Ultime recensioni

mercoledì 11 novembre 2015

CHROME (Book 4 in the Carolina Bad Boy Series) by Rie Warren









Boomer Steele is big. He’s bad. He’s the Retribution MC pres. He’s been dealt the worst hand imaginable and bears the scars inside and out. Not that anyone knows it. He’s watched his younger brother and sister hook up and hitch up with the loves of their lives, and now he’s the last Steele standing alone. Maybe he should keep it that way.
Then one feisty honey makes him feel, gets in his grill, pisses him off.
She goes by the name of Rayce. And that’s exactly what she does on her motocross bike when she’s not busy getting her hands dirty with her fellow grease monkeys as the only female mechanic at Stone’s Garage. She’s into fixing bikes, racing hers, and making Boomer’s life a living hell just for the fun of it. Oh, and she hates being treated like a girl.
Sparks flying? That’s an understatement where these two are concerned. Yet when Rayce needs a place to live, and Boomer offers her a room in his house, their unquenchable attraction wins out over antagonism. Sometimes. Rayce’s crappy upbringing makes her think love is for stupid fools asking for heartbreak. She’s not willing to go there for any man. Not even Boomer Steele.
 The bigger they are, the harder they fall.
Note to readers: this book addresses the issue of domestic abuse.



Ho seguito questa serie con entusiasmo dal primo libro, spin off compresi. Siamo giunti infine alla conclusione della Carolina Bad Boy Series, anche se dalle ultime indiscrezioni pare non essere terminata come si era lasciato intendere. Non ne capisco il motivo, tutti i protagonisti principali hanno avuto il loro lieto fine, ha pure creato una serie separata, come dire, credo che l'argomento sia stato più che sfruttato ed esaurito, non credete anche voi ?
Personalmente sono rimasta alquanto delusa da questo romanzo, ho notato un lento e progressivo decadimento, sia per la trama che per lo stile, rispetto alle prime pubblicazioni di questa autrice. Ero rimasta impigliata alla rete del fascino del biker romance, dai protagonisti simpatici ed eccitanti, il contesto tipico del Motorcycle Club e dal senso di appartenenza che solo un club simile riesce a trasmettere. Ero dunque spinta da buone intenzioni e alte aspettative quando ho iniziato la lettura del libro, si tratta pur sempre di bikers con contorno di erotica, una combinazione vincente giusto ?

Boomer, fratello maggiore di Brodie e Cat, già conosciuti rispettivamente nel terzo e secondo romanzo di questa serie, ha deciso di darsi finalmente da fare per conquistare la focosa e irraggiungibile Rayce, la brunetta che frequenta il Motorcycle Club femminile. L'ha osservata a lungo e adesso, che ha deciso che la vuole sul serio, si sente pronto per una storia seria e fare quindi la sua mossa per farla abbandonare tra le sue muscolose braccia.


A dispetto della sua sicurezza in fatto di donne, non sarà così arrendevole la ragazza nei suoi confronti, Rayce sembra infatti avere più lati nascosti che una matriosca.
Colpi di scena, battute irriverenti e passione calda da scottarsi, fanno da contorno alla storia di Broom e Rayce. 

Boomer, è un ragazzo di trentuno anni con la testa sul collo. è il presidente del suo motorcycle club e ha una cura attenta e meticolosa per la sua attività, la famiglia e gli amici. Ha un cuore d'oro e ha tanto amore da donare. Dopo la tragica morte dei suoi genitori, i fratelli felicemente accasati, inizia finalmente a provare un certo bisogno di compagnia e calore focolare.
Alcuni demoni del passato con l'aggravante di senso di colpa, lo tengono sveglio la notte. Meno male che non esiste al mondo niente che l'amore di una donna e la famiglia non possano curare.
Per lui Rayce, è una principessa, una donna da curare e proteggere. Tutto il male che ha sofferto nella sua vita, lui lo può cancellare con amore e una casa confortevole dove vivere, se solo lei si fidasse di lui....



Rayce, è un meccanico di ventiquattro anni, non si gingilla tra trucchi e centri commerciali a fare shopping. Le sue giornata le passa a sporcarsi le mani di grasso lavorando alle macchine dell'officina per cui lavora, il cui proprietario è Stone ( conosciuto nel primo libro ). Tutti i suoi colleghi sono maschi ma non si lascia minimamente intimorire dalle battute scurrili o dall'ambiente poco femminile, è una badass girl a tutti gli effetti!!


Però, il suo sorriso è falso, la risata debole e gli occhi spenti, questo perché a casa tutte le sere la aspetta un padre alcolizzato ed abusivo dalla mano pesante e la lingua tagliente.
Boomer sembra essere davvero sincero e calza a pennello la figura del principe azzurro sulla sua motocicletta cromata, ma il suo cuore è così fragile e se tra loro non funzionasse, come potrebbe sopportarlo?

Per entrambi i protagonisti, non sarà facile aprire il proprio cuore e liberarlo da paure ed insicurezze. Tra tanto umorismo e un'abbondante dose di erotica, troveranno il modo di conoscersi e innamorarsi.


Molti dei protagonisti conosciuti nei precedenti romanzi, li ritroveremo ancora una volta in questa nuova storia. Tutti insieme come in una calda e affettuosa famiglia di biker men e badasses women!!!

Tengo a precisare che Chrome, inizia, temporalmente parlando, parallelamente al primo libro della serie spin off Hunter. Non si può secondo me considerare quindi tale romanzo uno stand alone, lo si può comunque leggere separatamente, la scrittrice infatti aiuta il lettore inserendo i dettagli che mancano, nel caso non si conoscessero i retroscena del libro precedente. 

Non voglio demonizzare questo romanzo, non ritengo sia stato tempo perso perché di fatto gli spunti erano davvero buoni ma affrontati in modo troppo superficiale per me. La scrittrice è inciampata rovinosamente nei classici errori che si commettono causati dalla fretta di voler concludere un libro e dalla pressione del capitolo conclusivo di una serie di successo, lo ha riempito di luoghi comuni e non ha analizzato alcune situazioni che potevano arricchire il libro portandolo a qualcosa di più impegnato rispetto ad una banale lettura erotica. 

L'inglese è di media difficoltà di lettura, lo slang è praticamente inesistente di conseguenza agevola la scorrevolezza. Uno stile gradevole, dove humor dei dialoghi misto a scene ad alto tasso erotico stemperate da alcuni momenti di dramma famigliare, porteranno il lettore ad arrivare fino alla fine verso un epilogo da tutti e felici e contenti . 













 The Carolina Bad Boy Series





The Carolina Bad Boy Series - Spin Off








Box set purchase link: 





I waited an amount of time that almost did my head in. The idea of Rayce, in the same house, half-dressed . . .
I climbed the stairs. They were so delicate and fucking dainty I felt like a giant. At the landing, I hooked left, and immediately ran into Rayce exiting the bathroom on a cloud of total hotness.
The hallway was so small she banged up against me, but not before my eyes spun with the vision of her in a dress, and my tongue must’ve rolled out cartoon-style.
“Boomer!” She spread her palms across my chest where my heartbeat thundered.
She had on some sort of number that ended just above her knees, and it was curve-hugging until it flared at the skirt. The gray and cream pinstriped dress with a deep red belt looked vintage, classy, and I just didn’t have enough mother-lovin’ adjectives to describe it. A floral pattern overlaying the stripes echoed the charcoal-colored tats on her arms. Her tits overflowed the top. Her hips rounded out below the slim waistline. And her legs?
Shit.
Fishnet stockings. And, for the first time, high heels. Make that ankle-length black leather high-high-high heeled boots with metal designs on the toes.
Her perfume dazed me.
Her dress goddamn amazed me.
She snapped her fingers in front of my face. “You in there?”
“You’re wearing a dress.”
Genius, Boomer. You are truly a genius.
Rayce pivoted around, astoundingly graceful. The skirt flipped up to reveal seams on the backs of her stockings. “Like it?”
Liked it so much I was considering banging her against the bathroom door. “Yeah.” I rubbed a hand over my mouth. “You could say that.”
Then she did something entirely feminine, a side of her I’d never truly seen before, and performed a little twirl that lifted the skirt up her firm thighs before she stopped in front of me, her face glowing.
I started sweating, right then and there. “Jesus. You’re gonna give me a heart attack.”
“Serves you right, old man.”
“I wanna be your old man.” Growling, I scooped her into my arms. “Been missing you.”
I wouldn’t say I was at an impasse with Rayce, but I’d hardly seen her in several weeks. That was going to end tonight, after I watched Hunter either crash and burn or end up a happily married man.
My lips slid up the curve of Rayce’s neck, and her skin tasted like hot womanly sweetness. I licked the shell of her ear, ghosted to the corner of her mouth, and touched the point of my tongue against the seam of her lips.
She parted them with a gasp.
I looked down at her with heavy eyelids, our mouths separated by just a breath of space. “Been dreaming about kissing you. Feeling your lips on mine.”
“Why don’t you?” she asked, all throaty and sultry.
“You don’t want it enough yet.” I backed away from her.
She looked at me with glazed eyes, her lips moist and glistening.
Placing my hands against the wall behind me, I curled my fingers, desperate to touch her. “Is JB ready, because if she’s not I’m about ten seconds away from spreading your legs and getting my face on your pussy.”




Rie is the badass, sassafras author of Sugar Daddy and the Don’t Tell series–a breakthrough trilogy that crosses traditional publishing boundaries beginning with In His Command. Her latest endeavors include the Carolina Bad Boys, a fun, hot, and southern-sexy series.

A Yankee transplant who has traveled the world, Rie started out a writer—causing her college professor to blush over her erotic poetry without one ounce of shame. Not much has changed. She swapped pen for paintbrushes and followed her other love during her twenties. From art school to marriage to children and many a wild and wonderful journey in between, Rie has come home to her calling. Her work has been called edgy, daring, and some of the sexiest smut around.

You can connect with Rie via the social media hangouts listed on her website https://www.riewarren.com. She is represented by Saritza Hernandez, Corvisiero Literary Agency. http://www.corvisieroagency.com/Saritza_Hernandez.html

Social Links

Facebook Page
Facebook Profile








Nessun commento:

Posta un commento