Ultime recensioni

lunedì 31 luglio 2017

BOOK TOUR: Illicit by M.N. Forgy


My desire for her is forbidden. My infatuation is illicit. I’m betraying my club. And if the wage of my sin is death, then this woman is going to get me killed.




I’m an animal, a member of the Sin City Outlaws motorcycle club that isn't capable of human compassion. So I’ve been told anyway.
Raven is my club’s prisoner. I’ve been ordered to break her. It should be easy given my violent history. But being this close to a woman—this woman—for the first time in a long time, is like sharing company with the demon Lilith herself.
She’s my perfect toy. Filled with a dark rage. Blessed with perfected beauty. Sinfully sweet and wickedly divine. Everything about her solicits the demons inside me
I want to hear her screams. I want those big, dark eyes looking up at me—silently begging me for mercy. I want to be her heaven…and her hell. 
My desire for her is forbidden. My infatuation is illicit. I’m betraying my club. 
And if the wage of my sin is death, then this woman is going to get me killed.

Traduzione a cura di QueenAnne

Sono un animale, un membro del club dei motociclisti dei Sin City Outlaws, incapace di provare compassione umana. Comunque così mi è stato detto.
Raven è prigioniera del mio club. Mi è stato ordinato di spezzarla il che dovrebbe risultare facile vista la mia storia violenta. Ma stare vicino a una donna, a questa donna, dopo tanto tempo è come dividere la compagnia con lo stesso demone Lilith.
è il mio giocattolo perfetto. Piena di una rabbia oscura. Benedetta da una bellezza perfetta. Peccaminosamente dolce e malvagiamente divina. Tutto di lei sollecita i miei demoni.
Voglio sentirla gridare. Voglio che i suoi grandi e scuri occhi mi guardino e che in silenzio mi chiedano misericordia. Voglio essere il suo paradiso… e il suo inferno.
Il desiderio che provo per lei è una cosa proibita. La mi infatuazione è una cosa illegale. Sto tradendo il mio club.
E se dovrò pagare il mio peccato con la morte, allora questa donna mi farà uccidere.




La serie dei Sin City Outlaws prosegue spedita, senza cali di tensione anche con questo quarto romanzo la cui storia, devo ammettere, mi ha colpito molto, quasi più he nei precedenti. La vicenda ha come sfondo, naturalmente, il club dei motociclisti di Las Vegas i protagonisti della storia sono Machete il più violento dei fratelli, e Raven. Il compito del biker è quello di spezzare la volontà della la ragazza che i Sin City hanno preso in ostaggio, e indurla a collaborare. Raven è l’unica a sapere dove trovare Cross, il nemico giurato degli Outlaws, e Machete possiede gli argomenti giusti per convincerla a parlare. La sua fama da psicopatico è una garanzia, basta guardarlo per capire quanto sia poco propenso alla pietà. Nessuno resiste ai suoi metodi di persuasione, tuttavia Raven si dimostrerà un osso duro perché, come lui, nella vita ha subito moltissimo.
Our life is ripped into blood and pieces for what we believe in, and what we’re running from. Pain.
Machete e Raven hanno molto in comune, entrambi cresciuti nel dolore sono più simili di quanto possano immaginare.
Abituato fin da piccolo ad un ambiente familiare complicato (il padre militare lo ha indotto a una educazione dura e la madre bipolare alternava momenti di lucidità ad altri di schizofrenia), Mace Ryder è cresciuto senza calore né affetto. Il suo unico tentativo di provare ad amare si è risolto con un matrimonio fallito e la perdita di quel poco di umanità rimasta. Le cose sarebbero andate sempre peggio se ci non fosse stato il club, grazie a Zeek, il presidente degli Outlaws, Machete ha ritrovato la forza per uscire dal baratro in cui era sprofondato e anche una nuova famiglia, l’unica.
Raven ha avuto un’infanzia da incubo, strappata alla famiglia da Cross, un uomo spietato e senza scrupoli, si è ritrovata assieme ad altri bimbi a vivere in cattività, sottoposta a ogni genere di tortura per essere trasformata in un’arma, una specie di automa incapace di provare sentimenti. In quella strana prigione ha incontrato Alessandra, l’attuale compagna di un altro componente dei Sin City, ha lavorato con lei nel dipartimento di polizia comportandosi da falsa collega. In realtà la sua missione era quello di rapirla e riportarla da Cross. (RETALIATE). Grazie all’intervento degli Outlaws, Alessandra è tornata sana e salva al club e Raven è stata catturata e consegnata nelle abili mani di Machete.
Raven si dimostra da subito una preda difficile da domare, una sfida estenuante che Machete non vede l’ora di raccogliere e di vincere. In ballo c’è l’onore e la sopravvivenza del club, lui lo sa benissimo, ed è per questo che non può fallire. Pur affascinato dalla ragazza, inizia il suo lavoro come sempre, nessuno intravvede i suoi demoni, li comprende e ne rimane affascinato. La loro rappresenta una sfida difficile che non ha alcuna intenzione di perdere. Per Raven, però, abituata a soffrire, la violenza non costituisce un problema. Per raggiungere l’obiettivo Machete deve cambiare tattica e deve farlo in fretta.
“… She’s not going to be like anyone you’ve um… tortured before, Machete. […] She’s conditioned to withstand this kind of things”
 Messo in guardia da Alessandra, Machete deve cambiare tattica, se vuole vincere la resistenza della ragazza, deve fare leva sulle sue paure.
“wait!” she screams bloody murder, and lit’s like a music to my ears. I stop to turn, hoping she’s going to tell me something I want to hear.“Please, turn the light back on!” She begs and a wolfish smile fills my face.“Are you afraid of the dark?” […] “Don’t do it, please don’t live me in the dark” Her voice laced with despair that ignites my inner beast.
Machete gode nel sentirla gridare, tirare fuori le sue paure equivale a un gioco molto erotico ma anche molto pericoloso. La reazione inaspettata di Raven davanti alle torture, finisce per destabilizzarlo, pur essendo il suo giocattolo, la ragazza diventa importante. Machete vuole proteggerla e, anche se sa che così facendo si metterebbe contro i suoi fratelli, è disposto lo stesso a rischiare per lei e a fidarsi di nuovo.
Being accepted by people who are the same as you is better than pretending you’re something you’re not… so you don’t feel lonely.
Raven, d’altro canto, per la prima volta si sente desiderata, compresa. Anche lei ha bisogno di Machete perché si sente al sicuro.
… If staying in the dark with you forever is love, then I never want to feel the warmth of the sun again.
La storia di Machete e Raven è bella e intensa. Entrambe anime solitarie e dannate hanno conosciuto l’inferno, attraverso grida di dolore e sofferenze raccontano una storia silenziosa che solo dei cuori oscuri possono comprendere. Poi si sono trovate e insieme hanno cominciato un percorso verso la redenzione.
Nobody is unredeamable.
Bello è anche il personaggio di Gatz: il suo è un cameo straordinario tanto tenero, quanto sfortunato, per lui Machete nutre un sentimento fraterno molto forte e intenso.
ILLICIT è un romanzo bello, di forte impatto, e come ho detto all’inizio, è senz’altro il migliore della serie. Adesso aspettiamo gennaio per un altro capitolo dei Sin City Outlaws Motorcicle club.

“Kill me?” she whispers, her fingertips caressing my cheek. I want to push my body onto her, and feel her warmth against my skin one more time before I take her life and her body cools. I’m going to enjoy her. She’s dark and twisted. 
I smile and bend down to get closer to her. Running my hand through her soft black hair I pet her, brushing her loose hairs away from her face. Fuck, I’m excited to play with her, hear her scream and watch her fear me. To quickly kill someone as pretty and smart as her would be a goddamn waste. Like breaking a toy before you got a chance to play with it, this needs to be done slowly. 

“Oh no sweetheart, the fun is just about to start,” I threaten in a low whisper.

Something dark passes over her face, but she doesn’t break eye contact. It’s almost as if she sobers completely. 

Suddenly a foot strikes me in the chest and I sail into the side of the van.








**Can be read as a standalone**


Watch the book trailer HERE: https://youtu.be/spBN1jCZDzg

Per leggere le recensioni dei capitoli precedenti, cliccare sull'immagine!! 





M.N. Forgy was raised in Missouri where she still lives with her family. She's a soccer mom by day and a saucy writer by night. M.N. Forgy started writing at a young age but never took it seriously until years later, as a stay-at-home mom, she opened her laptop and started writing again. As a role model for her children, she felt she couldn't live with the "what if" anymore and finally took a chance on her character's story. So, with her glass of wine in hand and a stray Barbie sharing her seat, she continues to create and please her fans.


Stalk Her:  Website | Facebook | Twitter | Goodreads

Nessun commento:

Posta un commento