Ultime recensioni

venerdì 16 dicembre 2016

ROGER FOX di Mariam Belattar


Una Casa di moda, uno stilista e una modella.
Lei è Celeste Anderson, figlia del magnate più famoso di New York. Il suo sogno nel cassetto è quello di sfilare su una passerella.
Lui è Roger Fox, lo stilista a capo della Foxmodelcom. Ha un segreto da proteggere, che gli
ricorda ogni giorno qual è il suo scopo nella vita.
Entrambi hanno un obiettivo e sono il bersaglio dell’altro.
Il desiderio è difficile da tenere a bada e metterà a repentaglio i loro scopi.
Niente è come sembra, niente sarà più lo stesso.
Una casa di moda con a capo Roger Fox. Un'aspirante modella dal nome Celeste Anderson.

E una trama che vi terrà con il  fiato sospeso.

Celeste porta un cognome pesante. Un cognome legato alla malavita organizzata.Il padre infatti è uno dei boss più temuti. Cresciuta in un mondo senza scrupoli, Celeste scappa da quella realtà. 
Vive con il suo ragazzo Ashton e, dopo anni di studi, riesce a fare un colloquio alla Foxmodelcom di proprietà di Fox.

Roger Fox ha un nome altisonante. Vive in modo riservato, bello da togliere il fiato e con un abbigliamento sempre impeccabile, scalda subito il sangue di Celeste portandola a desiderarlo.


Ma Roger la tiene a debita distanza. Un segreto li divide e lui non ha nessuna intenzione di cedere a quella donna. Ma tutto sarà vano. Come può fuggire da quegli occhi dolci che lo guardano di nascosto?
Entrambi si ritroveranno a combattere i sentimenti che, pagina dopo pagina, cresceranno.

Roger è un uomo d'affari che sa mantenere le giuste distanze dalle persone. Ad eccezione di Ned, suo braccio destro, e Martina, sua sorella, nessuno conosce il suo vero io. Un personaggio carismatico che cattura subito l'attenzione del lettore tenendolo inchiodato alla storia.

Dall'altra parte, Celeste è una ragazza cresciuta nel benessere ma nonostante tutto è scappata dalla mancanza di sensibilità del padre. Cercando di crearsi una vita lontana da quella dell'uomo, il suo sogno è quello di diventare una modella di successo. La Foxmodelcom sembra la giusta risposta.


Ma niente è come sembra.

Questo romanzo è scritto a pov alterni. Ma a differenza di alcuni libri, questo ha trovato il giusto equilibrio. Nei pov alterni c'è sempre una voce dominante e una secondaria. La voce secondaria occupa meno spazio rispetto a quella centrale, ma non tutti sono bravi a coglierne i tempi. Tempi che la Belattar ha usato sapientemente. senza segnare i capitoli iniziandoli con i nomi dei protagonisti ma dividendoli con un font di scrittura diverso, in modo da non confondere il lettore. Altro particolare di questa divisione in pov è la lunghezza di quello secondario che, in questo caso, è quello di Roger. Veloce deciso e continuativo. Non ripete mai quello che si descrive dal punto di vista di Celeste ma si prosegue nella storia con il punto di vista di Roger. Tutto per fare comprendere i suoi sentimenti.

**A ogni modo, è stata lei a placcare me con quegli occhi da cerbiatta, il broncio e quell'aria di finta sfida. Avrei voluto scoparmela sul cofano e mi ero chiesto dove fosse il suo ragazzo. Ashton Fisher.**

Il testo è ben editato e l'autrice ha dato spazio ai particolari delle scene. I dialoghi sono incalzanti e gli scambi fra Celeste e Roger sono intriganti. Questo romanzo mi ha tenuto incollata alle pagine.

Ottimo lavoro anche con i personaggi secondari. Ned e Georgia, che è l'amica migliore di Celeste, attraggono fin da subito. Ho trovato molto bella l'amicizia di Georgia e Celeste. Stessa sensazione con il rapporto invisibile, fatto di sguardi e parole non dette ma sottintese fra Ned e Roger. Molto ben descritte anche le scene di sesso che sono ben definite facendo alzare la temperatura corporea al lettore.



** Il palmo ruvido di Roger si posò sulla mia guancia, il polpastrello sfiorava i miei zigomi lentamente, chiusi gli occhi a quella insolita carezza.**
Una crescita incredibile di questa giovane autrice, che non ha usato le critiche come una cosa negativa ma ha lavorato sapientemente per farle diventare costruttive. Ha dimostrato di voler crescere. Un' umiltà non facile da trovare. Solo per questo meriterebbe le 5 stelle, ma secondo me passa l'esame a pieni voti per il tipo di testo pubblicato.

Brava Mariam, continua così e non cambiare mai. La tua sensibilità dona ai tuoi romanzi una freschezza particolare che fa innamorare il lettore e consiglio a tutti di leggerlo.



Nessun commento:

Posta un commento