Ultime recensioni

sabato 9 gennaio 2016

MAI NESSUNO AL MONDO di Fabiola Danese


E se incontrassi l’amore della tua vita a soli dieci anni e dovessi lasciarlo andar via? Quando Matt si trasferirà nella casa di fronte a quella di Zoe, diventerà subito il suo migliore amico, ma presto sarà costretto a salutarla per partire con la sua famiglia. La distanza e il tempo non saranno un problema per loro, ma quando il destino farà ripiombare Matt nella vita di Zoe, tutto sembrerà profondamente cambiato a causa di un terribile segreto. Per loro sarà come ricominciare tutto un’altra volta: impareranno a ignorarsi, a conoscersi, a respingersi e a farsi male in una montagna russa di lacrime e baci. Ma se la storia è destinata a ripetersi, che senso ha tutto questo? Quando sei anni dopo Zoe dovrà tornare a casa e rimettere il cuore in gioco, la magia che c’è sempre stata sarà sufficiente a tenerli uniti? Un romanzo fatto di destini scritti nelle stelle, di amore, cose non dette, rimpianti e dolore. Un libro sull’intensità di quello che siamo insieme alla persona giusta e di quello che diventiamo quando la perdiamo. È il momento per Matt e Zoe di perdersi e ritrovarsi e di scoprire quanto può giocare con noi il tempo, complice e nemico degli amori migliori.
Questo 2016 è iniziato alla grande!!! E se prima non conoscevo il mondo del self publishing, ora non posso più farne a meno. Quindi è con grandissimo piacere che vi parlo del nuovo romanzo nato dalla testa e dalla penna di Fabiola Danese, una ragazza che è riuscita a conquistarmi con la simpatia di Miss Moon prima, ma che mi ha fatto perdere la testa per Matt e Zoe con questa nuova, tenera e dolcissima storia.

Come ha specificato l'autrice i personaggi non sono mai esistiti, ma la loro amicizia sì, e credetemi se vi dicessi che sarebbe piaciuto anche a me aver un amico come Matt.

Potevo fidarmi di lui. Era bello avere un complice in questa vita incasinata.


Matt e Zoe sono due ragazzi che vivono vicini e più precisamente, la finestra di Zoe si affaccia su quella di lui, per cui si può dire che è stata amicizia al primo sguardo. Vanno a scuola insieme, la notte si intrufolano uno nella stanza dell'altro (un po' alla Dawson's Creek), si confidano segreti e sanno che l'uno per l'altra ci saranno sempre. Per un brutto scherzo del destino, Matt parte con i genitori, tornando in Alabama solo dopo quattro anni, cresciuto fisicamente e molto cambiato interiormente, al punto che Zoe fa fatica a riconoscerlo. È sempre il solito sbruffone, ma non può fare a meno di notare quanto sia affascinante, e quanto le piacerebbe che lui la notasse. Il suo atteggiamento distaccato le fa male, per questo decide di chiudersi a riccio ed evitarlo, ma lui si rende conto che lei rappresenta un appiglio sicuro, la sua “luce” in fondo al tunnel. Eh sì, perché il suo cambiamento è dovuto a un segreto che porta dentro di sé, senza riuscire a dire niente a nessuno, nemmeno a Zoe.

Ho imparato sulla mia pelle che, negli adii più tristi, si nascondono i “resta” più veri.

Eppure quel segreto li unirà e li dividerà, facendoli ritrovare dopo diversi anni in una situazione
particolare: Sam, il fratello di Zoe sta per convolare a nozze, e chiede a Matt di essere il suo testimone. Ok, glielo chiede con pochissimo preavviso, ma lo fa affinché lui non abbia tempo di pensarci molto, poiché sa che partecipare al matrimonio di Sam equivale a rivedere lei, che nel frattempo è diventata una donna in carriera e ancora più affascinante di quanto la ricordava. Zoe farà di tutto per evitare di incontrare Matt, ma si sa che il destino gioca sempre brutti scherzi, e troverà sempre il modo affinché loro siano vicini.
Non mi soffermo volutamente sulla trama perché questa è una di quelle storia che vanno lette e assaporate, pagina dopo pagina vi ritroverete a ridere, arrabbiarvi, sospirare e non potrete fare a meno di lasciarvi scappare qualche lacrimuccia. La storia di Matt e Zoe è la storia di ogni buon amicizia che si rispetti, quel rapporto che forse diventa qualcosa di più, e da semplici amici ci si ritrova a innamorarsi della persona che ha sempre diviso con noi parte della vita.

La mancanza ti buca il cuore, esattamente lì dove hanno preso casa i ricordi.

La storia è a pov alterni (cosa che apprezzo tantissimo) e in prima persona, ti aiuta a vestire i panni dei personaggi e, se da una parte un comportamento può risultare confuso, dall'altra riesce a rispondere a tutte le domande che sembrano voler rimanere sospese. Il racconto si svolge in un continuo rincorrersi tra passato e presente, dandoci una prospettiva di Matt e Zoe adolescenti, e di loro adulti, aiutandoci a mettere in ordine i tasselli della loro storia e facendoci capire cosa possa essere successo tra i due che da grandi amici quali erano, faranno di tutto per evitarsi.


Quando baci la persona di cui sei innamorato, tutto il resto va al suo posto.

Speciale è il rapporto che entrambi i ragazzi hanno con Sam, che sembra rappresentare la chiave di volta di questa assurda storia; così come faranno capolino alcuni episodi del passato, che riusciranno sempre a strappare un sorriso ai nostri due protagonisti (ma anche ai suoi lettori). E chissà che anche per loro non arrivi il tanto sperato e desiderato lieto fine.
I miei complimenti vanno all'autrice per essere riuscita a creare una storia semplice che non cade mai nel banale, ma che è in grado di toccare le corde più profonde dell'animo umano, facendole vibrare delicatamente e dando vita a una melodia unica nel suo genere.


Fabiola Danese è nata a Taranto il 09/01/1990. Diplomata al liceo dei beni culturali Archita da Taranto e laureata in Editoria e Giornalismo presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Bari. Autrice della raccolta di poesie "Tutta colpa di Cenerentola" (BookSprint Edizioni) anno 2013 e di numerosi racconti come "Quello che (non) so di te" compreso nell'antologia Obession 2, "Senza far rumore", compreso nell'antologia Ispirazione pura e molti altri (tutti i racconti sono stati pubblicati nel 2014) "La cercatrice di sogni", pubblicato dalla Butterfly Edizioni (dicembre 2014) è il suo prima romanzo. Risale a maggio 2015 la sua seconda pubblicazione in seplfpublishing (chick lit) scritto a quattro mani con Luca Casamassima "Le paturnie di Miss Moon". Al momento collabora con Pugliamag (rivista quindicinale) e si occupa della realizzazione di book-trailer.


Nessun commento:

Posta un commento