Ultime recensioni

venerdì 8 aprile 2016

RITRATTO DI UN PREZIOSISSIMO AMORE INDECENTE di Federica Gnomo Twins


Nella Vienna degli inizi del Novecento, il pittore espressionista Thomas Shieller vive con la sua modella preferita, Edith, ed è insoddisfatto della sua espressione artistica. Grazie all’incontro casuale con Wilhelm, un ragazzo inconsapevolmente bello, troverà il suo ideale di perfezione artistica, insieme a un amore contrastato e indecente.
Collocato in una Vienna d’inizio Novecento l'emancipato ed irruente pittore Thomas Shieller, allievo del rinomato Gustav Klimt, riversa dentro ai suoi quadri l’angoscia e la rabbia che si agitano nel suo animo contorto. Sua musa ispiratrice di sempre è Edith, una donna dotata di un corpo statuario e di una bellezza a dir poco abbagliante, che ha rinunciato a tutto per lui in nome dell’amore… Ma ciò nonostante il pittore non si dà pace, sente che ai suoi quadri manca quel “quid” in grado di rappresentare appieno la sua arte e per questo è in continua ricerca. 


“Lunghi capelli rossi inanellati attraggono il mio sguardo, ma niente, continuo a sbagliare. Ho in mente altro. Qualcosa che in lei non riesco a trovare. Durezza e dolore, forza e spasmo, colore, tratto forte. Provo e riprovo inutilmente. Mi spazientisco. Devo uscire. Respirare.”

  
Un giorno, casualmente, durante una passeggiata in riva al fiume scorge Wilhelm che con la sua genuina bellezza abbaglia il pittore che non si dà pace e decide di pedinarlo. Con poche frasi convince la madre del giovane che il figlio deve soltanto fargli da modello per la sua arte e che sarà ben retribuito; l’accordo è sancito e Wilhelm lo segue. Capelli scuri, occhi languidi e un sorriso che incanta… Nonostante la giovane età Wilhelm è sia uomo che ragazzo, sa bene in cosa consista la vera fatica e cosa significhi patire il freddo e la fame. Ma per quanto riguarda l’amore è ancora ingenuo e inesperto. Ma spesso mentre una storia d’amore fiorisce, tramano nell’ombra persone animate da rancori e ostilità… Riusciranno i due ad avere il loro lieto fine in una città così bigotta e conservatrice come la Vienna di allora? 
“Ritratto di un preziosissimo amore indecente” è un piacevolissimo romanzo rosa che affronta in maniera delicata le mille sfaccettature dell’amore in particolare di quello omo-erotico, ci troviamo dinanzi ad una climax ascendente di amore e passione che si mescolano in un mix davvero straordinario. 

“L’amore è dove riponi il dolore. E io lo ripongo su quel centimetro di spazio vuoto, quel tratto di matita che non riesco a percorrere, quell’anelito e basta.”

Ho apprezzato molto la prosa quasi poetica di quest’autrice. Il racconto è scritto in prima persona con qualche virtuosismo linguistico veramente idilliaco. La scrittrice ci rende partecipi dei tormenti amorosi di questo pittore che non sa come reagire davanti alla tempesta di emozioni che gli affolla il cuore al solo vedere quel giovane; è combattuto perché non vuole rinunciare a Edith, in fondo lui è sempre stato affascinato dalle belle donne, ma Wilhelm turba i suoi sogni e gli fa desiderare ardentemente di stringere quel corpo tra le sue mani. Thomas sa di essere un uomo e Wilhelm è ancora soltanto un ragazzo, quasi sente di approfittarsi di tanta inesperienza. 
Per l’epoca il loro è un amore indecoroso che potrebbe danneggiare non solo la sua carriera, ma anche Wilhelm stesso. Cosa fare?
Ispirazione, gelosia, vendetta, arte, un vago sentore di complotto sono gli elementi che si respirano in queste 140 pagine. Non lasciatevelo scappare ed immergetevi tra queste dolcissime pagine.

"Lei si fida di me, Wilhelm si fida di me, e io non mi fido di me stesso. Sto ingannando tutti, me per primo."


Federica Gnomo Twin è autrice di una ventina di racconti, spesso M/M, usciti con case editrici serie e di larghe vedute (Historica, Delos Books, Perrone, Butterfly, Watson e tante altre). Il suo primo romanzo pubblicato, semifinalista al Torneo Io Scrittore, è “Il ragazzo alla pari”, (Gremese, 2013): una commedia rosa in cui la protagonista si prende in giro vivendo le ansie di un rapporto considerato sconveniente.
Nel suo blog “Gnomosopralerighe” (http://gnomosopralerighe.blogspot.it/) pubblica racconti, ricette, recensioni di libri, impressioni di lettura ed esperienze editoriali. Promuove scrittori con interviste culinarie/letterarie molto seguite.


Nessun commento:

Posta un commento