Ultime recensioni

Visualizzazione post con etichetta Katja Millay. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Katja Millay. Mostra tutti i post

giovedì 9 ottobre 2014

Il tuo Meraviglioso Silenzio - Katja Millay




Vorrei ringraziare la mia carissima amica Ketty per aver recensito questo libro per il mio blog. Dopo averla rincorsa per un pò finalmente ha trovato il tempo per scrivere questa recensione. Grazie amica!! 




Nonostante il tuo Meraviglioso Silenzio, scritto da Katja Millay l'abbia trovato bizzarro e fuori da ogni logica, mi è piaciuto veramente molto. È uno di quei libri che ti tengono sveglia fino alle due del mattino, per il quale non dormiresti nemmeno se non fosse per puro bisogno fisico. Molte amiche mi hanno consigliato questo libro e, dopo averlo letto e scoperto quanto bello fosse, mi sento di consigliarlo vivamente a tutte voi. 
Il tuo meraviglioso silenzio è un titolo perfetto visto che la nostra protagonista, Nastya, non parla da due anni con nessuno, da quando ha ricordato tutto. Si definisce morta, e credo che mai definizione fosse più azzeccata. Inizialmente ho seriamente pensato che lo facesse per le atrocità che aveva passato – ma che si comprendono solo alla fine - le stesse che ti fanno avere gli incubi di notte; invece no, lo fa per propria volontà. I suoi sogni sono stati distrutti, la sua vita è stata irrimediabilmente cambiata; non potrà più suonare il piano, unica sua ragione di vita, ed ormai non vede più un futuro per lei.



Nastya si trasferisce dalla zia in Florida, visto che in casa sua, con la famiglia, non riusciva più a vivierci. Troppi ricordi, troppa sofferenza nel vedere i loro volti segnati dal dolore per lei. Si veste nei limiti della decenza scolastica e cambia completamente identità, visto che ormai la sua, quella reale, le è stata strappata quel giorno maledetto.





Ogni scelta che ho fatto da quando la mia vita è andata in fumo per autocombustione è stata messa in dubbio. Non sono mai mancate le persone pronte a sputare giudizi sui modi che ho adottato per affrontare la cosa. Chi non ha mai ingoiato merda crede di sapere tutto su come devi reagire quando la tua vita viene distrutta. E chi invece l’ha ingoiata pensa che tu debba affrontare la situazione facendo esattamente quello che ha fatto lui.