Ultime recensioni

lunedì 4 dicembre 2017

Quattro chiacchiere con: Chiara Cilli e gli ANDYIA!



Dicembre è arrivato e ciò significa che l'attesa per il terzo e ultimo capitolo su Andrè Lamaze e Nadyia Volkov si fa sempre più breve.
Proprio per questo ho avuto il piacere di intervistare gli Andyia e la loro mamma Chiara Cilli, quindi non vi resta che preparare un caffè, sedervi e stare insieme a noi!

                                  ❤ BUONA LETTURA 

Rosaria: Ciao Cosmo, oggi avrò l’onore di scambiare quattro chiacchiere con una scrittrice italiana molto conosciuta, soprattutto per il suo lato oscuro e per i suoi personaggi un po’ psicopatici e molto gnocchi aggiungerei. Tre fratelli, guerra, sangue... vi dicono qualcosa?
Sono sicura che avrete già indovinato di chi sto parlando, ovviamente si tratta di Chiara Cilli ma, non sarà da sola, ad accompagnarla ci sarà la coppia più… più… più… più… più…

*Rosaria continua a guardare insistentemente alla sua destra, verso André. Nadyia, all'altra estremità del divanetto, tamburella minacciosamente le unghie sul bracciolo, mentre André rimane impassibile e Chiara mima NON DIRLOOOHHH a Rosaria col labiale*

Rosaria: La coppia più shipposa  dell’anno, gli ANDYIA!

*Chiara, tra Nadyia e André, inspira profondamente per non perdere la calma*

Chiara: Oh mio Dio.

Rosaria: Ma bando alle ciance e iniziamo subito con le domande. 
Andrè e Nadyia, intanto vi faccio i complimenti per il grande successo che state avendo. Se con gli Alenri tutte le Bad Girls erano impazzite, compresa me, con voi c’è stata una situazione di panico generale.  Io ho perso gli ultimi neuroni che avevo… Ma ditemi, ve lo aspettavate?

André: No.

Nadyia: Sì.

Rosaria: Iniziamo bene. . .

*Si pugnalano con occhiatacce in tralice. Lei gliene scocca una tremenda per farlo tacere mentre prosegue per entrambi*

Nadyia: Rappresentiamo l'unica forma di amore, in questo mondo cruento, l'unico faro di luce che però potrebbe spegnersi da un momento all'altro. In un certo senso, è come se fossimo gli eroi di questa storia, e siamo così grati a tutti quei lettori che si sono innamorati di noi e stanno facendo il tifo per la nostra coppia.

Rosaria: E tu, Chiara, avevi qualche dubbio all’inizio della stesura di “Per Addestrarti” per quanto riguarda il personaggio di Andrè, visto che non tutte lo apprezzavano?

*Chiara e André si guardano, e lei risponde con gli occhi nei suoi*

Chiara: Niente e nessuno potrà mai farmi avere dei ripensamenti su di lui. Sapevo quanto fosse detestato per ciò che ha fatto ad Aleksandra. Ma, quando si parla di persone che per lui non contano niente, è così: freddo, impietoso, mortale. Quando si prefigge un obiettivo, lo porta a termine, non importa null'altro. Ma André non è solo questo, non con chi ama. Sapevo bene che, leggendo Per Addestrarti, molti avrebbero detto: «Questo non è André». Sbagliato. Lo avevate conosciuto attraverso gli occhi di Aleksandra Nikolayev, quindi avevate visto solo una facciata. Avevate visto la macchina di morte, non la persona dietro la maschera. Una persona destinata a essere un eroe.

Nadyia: Un eroe con le mani sporche di sangue innocente.

*Chiara la fulmina con lo sguardo*

Chiara: Sì, Nadyia. Anche gli eroi commettono degli errori, ma poi sono pronti a pagare.

Nadyia: E lui pagherà.

*Scocca un'occhiata omicida ad André*

Nadyia: Presto.

Rosaria: La pagherà? OH MIO DIO COSA SUCCEDE?! Chiara, di che sta parlando. . .?!

*Inizia ad agitarsi sulla sedia*

Andrè: Che clima meraviglioso si respira in questo salottino, oggi. 

Rosaria: Nella vostra storia siamo arrivati ad un punto di non ritorno. André, se potessi cambiare una cosa, già accaduta o che deve ancora accadere, quale sarebbe? La stessa domanda vale per Nadyia.

André: Sceglierei di combattere al fianco di Nadyia contro la Regina.

Nadyia: Non avrei mai bussato alla porta di Marc.

*Rosaria borbotta sottovoce qualcosa tipo “Chissenefrega di quel Marco!”*

Rosaria: Andrè, c’è un ricordo felice della tua infanzia? Un ricordo legato ai tuoi fratelli o ai tuoi genitori?

André: Quando eravamo piccoli, giocavamo sempre con la mamma in giardino. Una volta l'ho colpita così forte con una palla di neve che è caduta e io e Henri le siamo saltati addosso e ci siamo rotolati con lei nella neve.

*Rosaria ha gli occhi lucidi e distoglie lo sguardo da  Andrè*

Rosaria: Nadyia, tu invece hai un ricordo brutto legato alla tua infanzia, o comunque a prima del rapimento?

Nadyia: L'unico ricordo infelice è l'infortunio alle Olimpiadi di Londra. È stata una brutta caduta, sul momento mi sono spaventata molto. Alla fine, non era così grave, ma sono dovuta tornare a casa e ho perso fiducia.

Rosaria: E’ un vero peccato, sono sicura che avresti spaccato il culo a tutti!  

Rosaria: Tra di voi è scattato qualcosa fin da subito, qualcosa che fino ad ora tu non avevi provato.

*Guarda  André, che inarca un sopracciglio di sfida*

Rosaria: Cosa ti ha colpito di Nadyia? A parte la bellezza, ovvio!

*André guarda Nadyia di sbieco, che si volta dall'altra parte con uno sbuffo*

André: Il suo coraggio. Sapeva che avrei potuto spezzarle il collo in qualunque momento, eppure non ha mai demorso. Si è avvicinata a me lo stesso, a volte con titubanza, a volte come se fossimo amici da tutta la vita.

*Nadyia lo guarda*

André: Mi ha trattato come una persona normale.

*Chiara si asciuga una lacrimuccia all'angolo dell'occhio e dà una strizzatina al ginocchio di André*

Rosaria: Chiara, so che è difficile tenere a bada questi due piccioncini innamorati…

*Nadyia prorompe in una risata sarcastica*


Nadyia: Innamorati…

*André le scocca un'occhiataccia*

André: Non lo siamo più?

*Nadyia scuote la testa con un sorriso che sembra tanto un ringhio e non risponde.Chiara si schiarisce la voce*

Chiara: Dicevi, Rosaria?

Rosaria: Ti è capitato, anche solo per un attimo, che tu abbia perso il controllo della situazione e loro abbiano fatto di testa loro?

Chiara: Uuuh, mamma mia, non sai quante volte! Ed è un problema di non poco conto, per una maniaca del controllo come me. È successo soprattutto in Per Addestrarti, quando dovevano conoscersi… intimamente! Per fortuna in Per Combatterti sono stati bravi. Mentre, ora che mi ci fai pensare, stanno per prendere in mano la situazione nel capitolo 14 di Per Sconfiggerti, esigendo una scena che non era in programma.

Rosaria: So già che amerò quella scena, me lo sento! 

*Guarda gli Andyia con gli occhi a cuoricino*

Rosaria: Domanda imbarazzante per André. Ora che Nadyia non è più sotto il tuo stesso tetto, ne senti la “mancanza”?

Andrè: Perché le virgolette?

Nadyia: Parla del sesso, genio.

Rosaria: Sì, mi riferisco proprio a quello!

*André la fulmina con lo sguardo*

André: Certamente…

Rosaria: Capisco, capisco… e come reagiresti se Nadyia ti dicesse che aspetta un bambino?

André: Un cosa?

Rosaria: Un bambino! Sai un piccolo essere umano che cresce dentro la pancia delle donne, tipo una versione di te in miniatura.

*Nadyia borbotta tra sé*

Nadyia: Che domanda senza senso e inutile…

André: Non capisco il significato di questa domanda, dato che è impossibile. La nostra merce è protetta, da quel punto di vista.

*Chiara gli dà delle pacche sulla gamba per tenerlo a bada*

Chiara: Hai ragione, hai ragione, tranquillo.

Rosaria: Ricollegandomi alla domanda precedente, se dovessi  ritrovarti a scegliere tra salvare i tuoi fratelli o la madre di tuo figlio, cosa faresti?

André: Vuoi morire?

Nadyia: Già, André, cosa faresti?

*Rosaria guarda Nadyia e ride*

André: Ma di che c*zzo state parlando?




Chiara: Di niente, di niente… Sono solo domande ipotetiche, non c'è ragione di alterarsi. Ora non si parla più di bambini inesistenti, non preoccuparti.

*Rosaria cerca di capire se Chiara mente o dice la verità*

Rosaria: Nadyia, guarda Andrè e dimmi cosa vedi.

Nadyia: Un codardo.

*Chiara la rimprovera con un'occhiataccia*

Chiara: Nadyia.

*Lei sbuffa e si gira verso André*

Nadyia: Vedo un ragazzo che è dovuto crescere troppo in fretta. Un ragazzo che ha dovuto costruire un'armatura dentro la quale rifugiarsi. Vedo un ragazzo che farebbe di tutto per coloro che ama. Vedo un ragazzo che ama con tutta l'anima. Vedo un protettore. Un eroe. L'amore della mia vita.

*Nadyia e André si fissano intensamente ancora qualche istante, poi lei si volta per nascondere la lacrima che le solca la guancia. Chiara fa segno a Rosaria di proseguire*

Rosaria: Ormai manca poco alla fine della vostra storia…

*Fa una faccia mesta*

Rosaria: Come vi sentite al riguardo?

André: Impazienti, credo.

Nadyia: E tristi, naturalmente.

Chiara: E basta, ovviamente.

Rosaria: Chiara, e tu? So che è sempre difficile dire “addio” ai propri personaggi, ma sento che con loro tu abbia instaurato un legame più profondo. Mi sto sbagliando?

*Chiara prende André e Nadyia per mano*

Chiara: Assolutamente no! Sono profondamente innamorata di questi due pazzi. Sono la mia coppia preferita della serie, sono i miei piccoli. Ma sono così grandi e talmente forti. Hanno un ruolo ben preciso in questa storia, entrambi hanno uno scopo e sono così fiera di loro. Sono la luce che annienterà l'oscurità, sono coloro che porteranno equilibrio. Sono amore, sono speranza.

*Nadyia la abbraccia*

Nadyia: Aw, Chiara!

André: Siamo gli ultimi Jedi, in pratica.

*Tutti ridono*


Rosaria: Domanda rivolta a tutti e tre. Descrivetemi “Per Sconfiggerti” con tre aggettivi.

André: Angosciante.

Nadyia: Sconvolgente.

Chiara: Tragico.

Rosaria: Prevedo un finale allegro. . . 

Rosaria: Ultimissima domanda, lo giuro. Chiara ha annunciato che nell’intera serie ci saranno cinque morti, sul suo gruppo in pratica sono aperte le scommesse. Voi  cosa ne pensate? Chi potrebbe morire?

*Incrocia le dita sperando che non siano loro*

André: Penso che sia del tutto normale. Siamo in guerra, e la guerra genera una moltitudine di morti. Credo che la prima perdita sia fondamentale, perché innescherà gli eventi che avranno luogo dopo di noi.

Nadyia: Sono d'accordo. Chiunque ci lascerà, sarà per un motivo ben valido.

Rosaria: Io ci provo… Senza farvi sentire da Chiara, uno spoiler piccolo piccolo, ce lo potete dare?

Chiara: Cosa sono, invisibile?

Nadyia: Ah! Lui mi dirà qualcosa che mi aveva promesso.

*André alza gli occhi al cielo e Rosaria batte le mani entusiasta*

André: Femmine…

Chiara: Stop!

Rosaria: Vi ringrazio per aver risposto alle domande e per essere stati qui, sappiate che siete i miei preferiti e vi amerò per sempre!

Chiara: Grazie a voi per averci invitato!

Rosaria: Ora mettetevi tutti  in posa per un selfie ricordo!











6 commenti: