Ultime recensioni

martedì 18 dicembre 2018

DARKEST MINDS #2. Una ragazza pericolosa di Alexandra Bracken



Di fronte alla decisione più difficile della sua vita, Ruby ha fatto una scelta: ha sacrificato se stessa. E ora si ritrova costretta a usare ogni giorno le sue abilità per irrompere nella mente di prigionieri nemici o per condurre delicatissime operazioni sul campo. Abilità che di certo non ha mai né chiesto né desiderato, ma che la rendono preziosa e temuta al tempo stesso. Gli altri ragazzi della Lega dei Bambini la chiamano Leader, anche se lei si sente semplicemente un mostro. Quando poi le viene affidato un segreto esplosivo, s'imbarca nella sua missione più pericolosa: attraversare un Paese disperato e senza legge in cerca di risposte sulla malattia che ha decimato la popolazione e squarciato la sua vita e l'America. Ma per trovarle dovrà prima trovare Liam. Perché la verità è in una memory card nelle sue mani. La riuscita della missione potrebbe cambiare il destino di un'intera generazione, e di un intero Paese. Non c'è spazio per errori. E Ruby, ancora una volta, farà di tutto per proteggere le persone che ama, fino all'ultimo.

Ora Ruby non è più una ragazzina spaventata, ha rinchiuso la sua vita passata in un cassetto della memoria, è cresciuta in fretta, ha imparato a usare i suoi poteri e le sue emozioni,  si è lasciata addestrare dalla lega dei bambini. Ora è leader di una squadra di ragazzini di colori diversi, ognuno di loro ha un compito ben preciso durante le missioni. È sempre molto silenziosa, non parla mai del suo passato ed è sempre in contraddizione con Vida che sembra sopportarla poco poiché l’accusa di averle soffiato il grado di comando. In realtà, i suoi compagni non sanno che lei è un arancione e che può leggere la mente e con un semplice tocco è capace di manipolarla.  Per questo è così preziosa, per questo ha deciso di farsi catturare e proteggere i suoi amici di un tempo. Si è cancellata dalla mente di Liam per permettergli di vivere ma ha sottovalutato il potere dell’amore, le loro vite si rincontreranno, si intrecceranno di nuovo, lui la vedrà e non la riconoscerà ma sa di amare Ruby. Già, è strano da comprendere eppure è così, lei si è cancellata fisicamente dalla sua mente ma ciò che era impresso nell’anima gli è rimasto cucito addosso. 

" Avevo bisogno delle sue lunghe dita strette intorno alle mie, volevo quella prova definitiva del suo buon senso alla sua razionalità verso l'ho ceduto il passo alla fiducia che un tempo aveva nei miei confronti. A te di che venisse con me, che accettasse che eravamo di nuovo compagni, che il tempo la distanza e l'incertezza non ci avevano scossi."
La narrazione scorre un po’ lenta all’inizio, si racconta la nuova vita all’interno della lega ma il nemico è sempre in agguato e cosa succede se è proprio dentro casa tua? La missione si trasforma in una corsa contro il tempo per salvare più bambini possibili, per portarli via da quei soldati corrotti che si sono fidati della persona sbagliata. Ruby deve recuperare una chiavetta usb in cui ci sono dei documenti davvero importanti che potrebbero mettere fine al sistema di terrore instaurato dal presidente Grey. 
"Sapevo bene che cosa fosse la lega che cosa facesse. Cate mi aveva detto una volta che era stata fondata Con lo scopo di rivelare la verità sui ragazzini nei campi punto e virgola era buffo però vedere quanto il messaggio fosse andato fuori strada. Ero arrivata lì da mezza giornata, e persino io ero in grado di vedere che in 5 anni non erano riusciti a fare altro che trasforma le dei ragazzini in soldati, catturare interrogare alcune persone, e abbattere qualche edificio di interesse"

Il ritmo diventa incalzante, inizia una caccia all’uomo, anzi direi una caccia al tesoro, per capire dove sia finito Liam perché la famosa chiavetta usb è nel suo giubbotto. Ruby ha il cuore in gola e quando lo trovano morente capisce di aver fatto una gran cavolata a lasciarlo da solo.


La missione non è stata così semplice come si pensava perché viene interrotta bruscamente da un gruppo di ragazzetti incavolati con il sistema che hanno creato una loro colonia e non li lasciano andare. Ruby dovrà usare i suoi poteri per ribaltare quel piccolo clan di inesperti, ancora una volta la vediamo nei panni dell’eroina che risolve la situazione, è  “solo” coraggiosa e quando toccano i suoi amici diventa una tigre.  
"La chiavetta tienila tu. A dopo pungi topo”  disse.
“ Tra due ore, girasole" 

Così, mentre mi affannavo a leggere con ansia e il cuore in gola, sentivo la vittoria in pugno perché finalmente Ruby avrebbe fermato la cattiveria usata su bambini innocenti e…. il libro finisce.
Avrei voluto di più da questo secondo capitolo che invece di trascinarci nel finale, ci invita a fidarci di Ruby; l’autrice è stata molto brava perché ci ha permesso di entrare nella sua mente mentre è in quella di qualcun altro, è davvero surreale.  È inutile dire che non vedo l’ora di leggere il seguito, è inevitabile dirvi che anche in un distopico l’amore è il motore delle anime vaganti.

"E' solo che non è giusto” riprese. “Niente di tutto questo è giusto”. “È la vita a non essere giusta” risposi. “Ci ho messo un po' a capirlo. Ti deluderà sempre, in un modo o nell'altro. Magari hai dei piani, e invece la vita ti spinge nella direzione opposta. Vuoi bene a qualcuno, e quella persona viene strappata via malgrado tutti i tuoi sforzi di tenere al tuo fianco. Cerchi di ottenere qualcosa e non ci riesci. Non si deve per forza trovare un significato. Non sei obbligato a cercare di cambiare le cose"


Per leggere la nostra recensione del primo volume di questa serie, cliccare l'immagine!!





Nessun commento:

Posta un commento