stati separati, ma Leo non ha mai smesso di pensare a Evie, neanche per un attimo. Ora è venuto il momento di tornare da lei e di dare una possibilità al loro amore.
Tutti meritano una seconda possibilità? Anche chi mente e inganna per averne una? Persino chi ha fatto di tutto per distruggersi con le sue mani?
Quanto saresti disposto a lottare per avere una seconda possibilità in amore? Una seconda chance nella vita? Un’altra opportunità di raccontare la tua storia?
Ogni amore viene vissuto da due punti di vista. 
Evie ha raccontato la sua storia. Ora è il turno di Leo.

giovedì 15 ottobre 2015

Grayson's Vow di Mia Sheridan



Kira Dallaire is desperate.



Some challenges in life seem too hard to overcome. With little money, and even fewer options, the quick-witted and vibrant twenty-two-year-old needs to reinvent herself. Known for her generous heart and impulsive personality, she devises a survival plan, possibly her most outrageous idea yet. 


Grayson Hawthorn is losing hope.



Some obstacles in life seem too hard to overcome. Betrayal definitely being one of them. With limited capital, and dwindling resources, he is attempting to resurrect his failing family vineyard, a self-imposed vow seemingly destined to fail. That is until a young woman enters his office with an outlandish, unexpected proposition impossible to refuse. 


What begins as a temporary business arrangement, soon evolves into more as vivacious, spirited Kira challenges detached, arrogant Grayson to want more from life. To want more for himself. But as their wills clash and fiery passion ignites, they'll realize that sometimes the past creates walls too difficult to climb, and that lies and deception rarely precede a happily every after.

As Kira and Grayson race toward their destiny, they will discover that some vows are meant to be broken, and others are worth risking everything for . . . even your very own heart.

THIS IS A STANDALONE SIGN OF LOVE NOVEL, INSPIRED BY LIBRA. New Adult Contemporary Romance: Due to strong language and sexual content, this book is not intended for readers under the age of 18. 

giovedì 24 settembre 2015

SE NON TORNI STO MALE di Mia Sheridan


Evie e Leo si sono incontrati all’orfanotrofio quando avevano dieci e undici anni e nel tempo sono diventati amici per la pelle. Man mano che sono cresciuti, il loro legame è diventato sempre più forte fino a trasformarsi in qualcosa di più vicino a una relazione sentimentale: si sono promessi amore eterno e una vita insieme una volta liberi di decidere del loro futuro. Quando Leo viene adottato e si trasferisce in un’altra città, promette a Evie che si terrà sempre in contatto con lei e che tornerà appena maggiorenne a riprenderla. Ma non si farà mai più sentire e per Evie la sua perdita sarà un dolore incontrollabile.
Otto anni dopo, a dispetto di ogni previsione, Evie si è costruita una vita abbastanza tranquilla con un lavoro e degli amici affettuosi. Un giorno, di punto in bianco, si presenta uno sconosciuto sostenendo che il suo amore a lungo perduto, Leo, l’ha mandato a cercarla. L’attrazione tra i due è immediata. Ma Evie è confusa… si può fidare delle parole di questo ragazzo mai visto prima? E che ruolo ha Leo in tutto questo e perché non è venuto lui stesso a cercarla?


lunedì 15 settembre 2014

Archer's Voice - Mia Sheridan

Archer's Voice di Mia Sheridan è un bellissimo romanzo, appartenente al genere romance ma è troppo intenso e profondo per inserirlo in una categoria così vasta. Non ho mai letto niente di simile, ammetto che i libri più semplici e potremmo dire "banali" sono quelle che prediligo dopo una giornata stressante di lavoro. L'ho scelto come lettura per le vacanze estive, scelta più azzeccata non fu mai fatta!!!

"Archer Hale's voice was one of the most beautiful things in the whole wide world"

Bree sta girovagando da un paio di mesi alla ricerca di un posto dove ricaricare le batterie e trovare un pò di pace. E' appena mancato suo padre in una tragica circostanza, si sente persa e senza uno scopo nella vita. Un giorno fa i bagagli e comincia a cercare, e trova una cittadina sul lago nel Maine. L'avvolge subito quella sensazione di calma che desiderava tanto.
Sistematasi in una graziosa casetta e trovato un lavoro come cameriera, comincia ad esplorare il luogo e incontra un uomo strano ma accattivante, scontroso ma dai modi educati. La curiosità di lei ha la meglio e inizia un approccio con il risultato di un totale silenzio dall'altra parte. 
Bree non si da per vinta e dopo qualche domanda in giro, scopre che quell'uomo si chiama Archer e vive da solo in una grande casa circondata da verde con vista sul lago, non parla mai con nessuno ed è considerato da tutti un eremita. 
In seguito ad un'altro giro esplorativo, trova per caso la sua abitazione ed entra a curiosare quando incrocia gli occhi spalancati e circospetti del padrone di casa. Questa volta per conversare usa il linguaggio dei segni, suo padre era sordo quindi per lei è assolutamente normale. Archer questa volta risponde con le mani e incominciano la loro prima "conversazione".
Bree impara molte cose su Archer: non è sempre stato muto ma lo è diventato in seguito ad un misterioso incidente, i suoi genitori sono morti ed è stato allevato da uno zio. Tutto quello che sa, compreso il linguaggio dei segni, lo ha imparato leggendo libri. Evita il contatto con le altre persone perché lo trovano strano e poco raccomandabile, per il suo aspetto trascurato e l'atteggiamento scostante.
Bree e Archer iniziano, a dispetto di ogni giudizio, una relazione che, anche se è incominciata come un'amicizia, si trasforma in qualcosa di molto più profondo e passionale.

“There is nothing to find out. What I know, is that you walked through my gate that day and I lost my heart. But not because it could have been any girl-because it was you. I lost my heart to you. And, Bree, in case you're wondering, I don't ever want it back.” 



Superato il principio euforico dello scoppio dell'amore, la realtà si pone davanti a loro: Bree cerca di inserire gradualmente Archer nella comunità, come andare in città non solo per la spesa, prendere la patente e comprare vestiti nuovi. Comunicare per loro non è mai stato un ostacolo, Archer sa esprimersi perfettamente con le mani ma a volte anche solo lo sguardo sa trasmettere molto più di tante parole. 
“I didn’t know enough to dream you, Bree, but somehow you came true anyway. How did that happen?” He rubbed his nose along mine, pausing and then pulling back again.



Quanto è accaduto ad Archer, lo ha segnato emozionalmente e adesso che ha trovato qualcuno con cui condividere la sua vita ha il terrore di perderla. Dovrà trovare la forza e il coraggio necessari per affrontare le sue paure per non rovinare la cosa più bella che potesse mai capitargli.