Ultime recensioni

venerdì 22 giugno 2018

RED di Isabelle Ronin


Una discoteca. Una serata folle. Un vestito rosso fuoco. Uno scambio di sguardi. Questione di attimi. Attimi in cui tutto, all’improvviso, cambia. Così inizia la storia di Caleb e Veronica.

Lei, ventun anni, è sola al mondo e per un tragico gioco del destino si ritrova contemporaneamente senza soldi e senza casa. Disperata, decide di affogare tutta la tristezza in un’ultima notte di sfrenato divertimento. Non immagina certo che di lì a poco incontrerà un ragazzo bellissimo che le offrirà la possibilità di risollevarsi e allo stesso tempo le stravolgerà l’esistenza.

Lui, fino a quella notte, pensava di avere già tutto quello che un ventenne può desiderare. Ricco, adorato da tutti, un futuro brillante davanti a sé. Ma non appena posa lo sguardo su “Red”, la ragazza dal vestito rosso fuoco, per la prima volta nella sua vita sente di desiderare qualcosa, o meglio qualcuno, con tutto se stesso.

Senza pensarci due volte, si offre di aiutarla e le propone di trasferirsi a casa sua. E la ragazza, pur riluttante, accetta. Fidarsi delle persone non è facile per lei. Troppe volte è stata delusa e ferita. Ma quel ragazzo sembra diverso. È come il sole, caldo e luminoso, ed è difficile non desiderare stargli vicino.

Inizia così la loro convivenza, tra i tentativi di Veronica di tenere lontano il ragazzo che l’ha condotta fuori dalle tenebre e quelli di Caleb di scalfire l’armatura che lei si è costruita negli anni per proteggersi. Perché di una cosa è certo: vuole fare parte del mondo di Red, vuole conoscere tutti i segreti nascosti dietro ai suoi occhi da gatta e trasformare il fuoco che sente bruciare in lei in un incendio indomabile.
La storia di Veronica e Caleb è fuori dalle righe.

Si incontrano/scontrano per caso, in una discoteca. Lei vuole dimenticare la sua vita, lui vuole solo divertirsi. Eppure quando Caleb la vede SBAM colpo di fulmine preso pienamente in fronte senza neanche passare dal via.


"...Al centro della pista una ragazza ballava – no, anzi, “volteggiava” – in modo così sensuale che non potei fare a meno di fissarla. Si muoveva come se stesse facendo sesso.
L’abito corto e attillato aderiva al suo corpo a clessidra quasi fosse una seconda pelle, seducendo i tanti occhi che la guardavano. Ed era di un rosso peccaminoso. Maledizione!..."

Caleb passa nel posto giusto nel momento giusto e complice l'ubriachezza molesta di lei riesce a farsi confessare giusto un paio di cose che potrebbero cambiarle il modo di vivere. Veronica voleva solamente passare solo una serata da ragazza normale e certo non poteva credere di mettersi proprio in un
bel pasticcio.

E invece si ritrova a vivere con quel ragazzo rubacuori (oppure mutandine a seconda dei casi) che piano piano si riesce a intrufolare nella sua vita facendole credere che poi alla fine non è cosi rotta come pensava...aveva solo bisogno del giusto legame tra uova e farina per fare degli splendidi pancake...

«Smettila di piangerti addosso, Caleb. Combatti.» Gli strinsi la mano. 
«Ridammi i tuoi sorrisi, perché senza di loro c’è qualcosa di sbagliato nell’universo.» 
… 
«Non lasciarmi la mano, Red» disse Caleb mentre mi trascinava fuori casa. 
«E i pancake?» chiesi confusa. 
«Pancake per me significa tenerti per mano e camminare sulla spiaggia.» 
Il mio cuore accelerò ulteriormente.

Ammetto che Red mi ha piacevolmente stupita e conquistata. La storia è raccontata a POV alternati e tra un Veronica e un Caleb a volte ci capita anche un personaggio che racconta la sua versione della storia (e io voglio sapere...devo sapere). Sicuramente aspetto con ansia il secondo volume della serie anche perchè questo mi ha lasciato un pochino con l'amaro in bocca sul finale e soprattutto con una grandissima curiosità.

"...Ma l’amore non doveva rendere felici le persone? Scaldarle e proteggerle? 
Allora perché scatenava così tanto dolore?..."

Direi che ho già fatto una cernita dei miei personaggi preferiti e spero che la storia di due in particolare, che shippo tipo tantissimo, venga approfondita magari in un 3/4/5/millemillesimo romanzo perchè se la Ronin decide di non farlo io prendo vado in Canada e mi incateno al cancello di casa sua u.u.

Insomma Red ti promuovo a pieni voti, soprattutto perchè non sei stato banale e scontato come ci si poteva immaginare da un fenomeno Wattpad (se ripenso ad alcuni piango dal dolore) o da un classico Young Adult. Hai assestato dei bei colpi che riescono a tenere alta la concentrazione e ammetto che la storia in se ha aiutato parecchio a non farmi mai staccare dal Kobo.

Quindi, in attesa del prossimo romanzo, che credo dovrebbe uscire a breve, vi dico questo: leggetelo, leggetelo, leggetelo.

Isabelle Ronin è una scrittrice filippino-canadese diventata famosa per lo straordinario successo riscosso su Wattpad dal suo romanzo Chasing Red. Quando non scrive, la potete trovare a zonzo tra librerie, caffè e, quando possibile, in spiaggia. Vive a Winnipeg, in Canada.


Nessun commento:

Posta un commento