Ultime recensioni

lunedì 23 luglio 2018

DENTRO IL TUO RESPIRO di Annamaria Bosco

In una fredda domenica di febbraio, nel bel mezzo del Carnevale, le strade di Luca e Isa si incrociano.
Lui, un fisico piegato dalle conseguenze di una bravata finita male e un senso di colpa enorme da gestire, per un ragazzo di ventun anni. Lei, razionale, diligente e all'apparenza infrangibile.
Complice l’annuale festa in maschera, Luca indossa il suo travestimento e trova il coraggio di avvicinarsi alla ragazza che ama da troppo tempo.
Una presenza fatta di paure inespresse e risposte non date, che si fa strada nella vita di Isa e la sconvolge senza chiedere il permesso.
Due anime distanti celate da differenti paure. Due maschere invisibili pronte a calare.
Ma non tutti sono disposti a mettersi a nudo, soprattutto quando c'è in ballo un passato, con i suoi fantasmi, che torna a bussare.
Quale verità nascondono gli incubi che tormentano Luca?
Chi saprà scavare oltre l'apparenza e sotto la maschera?



Questa volta ho deciso di buttarmi. Sarà stato il fatto del carnevale, sarà stato il mistero che avvolgeva questa trama ma ha deciso di buttarmi. L’ho preso così a scatola chiusa tra le mie mani e WOW.

Isa è una normalissima ragazza che si divide tra amici, famiglia e Università; Luca è tormentato da incubi e sensi di colpa.

Le loro strade si incrociano durante la festa di Carnevale che si tiene nel loro paese. Non è proprio tutto un caso ma sta di fatto che tra i due scocca la scintilla.

"...È quello che mi sono ripetuta negli ultimi tre anni pur di costruirmi un muro attorno per superare il dolore e l’abbandono. Se fossimo protetti dal contagio emozionale, forse ci risparmieremmo un sacco di delusioni nella vita, ma non credo abbiano inventato vaccini di questo tipo. Sento una strana agitazione rasentare l’epidermide per poi planare diretta sul fondo dello stomaco. Quella sensazione tipica degli appuntamenti..."



"...Odio febbraio e il Carnevale.
 Mi hanno strappato la felicità come un palloncino dalle mani di un bambino..."

I due, complice uno scambio di identità, iniziano così una storia fatta di misteri e segreti che non tarderà a diventare complicata. Luca non vuole rivelare la sua identità e a Isa sta bene così. Basta stare accanto a lui per ritrovare il sorriso e la spensieratezza che di solito non fanno parte della sua vita.

"...Stasera sembra diverso, sembra un altro. Avvicino le mie labbra alle sue e gli regalo un leggero bacio. Ha un profumo intenso, un misto di muschio bianco e altre fragranze che stento a riconoscere, so solo che mi fa perdere i sensi. Non basta. Le labbra tornano a sfiorarsi e stavolta gli concedo un vero bacio. Deve essere la follia del Carnevale. Mi scosto da lui in fretta. Sono senza fiato..."


"...Come si spiega la forza dei campi magnetici tra due persone, tra due corpi? Quell’arcana attrazione che ti spinge verso l’altro? 
Se in fisica esiste una legge che regola ogni cosa, nella realtà credo sia tutto dettato dal cuore. È il cuore che genera il campo magnetico più forte di tutto il corpo umano, persino più intenso del cervello. Credo sia il magnete che attira l’altro, in maniera progressiva, con la vicinanza, ed esplode in un bacio..."

Ma come per ogni favola, purtroppo le cose brutte sono dietro l'angolo. Luca, ha dei seri problemi di salute di cui Isa non è a conoscenza e nel momento in cui decide di affrontare una pericolosa operazione tutto cambia.

"...Che cosa resterà di noi, di quella notte? Ricordi lontani o sbiaditi. Profumi vicini e incollati sulla pelle. Questa notte è stata tormentata di pensieri, priva della sua presenza, piena di mancanze e mi ha sorpresa stamattina con un enorme cerchio alla testa..."

Qui mi fermo. Tutto quello che succederà dopo lo lascio scoprire a voi.

Sappiate solo che questo non è un romanzo normale. No! Questo romanzo parla di rinascita, affronta argomenti importanti e va preso piano piano, pagina per pagina, per assaporarlo e comprenderlo fino in fondo.

"...Ci son cose che non si possono spiegare in modo semplice perché le parole, per quanto infinite, non sarebbero mai abbastanza. Come le persone che, per qualche strano motivo, entrano nella tua vita e te la stravolgono. Come i treni in corsa, come il mare in tempesta, come Luca..."

Il modo di scrivere di Annamaria è incredibile. Solitamente non mi trovo mai a sottolineare frasi o parte di testo, ma con questo libro non è ho potuto fare a meno. Per non parlare di come sono stati caratterizzati i personaggi che sono il fulcro centrale di tutta la storia.

"...Un cuore che soffre batte sempre più forte degli altri, perché ogni respiro è un incendio ai polmoni e uno strappo all'anima. È quello che ho provato in quel momento, una lacerazione al petto da squarciarmi a metà..."

Insomma io l'ho amato follemente. Nonostante il poco tempo che ho di solito per leggere (che per alcuni è molto ma che a me non basta mai) non sono riuscita a staccarmi. Dovevo assolutamente leggere, dovevo assolutamente arrivare al capitolo successivo e dovevo sapere come andava avanti la storia per vedere se si riusciva a raggiungere il loro meritato lieto fine.


"...Non si può sfuggire ai ricordi. Ti rincorrono, ti lasciano senza fiato, ti risucchiano nel loro vortice di tormento e da cacciatore ne diventi inesorabile preda. Te li ritrovi davanti agli occhi, i residui di un passato che non può più tornare..."


P.S.....Valerio...Valerio...amore mio perduto Valerio ti amo....




Nessun commento:

Posta un commento