Ultime recensioni

venerdì 16 dicembre 2016

SEI L'ARIA CHE RESPIRO di Daniela Volonté


Claire Ashford è la ragazza più popolare del liceo di River Lake: bella, bionda, capitano delle cheerleader e fidanzata con il quarterback della squadra di football. Ryan Matthews è uno degli studenti migliori della scuola, ma non ha molti amici e nemmeno ne vuole: ha le idee chiare circa il proprio futuro e non intende legarsi a nessuna ragazza. Quando però Claire e Ryan, loro malgrado, si ritrovano costretti a trascorrere del tempo insieme, scoprono di avere in comune molto più di quel che pensavano e la molla dell’attrazione scatta con tutta la sua potenza. Da questo momento in poi, ogni cosa è destinata a cambiare, perché la vita vera è alle porte…
Una sola parola per descrivere questo libro MERAVIGLIOSO!!! Ancora una volta Daniela Volonté sorprende i suoi lettori con una storia che si discosta da quelle precedenti, ma che non è da meno!

Il futuro è un salto nel buio e per vedere quel che c'è oltre non si può far altro che lasciarsi andare. Soltanto così permetteremo alla vita stessa di sorprenderci.

Claire è la ragazza più popolare del suo liceo. Bionda, quasi capitano delle cheerleader, ha due fantastiche migliori amiche ed è fidanzata con il quaterback della squadra di footoball, Trev. Una ragazza con la testa sulle spalle, con la fissa delle liste e una grande paura per quello che potrebbe riservarle il futuro. Le cose andrebbero bene se il suo ragazzo non facesse costantemente lo stupido, solo per mettersi in mostra prendendo in giro i nerd, i secchioni e gli asiatici presenti nell'intero istituto, e Claire ogni volta fa il possibile per limitare i danni. Ma c'è un solo ragazzo che la mette in soggezione ogni qualvolta che posa i suoi occhi su di lei. Ogni volta che incrocia lo sguardo di Ryan, trema tutta, come se si sentisse troppo esposta; difficile sostenere il suo sguardo, difficile anche solo riuscire a parlargli, ma ogni barriera verrà abbattuta quando si troverà a scortarlo dal suo amico Sam, mira degli scherzi pesanti della squadra di football, scusandosi per il comportamento del suo ragazzo.
Dal canto suo Ryan odia Trevor Finch, e spera un giorno non troppo lontano di riuscire a dargli una lezione, e al momento sfoga la rabbia e la frustrazione con la corsa e sfiancandosi con il lavoro che tanto ama, soprattutto per non pensare.
Due ragazzi che non potrebbero essere più diversi, e che si ritroveranno a condividere molto di più di quello che la vita riserverà loro: felicità, popolarità, sofferenza, perdita, amicizia, amore...
Riusciranno ad abbattere tutti i pregiudizi, a superare qualsiasi ostacolo si presenterà loro davanti e imparare a conoscersi giorno dopo giorno?!?

Non ci sono parole quando ritrovi la metà del tuo cuore. Quando vivi per settimane cose un funambolo che cade di continuo perché ha perso il suo equilibrio e poi lo ritrova all'improvviso, grazie a dei fili invisibili che lo aiutano a sorreggersi.

Cari Lettori, quello che vi ho raccontato è solo la punta dell'iceberg... l'intera storia non è semplice da descrivere senza accennare a piccoli spoiler, per questo vi dico che dovete LEGGERE questo romanzo. L'autrice decide per la prima volta di lanciarsi a occhi chiusi in una strada mai percorsa prima: lo young adult. E lasciatemelo dire: l'esperimento è riuscito alla grande.
Con grande maturità e maestria ha descritto il complicato mondo dei ragazzi che si trovano a un punto di svolta della loro vita, quando abbandonano la sicurezza del liceo per entrare a far parte del mondo dei grandi fatto di decisioni importanti, come la strada da percorrere per il loro futuro.
L'autrice non si ferma solo a questo. Sonda un altro tipo di terreno, affrontando una tematica che viene tanto discussa ma a cui ancora non si riesce a porre rimedio: il bullismo. Un problema che sta dilagando ovunque e che si manifesta con maggiore intensità all'interno delle scuole. Sam è solo uno dei molteplici obiettivi, e da insulti verbali si passa a una vera violenza psicologica, come nascondergli i vestiti dopo l'ora di educazione fisica per costringerlo a farsi vedere nudo dal resto dei compagni. Toccante è stato leggere la reazione di Ryan nei confronti dell'amico, un affetto quasi fraterno. E anche Claire non è stata da meno, perché a costo di litigare con il suo ragazzo, ha fatto una lavata di capo a Trev di dimensioni epiche, facendogli fare la figura del fesso davanti a tutti i suoi amici.

Quattro parole. Ho. Bisogno. Di. Te. Quattro semplici parole che prese da sole non significano nulla di particolare, ma insieme sono una bomba che abbatte il muro che ho tirato su nelle ultime settimane per ripararmi dalla sofferenza.
Quattro parole e tutte le mie difese crollano come un castello di carte.

Ho trovato molto maturi entrambi i protagonisti. Claire è figlia unica ed è cresciuta nell'agiatezza, e da come viene descritta sembra essere una ragazza con la puzza sotto il naso. E nonostante sia una cheerleader e la fidanzata del quaterback, è una ragazza dal cuore d'oro, una di quelle che sta sempre dalla parte dei più deboli. La vita la metterà davanti a un'amara verità ed è stata sorprendente la maturità con la quale ha affrontato gli ostacoli; un cambiamento molto percepibile nel libro, un po' come se il lettore vivesse la storia dall'interno.
Ryan... che dire di lui? Il ragazzo che ogni adolescente sogna di avere al proprio fianco. Bello, alto, muscoloso e con quei tratti orientali che lo rendono ancora più affascinante. Ma soprattutto ha un'intelligenza fuori dal comune; è un genio dell'informatica, ed esattamente dei videogame. Ha diverse collaborazioni all'attivo ed è uno dei migliori in quel campo. Il fatto di avere un padre nelle forze militari lo ha sempre tenuto lontano dal legare solidi rapporti di amicizia o dal frequentare le ragazze... evitare di legarsi per evitare di soffrire. Eppure qualcosa cambierà quando inizierà a frequentare Claire; quella paura allenterà la sua morsa e lui si renderà conto di non poter fare a meno di lei, come se fosse l'aria che respira...

Mamma...”, sussurro totalmente impietrito.
Lei si ferma un momento, mi guarda, poi mi viene accanto e, accarezzandomi il viso, mi dice: “Ryan, tu non sei mai stato un ragazzo o un bambino. Sei sempre stato un uomo e sia io che tuo padre siamo orgogliosi di te. So che te la caverai alla grande durante la mia assenza, ma ti prego... Trova una soluzione al tuo dolore, tesoro, perché, come vedi la vita può volare via in un soffio”.

Ok, la smetto, perché la tentazione di dirvi tutto è veramente forte... quindi se cercate una storia che vi faccia sognare, sospirare, allora questo è quello che cercate. Ultimo appunto sulla cover... così, giusto due paroline. Avrei preferito di gran lunga quella della versione self, perché in questa il ragazzo ha veramente poco di asiatico. Dite che siamo ancora in tempo per un piccolissimo appello alla Newton??? A parte questo piccolissimo neo, non posso che fare i più sinceri complimenti all'autrice e ora non resta che aspettare il suo prossimo romanzo... attenderò pazientemente cara Daniela.


Daniela Volonté è nata a Como, ha una laurea in Economia e Commercio e una in Scienze della Comunicazione, e tra l’una e l’altra ha lavorato come impiegata. Il suo sogno era diventare correttrice di bozze, per poter conciliare lavoro e famiglia. Scrive per passione, ma lo fa a tempo pieno… perché vi dedica ogni minuto libero della sua giornata. Con la Newton Compton ha pubblicato Buonanotte amore mio, diventato subito un bestseller ai primi posti delle classifiche, L’amore è uno sbaglio straordinario e Non chiamarmi di lunedì.


1 commento: