Ultime recensioni

mercoledì 20 aprile 2016

UNA SFIDA COME TE di Katie McGarry


Ottimi voti, stile impeccabile e una carriera di successo: ecco cosa si aspettano tutti da Rachel Young. Specialmente la sua numerosa e assillante famiglia. Ma nessuno sospetta che dietro quella maschera di perfezione si nasconda una ragazza fragile con una lista interminabile di segreti. Segreti inconfessabili come la passione per la velocità e le auto da corsa. O come Isaiah, i...l bad boy dai penetranti occhi grigi che una notte la aiuta a sfuggire alla polizia. Isaiah rimane subito affascinato dal sorriso dolce e innocente di Rachel, ma l’ultima cosa di cui ha bisogno è rimanere invischiato nei problemi di una ragazza come lei. Quando però una minaccia incombe prepotente sulle loro vite, Isaiah e Rachel sono costretti a collaborare e a partecipare insieme alle corse automobilistiche. Solo così scopriranno quanto in là sono disposti a spingersi per salvare ciò che resta del loro futuro, e del loro cuore.
Ho talmente tante cose da dire su questo romanzo che non so da dove iniziare.

Proviamo dall'inizio, cosa ne pensate?
Abbiamo lasciato Isaiah, ferito e abbandonato dalla donna che pensava di amare: Beth. Infatti, come tutte le fan della McGarry ricorderanno. nel romanzo precendente  Beth lascia Louisville per seguire lo zio e si innamora di Ryan. Ricordiamo tutti quando Isaiah le dichiara il suo amore e lei dice di amarlo solo come un fratello?
Partiamo da qui. Isaiah non vuole sentire parlare della ragazza e vieta a Noah anche di nominarla. Insensibile ad ogni nuova emozione Isaiah si chiude ancora più in sé stesso.
Fino a quando un giorno non si presenta in un parcheggio, pronta per gareggiare ad una gara automobilistica illegale, Rachel.
Con capelli lunghi, bionda e occhi talmente blu da sembrare viola, Rachel è la donna di cui ogni uomo dedito alle corse e alle macchine, si innamora. E' un genio dei motori e anche un buon pilota.
Peccato che lei faccia parte della zona off-limts di Isaiah. Di famiglia benestante à la gemella di Ethan, e sorella di Wes, Gavin e Jack. Praticamente è circondata da uomini che cercano in tutti i modi di proteggerla.
Rachel nasconde un segreto e la vita che conduce a casa non è delle più semplici. L'incontro con Isaiah cambierà tutto.


In un primo momento, Rachel sembra una protagonista sensibile e debole ma pagina dopo pagina scopriamo una volontà e una lealtà nei confronti delle persone che ama senza precedenti.



**Amo come intrecci le dita tra loro e ti scansi i capelli dal viso quando sei nervosa. Amo come ti offri completamente a me...senza paura. Sei leale e forte**.

E veniamo al pezzo forte: Isaiah.

**Aveva le braccia ricoperte di tatuaggi e due cerchietti d'argento su ogni orecchio. Diede le spalle a una Mustang nera e mi inchiodò con lo sguardo.**



Quale ragazza, sana di mente, potrebbe resistere a quegli occhi grigi capaci di metterti in imbarazzo?
Di certo non Rachel.
E Isaiah comprende cosa vuol dire amare veramente. Una ragazza che combatte e che non ha bisogno di essere protetta come Beth. Conosciamo Isaiah come un duro, un ragazzo che tiene i sentimenti e le persone a distanza. Causa del suo malessere i suoi affidi disastrosi e l'abbandono della madre.
Ma Rachel si insinua nella sua mente e nella sua anima e lui non può far altro che cedere. Semplicemente. Ma la guerra interiore è dura. Le sue insicurezze tornano sempre a tormentarlo. La paura stessa di perderla come con Beth, lo rende diffidente. Il chiarimento con Beth sicuramente lo aiuterà a trovare pace.

**A Rachel non potevo piacere perché non mi conosceva. Non conosceva il vero me stesso. Per lei la vita era fatta di raggi di sole, arcobaleni e fottutissimi unicorni rosa pastello. Io non ero altro che oscurità, nubi e topi.**

La bravura della McGarry è proprio nel descrivere Isaiah. Come già detto lo incontriamo e sembra un uomo di 25 anni. Il lettore dimentica che ha solo 17 anni. Ma ad un certo punto della storia, lo si comprende e finalmente troviamo il vero Isaiah. Studioso diciasettenne che ha trovato qualcuno per cui lottare.

**Merda. Dio esisteva e per dimostrarlo aveva mandato un angelo in una Mustang bianca**.

Meraviglioso. Non ho parole per descrivere la maestria dell'autrice e la bellezza di questo personaggio. Ho aspettato un anno per conoscere la storia e le origini di Isaiah, ma ora? Sono dispiaciuta. Dirgli addio sapendo che la sua storia è stata tracciata e raccontata mi ha reso triste.

Con questa emozione  vi consiglio questo libro.





Nessun commento:

Posta un commento