Ultime recensioni

giovedì 12 luglio 2018

Segnalazione: IL FRATELLO DELLA MIA MIGLIORE AMICA di Kendall Ryan

Save the date, dal primo agosto Newton Compton ci regala una nuova serie, costituita da stand alone, intitolata Roommates.
L'autrice non è nuova qui in Italia, anzi! Era giunta tempo fa con una serie intrigante, ammaliante, un pizzico dark e.. Kendall Ryan sta tornando e, sicuro come l'oro, ha cambiato registro perché questa serie non solo promette faville, ma anche qualcosa di più.

Dunque, in attesa dell'uscita vi lascio alla sinossi ufficiale e a un estratto tradotto solo per voi.
See U Soon!


Per fare un favore alla sua più cara amica, ha accettato di ospitare suo fratello. Ma lui è molto diverso da come lo ricordava…

L’ultima volta che ho visto il fratello minore della mia migliore amica, era il ritratto perfetto dello sfigato, con tanto di bretelle. Ma quando Cannon si è presentato all’improvviso alla mia porta l’impatto con la realtà è stato violento. Ora ha 24 anni, ha messo su un fisico incredibile ed è terribilmente sexy. Mi viene voglia di saltargli addosso come quando giocavamo da piccoli. Con quel sorrisetto ammiccante con cui mi fissa, poi, è una tentazione irresistibile… Peccato che sia appena uscito da una storia, e non abbia alcuna intenzione di impegnarsi. Resistere è dura, ma riesco a trattenermi fino alla terza notte della nostra convivenza, quando finiamo ubriachi nel nostro appartamento e Cannon mi confida il suo segreto. Ogni volta che passa la notte con una donna, lei si innamora di lui. Che scemenza. Voglio dimostrargli che si sbaglia: non mi innamorerò di Cannon. Intendo vincere la scommessa… Perché perdere significherebbe avere commesso il più grande errore della mia vita.

Guardando indietro nei due mesi trascorsi, potrei solo chiedermi come sia arrivata a trovarmi a stare accanto al suo corpo con una tanica di benzina e una scatola di fiammiferi.
Questa non ero io, non era come sarebbe dovuta andare la mia vita eppure eccomi qui, invischiata con un uomo che non avrebbe mai potuto essere mio, guardando in faccia quello che era certamente un reato di primo grado.
L'amore ti fa fare cose pazze, irrazionali. Eppure anche sapendo come saremmo finiti, dubitavo avrei avuto la forza di fermarmi dall'innamorarmi di lui. C'era qualcosa in lui che mi chiamava. Qualcosa di magnetico e primitivo.

Nessun commento:

Posta un commento