Ultime recensioni

martedì 12 gennaio 2016

TROPPO BELLO PER DIRE NO di Jessica Clare



Il Billionaire Boys Club è una società segreta formata da sei uomini, incredibilmente ricchi, che hanno giurato di avere successo a tutti i costi anche in amore...
Il magnate immobiliare Hunter Buchanan ha un passato oscuro, di cui porta ancora addosso le cicatrici. Per questo vive come un recluso nella sontuosa tenuta di famiglia. Hunter era disposto a rinunciare ai sentimenti, fino a quando non ha visto una donna dai lunghi capelli rossi e dalla bellezza enigmatica e ha deciso di architettare un piano per conoscerla. Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio e di dare una svolta alla sua vita. Così, quando le si presenta un’occasione di lavoro in una ricca tenuta a New York, la coglie al volo. Ma se può trascurare le stranezze del nuovo incarico, non le riesce invece di ignorare l’aspetto attraente del nuovo capo e il suo temperamento imprevedibile. Hunter teme che il suo piano possa fallire prima ancora di essere messo in atto, ma Gretchen gli dimostrerà che la vita può essere piena di sorprese...



Iniziamo con questo splendido nome, che aspettavo di conoscere da mesi: Hunter.
Forse sarò l'unica che, al solo suono di questo nome proprio inizia a sospirare, sentire il cuore perdere un battito e a guardare al contempo innamorata il libro.
Perché? Sono sempre del parere che i libri che più mi colpiscono sono quelli cui il protagonista è imperfetto, è pieno di cicatrici nell'animo che sovente si rispecchiano nel suo aspetto, rendendolo così pieno di fascino, misterioso, con un passato che lascia il lettore a bocca aperta, come in questo caso.
Protagonista del secondo volume della serie Billionaire Boys Club è Hunter, il magnate che, nello scorso volume, trovammo non poco interessato alla rossa amica di Brönte.


Si sedette e lui le sistemò la sedia, poi si spostò alla sua destra. Notò che non si accomodava all’altra estremità del tavolo, ma al centro del lato destro, ponendosi a un angolo di novanta gradi rispetto a lei. Per nascondere ancora la faccia? Da lì non riusciva a vedere le cicatrici. Non scorgeva altro che un netto profilo inappuntabile.Immaginava che fosse abbastanza bello. Aveva la mascella quadrata e forte, i lineamenti regolari. Il naso era leggermente troppo grande per essere perfetto e sulla maggior parte degli uomini avrebbe sconvolto i lineamenti. Su di lui, sembrava solo… imperioso. Aveva occhi stretti e scuri e la bocca sottile, come se non sorridesse mai.

Rampollo di una famiglia che naviga nell'oro, Hunter ha imparato a sue spese che l'amore dei genitori verso i propri figli non sempre è così catartico come lo vogliono dipingere.
Ogni cicatrice, ogni tessuto leso, ogni singola imperfezione non sono altro che un monito con cui ha pagato quasi la vita quando era soltanto un piccolo ometto, un ragazzo che aveva appena iniziato a vedere il mondo con gli occhi di chi scopre per la prima volta i segreti che si celano dietro alla natura.

Così, crescendo, anziché imparare ad amare il proprio corpo come qualsiasi individuo, si ritrova ad accettarlo passivamente, a celarsi dagli sguardi della gente, a mostrare solo quella parte non deturpata da un segreto ormai svelato, da un passato marcato sulla sua pelle.
Nonostante la sua età, quest'uomo si è visto svanire tutti i suoi sogni sull'avere anche solo la più breve "storia" della sua vita, poiché ancora non ha trovato colei che sappia guardare oltre il suo viso, oltre le imperfezioni che solcano il suo corpo, rendendolo perfetto solo a metà. Come ogni persona anche lui è fatto di carne e desideri, di cuore e anima, soltanto non sempre capita che chi gli stia attorno sappia scalfire la superficie che riveste il suo cuore.

Se vivere, per le persone normali talvolta è un problema, per lui sopravvivere è divenuto il suo scopo principale. Questo fino a che, al college, non incontra quella che, con  il tempo, diverrà la sua famiglia, il suo appoggio: Logan, Cade, Reese, Griffin e Jonathan. Saranno proprio loro a creare poi una società segreta con lo scopo di aiutarsi reciprocamente per arrivare a toccare le vette negli ambiti loro affini.

Sarà proprio merito di Logan ( O almeno, indirettamente) se Hunter conoscerà la sua bella rossa, una ragazza con la testa sulle spalle, con degli ideali per cui è disposta a combattere fino all'ultimo respiro.
Se c'è una cosa per cui Mr Buchanan è conosciuto, è la sua mente acuta, portata per ideare piani una volta prefissatosi un obiettivo e, per la prima volta, non si tratta di affari, ma del suo cuore che lo porta a volere conoscere sempre più la sorella di Audrey.

Faceva venire l’acquolina in bocca. Morbida, assonnata e magnifica. La maglietta le scivolò giù da una spalla, scoprendo la pelle, e lui non poté più aspettare.Avanzò, l’afferrò per le spalle e la baciò.Gretchen gli si irrigidì contro e quella paura orribile lo colpì all’improvviso – paura che non fosse attratta da lui, paura che inorridisse al suo tocco, paura che lo rifiutasse. Ma poi affondò con entusiasmo tra le sue braccia, gli infilò le mani dietro al collo e ricambiò il bacio.Era il suo primo bacio.

Miss Petty nella vita di tutti i giorni riveste i panni della ghost writer e, fra le altre cose, si ritrova a vivere un momento nero dovuto alla stesura di un romanzo che per lei risulta essere più difficile di un parto, poiché si trova a dover creare la storia di un personaggio che, di fatto, non la entusiasma.
La risposta ad ogni suo problema sembra risolversi non appena la sua agente la mette al corrente di un nuovo incarico: a Buchanan Manor richiedono espressamente la sua presenza per catalogare delle lettere molto antiche e crearne una raccolta.
Il passato, e le loro storie, non fanno che portare Gretchen alla decisione di mollare tutto e partire, non sapendo che, oltrepassate le soglie di quella dimora, la attenderà una persona capace di stravolgerle non solo la vita, ma anche capace di impersonificare tutti i suoi desideri.

Il dilemma? Gretchen non sembra molto fortunata con il padrone di casa, poiché sembra non solo sfuggirle ad ogni occasione ma, dopo il primo incontro, sembra destinata pure a dover mettere in pratica ogni tattica per rendere quegli incontri sfuggenti sempre più duraturi.
Perché? Hunter si immaginava che il loro incontro sarebbe avvenuto solo dopo una lunga corrispondenza, non che alla prima occasione la ragazza interrompesse nei suoi alloggi privati quando a coprire il suo corpo c'era solo un misero asciugamano sui fianchi, lasciando alla mercé degli occhi della ragazza ogni scanalatura del suo corpo, ogni cicatrice messa così crudelmente in mostra.

Stranamente, però, la nostra scrittrice ha imparato che dietro ogni porta sbattuta in faccia si nasconde una motivazione ben più profonda nell'animo del proprietario di quelle missive, ritrovandosi così a escogitare nuovi modi per poter trascorrere assieme sempre più momenti, creando così ricordi per entrambi destinati a cambiare per sempre qualcosa.
Una cosa, però, è certa: quando per tanti anni una certezza si è radicata dentro di noi, anche il sentimento più puro come l'amore ci rende diffidenti, poco propensi a credere di esserne degni senza che gli altri nascondano secondi fini.

Era talmente convinto di non poter essere amato che aveva respinto l’unica persona che gli avesse mai mostrato gentilezza e affetto. Talmente addolorato che aveva subito creduto al peggio.Ma aveva bisogno di Gretchen. E avrebbe fatto qualsiasi cosa per farla tornare al suo fianco. «Come posso riaverla?»«Striscia», osservò Logan. «Fidati di me. Striscia parecchio».Le labbra di Audrey sussultarono nell’accenno di un sorriso. «È un inizio».

Un romanzo che, per tanti versi, mi ha riportato alla memoria la mia fiaba preferita, la Bella e la Bestia. Fin da piccola ho sempre amato le persone che hanno alle spalle un passato non roseo, innamorandomi fin da piccola alle imperfezioni, capendo che la bellezza, sovente, non è altro che una "carta" che avvolge una scatola. Per apprezzarne il contenuto bisogna sapere guardare oltre, notare che i tesori più belli si possono anche nascondere nelle confezioni  più "datate".
Nel corso degli anni, riflettendoci, coloro che mi son rimasti più impressi sono proprio i personaggi che celano il proprio volto alla società, come appunto la Bestia, Zsadist ( La confraternita del pugnale nero), Luc Gaverau ( Il protagonista di un'opera di Gayle Wilson) e la lista potrebbe ancora continuare per parecchio tempo. Sappiate solo questo: la lista si è allungata nuovamente, aggiungendo alle proprie schiere Hunter.

Per leggere la nostra recensione del romanzo precedente, cliccare l'immagine!




È lo pseudonimo con cui l’autrice firma i suoi libri erotici. Scrive storie paranormali con il nome di Jessica Sims e come Jill Myles è autrice di romanzi di vario tipo, dagli urban fantasy alle storie di zombie. Vive in Texas. La Newton Compton ha già pubblicato Scommessa indecente, primo volume della serie dedicata ai membri del Billionaire Boys Club. Per maggiori informazioni, visitate il sito: jillmyles.com.


La serie Billionaire Boys Club è così costituita:

  1. Scommessa indecente
  2. Troppo bello per dire di no
  3. The Wrong Billionaire's Bed
  4. Once Upon a Billionaire
  5. Romancing The Billionaire
  6. One Night With A Billionaire



Nessun commento:

Posta un commento