Ultime recensioni

giovedì 11 giugno 2015

Uno scatto che ti cambia la vita - Anna Loveangel


Samantha, ha un sogno nel cassetto, vuole diventare una fotografa professionista per una rivista di viaggi. I suoi genitori per spronarla la mandano in vacanza a Nassau.
Quando la giovane arriva alle Bahamas inizia il suo indimenticabile viaggio e mentre si trova in spiaggia a fotografare le acque cristalline e la sabbia bianca, il suo obiettivo si posa sull’uomo più bello che avesse mai visto sulla faccia della terra.
Alto, muscoloso, moro e due pozze blu al posto degli occhi.
La macchina fotografica sembra avere vita propria e non riesce a staccarsi da quell’adone.
Tutto inizia in una mattina di sole.
Sam ha poca autostima e Jay sembra il classico uomo arrogante, bello e presuntuoso… Ma entrambi hanno un sogno nel cassetto. La favola…

Riusciranno due persone completamente opposte a trovare finalmente l’amore?


Samantha era pazza, piena di vita e giocherellona.

Aveva visitato tanti posti, realizzato sogni minori e si sentiva una ragazza davvero fortunata, in venticinque anni era riuscita a realizzare più di quanto sperasse.

Ora però era arrivato il momento di cambiare vita, di migliorare, non voleva più lavorare per le riviste piccole. Mirava a qualcosa di molto più grosso, più importante.

La rivista “National Geographic Traveller” era il suo obbiettivo.

Sono proprio a volte le vacanze, gli imprevisti a segnare nella vita delle persone le svolte più grandi e decisive, come nella vita di Sam.
Tutto era iniziato con lei e la sua reflex, decise come non mai ad ottenere un lavoro nella rivista del National Geographic Travaller, sulle spiagge di Nassau e come è finita? Con lei che fotografa quello che non può non assomigliare ad un adone, fisico scolpito, azzurri occhi blu cobalto incorniciate da lunghe ciglia nere.
Tutto ciò, in pratica, che nella vita comune mai uno si sognerebbe di incontrare.
Tuttavia però Samantha sa cosa vuole, vuole arrivare al suo obiettivo ma da romantica quale è sogna anche la sua favola, tutto quello che chi possiede un’indole romantica anela.
Una cenerentola dei giorni nostri potremmo definirla, una ragazza come tante che vicino alla persona giusta sa brillare di luce propria, ammaliando chi le sta attorno con la sua spontaneità e freschezza.
.
"Centocinquanta dollari a foto. Mi deve un bel po’."

"Posso cancellare tutti i file…" E lui rise, talmente forte che Sam rimase a fissarlo inebetita.

"Cosa la fa ridere in questo modo sguaiato?"

"La tua faccia."

"Perché che faccia ho? E poi nessuno l’ha autorizzata a darmi del tu!"

"Hai un viso rosso e buffo…"

Sam s’irritò facendo due passi indietro.

"Comunque stavo scherzando. Non ho bisogno delle foto tantomeno dei soldi. Volevo solo prenderti u
n po’ in giro."

Antipatico, deficiente e cretino. Però anche bellissimo e sensuale.
A primo impatto Jay risulta tutto fuorché il principe azzurro che salva la bella addormentata, con il suo fascino e la sua bellezza, sa di avere il mondo ai suoi piedi, un mondo in cui Samantha non sembra esserci.
Per lei questo sconosciuto non è altro che una delle tante comparse che si susseguono nella vita di una persona e mai avrebbe sperato che quella persona diventasse qualcosa di più, qualcosa di unico.
Solo con lei Jay abbassa la maschera che ha sul viso, senza aver timore che coloro che gli si avvicinano ambiscano solo al suo portafoglio, mostrandole un lato di se’ che non può non farle mancare un battito del cuore, non può lasciarla indifferente.
Da subito si instaura fra loro un clima di complicità per cui combattere non serve a nulla se non ad alimentare quei sentimenti che piano piano stanno iniziando ad albergare in loro.

"Questi non dovrebbero essere problemi tuoi. Comunque ho già organizzato tutto. Ora puoi andare."

Era diventato duro, solo Sam aveva il potere di addolcirlo, come ci riusciva, non lo sapeva. Ciò che sapeva era che, quando lei era al suo fianco, nulla aveva senso. Sbuffò, le mancava Sam, le mancavano i suoi occhi e il suo sorriso.

Si stava legando a una donna, che stranezza pensò

Riuscirà questa alchimia a durare più del soggiorno di Sam a Nassau, creando qualcosa di unico e mozzafiato, o sarà soltanto uno dei tanti ricordi destinati a sbiadire negli anni, come una fuggevole vacanza?
Un libro che cattura il lettore dalla prima all’ultima pagina, lasciandoci scappare un sorriso di fronte alle “imprecazioni” di Sam e alle vere imprecazioni di Jay, facendoci sperare che le favole ancora esistano in questa realtà dove non c’è spazio per nulla, tantomeno per i sogni che a volte ci fanno sospirare.



2 commenti: