Ultime recensioni

giovedì 24 novembre 2016

POCO DOPO LA MEZZANOTTE, ORA DI MONACO di Lou Watton


Questo breve racconto è il settimo e ultimo episodio di una serie erotica M/M.

Brad è uno straniero misterioso che noi possiamo conoscere solo attraverso gli occhi dei diversi uomini che incontra quando è in vacanza.

Ogni volta ha storie brevi ma molto appassionate, e lascia i suoi amanti perplessi circa le sue motivazioni e suoi obiettivi. Brad rimane sempre un enigma per loro.

E voi? Sarete in grado di decifrarlo?
Niente spoiler, lo so, ve lo promisi tempo fa e spero, sino ad ora, di aver mantenuto la promessa. Cercherò di essere il più criptica possibile, o almeno spero.

Protagonista di questo ultimo capitolo Dean, l'ultimo misterioso viaggiatore che incontrerà Brad in queste vacanze ed ultimo, ma non meno importante, il paesaggio di Monaco i primi di Gennaio, quando ancora ad illuminarla ci sono le bancarelle natalizie, pronte a creare un'ambiente a dir poco fantastico. 

Dean e Brad si scontrano e da quell'incontro, all'apparenza come tanti, qualcosa è destinato a cambiare. Qualcosa di così impensabile da lasciare noi lettori a spalancare gli occhi.

Ma questo... 
tu puoi chiamarla telepatia. 
Era una prova materiale che eravamo connessi. 
E ho cominciato a pensare che probabilmente è questo ciò che è l'amore. 
Quando non è necessario troppo tempo per essere vicini.
E come collidere e cominciare immediatamente a fondersi.

Se siete arrivati a leggere fino a questo punto, ormai penso abbiate capito che Brad, (per quanto possa amarlo) è una persona carnale, che difficilmente si lascia andare ai sentimentalismi. E' molto criptico ma, più di ogni altra cosa, è un amante del controllo. Basta una virgola fuori posto per creargli scompiglio e, come ogni persona che si rispetti, ha un tallone d'Achille. Le emozioni stesse sono per lui un'arma a doppio taglio, ecco perché cerca sempre una briglia.



«Le mie emozioni hanno la meglio su di me. 
Non c'è nient'altro di cui io abbia così paura. 
Possono uccidere, 
ma la morte non è la cosa peggiore. 
La cosa peggiore è quello che succede subito prima di morire;
 è quello che ti uccide realmente. 
Sei in un tale dolore che non hai scelta. 
Nessuno muore di divertimento, 
nessuno muore di noia. 
Se lasci libero questo mostro, 
sei perduto. 
O, perlomeno, io sono stato perduto. 
E tu sarai fortunato se sei diverso.»




Ad ogni modo, ognuno di voi avrà visto ciò che è accaduto a Brad negli ultimi volumi, no? Bene, preparatevi ad essere stupiti un'altra volta, per l'ultima purtroppo, perché come ogni vacanza che si rispetti, prima o poi deve veder finito il suo percorso, e Monaco, per Brad, è stata l'ultima tappa di un lungo viaggio, dove ha incontrato ( e lasciato andare poco dopo) molte persone e che presto lo riporterà a Londra, nella sua casa, lasciando noi lettori con un pizzico di malinconia nel cuore.

Un piccolo spoiler che non è uno spoiler esplicito, ecco. Ve lo lascio anche fra parentesi, così saprete quanto lungo sarà il pezzo da saltare, qualora non vogliate rovinarvi il momento.

(In questo romanzo molti segreti verranno svelati, segreti che in parte vi faranno capire il modo di pensare di Brad sulla vita, altri vi faranno capire qualcosa in più su tutti gli uomini che presero un piccolo pezzo di lui, nel corso di questa serie).

Cercare di non far spoiler, in così poche pagine, è davvero dura. O almeno, lo è stata per me.
Una cosa l'ho da dire, quando iniziai questa avventura, non sapevo cosa aspettarmi, ma sicuramente mai mi sarei aspettata di trovarmi spiazzata dalla capacità con cui Lou Watton è riuscito a mandare in frantumi anche l'ultima mia certezza ( e con essa la mia teoria su chi fosse Brad).
Penso che l'autore sia capace di creare illusioni con le sue parole con un'abilità tale da incantare il lettore in poche pagine, perché mai nessuno è riuscito a colpirmi come ha fatto lui, in così poco tempo.

A primo impatto fu la sua prima cover a parlare per lui, a lasciarmi incuriosita di fronte a quell'uomo che non capivo chi fosse. Poi, passo dopo passo, mi son ritrovata ad innamorarmi di Brad (benché sia stato un amore non corrisposto, non avete bisogno di dirmelo, purtroppo) e infine dei paesaggi mozzafiato che dipingeva l'autore, luoghi capaci di catturarmi al pari della storia stessa, così vividi da togliere il fiato. In poche pagine mi son ritrovata a visitare posti lontani da me, ad essere come una piccola valigia di Brad. Ho amato ogni attimo passato in sua compagnia, e ora che questa vacanza è finita pure per me, non posso non portare nel cuore la nostalgia di ciò che è stata, e con essa un piccolo souvenir di questa saga che così a lungo mi ha tenuto compagnia.

Ps, vi lascio anche il mio regalo, o almeno così lo definisco io. L'uomo qui sopra altro non è che la mia versione di Brad. E voi? Che volto avete dato al nostro uomo misterioso?

Vi lascio anche qui ti seguito i titoli che compongono questa serie, con i link alle nostre recensioni.

7 - Poco dopo la mezzanotte, ora di Monaco.







Nessun commento:

Posta un commento