Ultime recensioni

mercoledì 12 settembre 2018

BEAUTIFUL GIRLS di Lynn Weingarten



Dicono che Delia si sia data fuoco nel capannone del suo patrigno. Si parla di suicidio, ma June non ci crede. June e Delia sono sempre state inseparabili. La loro amicizia era la cosa più importante di tutte: veniva prima dei ragazzi, prima delle famiglie. Era simile a una relazione d’amore, ma era anche… molto di più. C’erano migliaia di segreti che le tenevano unite, come sottilissimi fili di seta che formavano un legame indissolubile. Esattamente un anno fa, tutto è cambiato. Quella notte June, Delia e Ryan – il ragazzo di June – volevano divertirsi un po’. Poi, però, le cose sono sfuggite al loro controllo. E nella luce pallida del mattino, June ha capito che niente sarebbe più stato come prima. Adesso, a un anno di distanza, Delia è morta. June è sicura che sia stata assassinata. E sente il dovere di scoprire la verità… Che è di gran lunga più complicata di quello che avrebbe mai potuto immaginare.

“Trovare una migliore amica è come trovare l’amore: quando succede lo capisci e basta.”


Il libro di cui vi parlo oggi è "Beautiful Girls" di Lynn Weingarten, che ho avuto il piacere di leggere in anteprima durante le vacanze.
Le protagoniste di questa storia sono June e Delia. Le due ragazze sono state amiche per tanti anni, ma a un certo punto si sono allontanate e da allora è passato circa un anno.
Al ritorno dalle vacanze natalizie, a scuola viene fatto un annuncio: Delia è morta, pare si sia suicidata. 

“Ora abbiamo un segreto. Avere dei segreti è ciò che crea le vere amiche. I segreti ti legano.”


Ma June, che la conosceva bene, non la crede capace di un gesto simile. Delia era particolare, una ragazza incasinata che si metteva a sua volta nei casini, enigmatica, pratica e molto diretta. Trovava sempre una soluzione a tutto. Inoltre, il giorno prima della sua morte, aveva provato a chiamare June e, non avendo ricevuto risposta, le aveva lasciato un messaggio sulla segreteria telefonica che non ha avuto ancora il coraggio di ascoltare. E se avesse potuto fermarla? E se in quel messaggio ci fosse un indizio per capire cos'è successo davvero quel maledetto giorno? 
June è molto diversa dalla sua amica. Delia era la ragazza fica della scuola, lei era solo June, si sentiva invisibile. Almeno fin quando non stringono amicizia, una di quelle autentiche, in cui non c'è bisogno di parlare, ma bastano i gesti, gli sguardi. Un'amicizia suggellata dai segreti, dalle confidenze, due persone che sono una la continuazione dell'altra, che riescono a sentire ciò che l'altra prova e pensa. Una relazione speciale, unica, totalizzante, come un colpo di fulmine. Oserei dire un rapporto di quelli tossici, del quale non puoi fare a meno e quando manca ti senti incompleto, apatico e ti limiti a sopravvivere. Ecco qual era il legame delle due ragazze: June senza Delia non esisteva. 

“ Quando stava vicino a Delia, June era una versione migliore e più intelligente di se stessa. Come se fosse una sua creazione.”

June inizia a indagare sulla sua ex amica, coinvolgendo altre persone, senza sapere bene di chi potersi fidare. E le verità che verranno a galla saranno sconvolgenti. 
Lo stile dell'autrice cattura  il lettore sin dalle prime righe e lo risucchia in un vortice di emozioni variegate, quella dominante è senza dubbio l'inquietudine, ma il bisogno di sapere lo trascina come un fiume in piena e quindi si lascia trasportare dalle pagine, finché si dimentica che ore sono, dove si trova e cosa deve fare. E in un attimo si ritrova alla fine. Inutile dire che ho letteralmente divorato questo romanzo.
La struttura della trama segue l'andamento della storia: capitoli dal punto di vista di June si alternano a capitoli in cui un narratore esterno ci racconta gli avvenimenti del passato. Ad un certo punto troviamo i pov alternati di due personaggi (che non svelo di proposito) e più di rado qualche scorcio del passato. Questo alternarsi di diversi punti di vista non nuoce alla scorrevolezza del testo, anzi lo arricchisce di particolari importanti. La tensione è sempre alta, così come l'attenzione del lettore che non viene mai meno.
Purtroppo non posso esprimere un mio parere sul finale per evitare spoiler. Ma sappiate che non me lo aspettavo!
Allora, vi ho incuriositi almeno un po'?!
Spero di sì, quindi non mi resta che augurarvi Buona lettura!

Vive a Brooklyn, New York. Lavora nell’editoria ed è un’autrice bestseller del «New York Times». Ha vinto numerosi premi per la letteratura Young Adults e si è affermata come una degli autori più sensibili alle tematiche giovanili. Beautiful Girls è il primo libro pubblicato in Italia dalla Newton Compton.





Nessun commento:

Posta un commento