Ultime recensioni

giovedì 23 aprile 2015

SETTE GIORNI di Cristina Bruni


Durante un torneo di golf in Virginia, il giovane Reginald Weston conosce Russell Lee, campione inglese ed ex numero uno del mondo.
Tra i due nasce una bella amicizia e l’uomo prende il ragazzo sotto la propria ala, insegnandogli i trucchi del mestiere.

Reginald ben presto si innamora di Russell, ufficialmente eterosessuale, pensando che sia ovviamente un sentimento a senso unico. Ma in realtà l’inglese è gay ed ha trascorso gran parte della sua vita soffocando il suo vero io, per non deludere la severa madre.




"Sette giorni" è un romanzo M/M edito da Triskell edizioni che narra la storia di amicizia nata tra un campione e un aspirante tale, su un campo di golf in occasione di un importante torneo internazionale organizzato nello Stato della Virginia.
Reginald Weston è una promessa emergente che si affaccia per la prima volta nel mondo del golf professionista. E' un ragazzo di ventidue anni, decisamente più maturo rispetto ai suoi coetanei che pratica con passione questo sport erroneamente considerato da molti come una disciplina praticata da persone adulte.

Russell Lee è un campione inglese trentenne con una carriera costellata da tanti successi e riconoscimenti sportivi, figlio di un altrettanto campione nello stesso sport e idolo indiscusso dello stesso Reginald che da sempre tiene appeso un suo poster sopra il letto della sua camera.
Inutile descrivere l'emozione che prova il giovane nel ritrovarselo davanti durante una serata in un pub, solo che il loro primo incontro lascia l'amaro in bocca a Reginald perché si ritrova davanti una persona totalmente diversa da quella idolatrata per anni.
Il giorno dopo Russell tenterà un nuovo approccio con Reggie, scusandosi con lui ed iniziando così una serie di incontri fortuiti che farà nascere un'amicizia tra di loro e non solo.

"Che cosa accade esattamente nel cuore di qualcuno quando capisce di essere amato?Che cosa succede alla sua anima quando si rende conto di essere complementare a un’altra? Tante, troppe cose per riuscire a descriverle tutte."

Reginald è un gay dichiarato da quando frequenta il college e, anche se non ha mai avuto una vera e propria storia importante nella sua vita, vive la sua sessualità alla luce del giorno senza curarsi troppo dei pregiudizi altrui e questo grazie alla stupenda famiglia alle sue spalle. Ho amato particolarmente ogni conversazione tra madre e figlio dal quale è emerso l'amore immensurabile di questa donna che ha a cuore solo la felicità del figlio come è giusto che debba essere. Timido e riservato, adorabile per il suo imbarazzo e la sua spontaneità, accompagnato in questa avventura da un caddie, Carlos, che rappresenta per lui il suo mentore e migliore amico sia sul green che fuori, sempre pronto a sostenerlo e ad offrirgli una spalla su cui piangere.

In sette giorni Reggie scoprirà che ciò che lo lega a Russell non è solo amicizia ma qualcosa di più profondo tanto che si innamorerà di lui e per la prima volta dovrà fare i conti con i sentimenti appena scoperti e il tormento per quello che ritiene un amore impossibile e non corrisposto.
Russell si presenta come un etero con tanto di fidanzata al seguito ma con un atteggiamento nei confronti di Reggie che lascia intendere esserci molto di più sotto. Il campione sembra nascondersi dietro una maschera per apparire come gli altri vogliono e non come vuole lui.
Ma qual è il vero Russell Lee?

"Guardami, Reggie. Ho trentun'anni, dovrei essere maturo. Dovrei essere adulto, eppure… Sono arrivato a questo punto della vita per rendermi conto che ho fallito. Che ho sbagliato tutto. Sono solo, senza amore."


Colui che si lascia andare a gesti teneri o colui che ferisce in malo modo i sentimenti di Reggie?
Sette giorni che porteranno Russell ad analizzare se stesso e la sua vita, per riscoprire quella parte di se troppo a lungo ignorata e repressa.
Una storia appassionata e una descrizione dei personaggi molto curata. Il romanzo è un inno all'amore puro e incondizionato che sono sicura verrà apprezzato anche da chi non predilige il genere.

"Russell, tu sei una persona speciale già così, senza essere te stesso. Quindi posso solo immaginare quanto meraviglioso saresti se deponessi le armi e iniziassi a essere ciò che sei sempre stato."






Cristina Bruni adora i libri gialli e di mistero, il cinema, i viaggi e la letteratura LGBT. Nel 2013 ha pubblicato Splendente come un diamante, edizioni Lite Editions, e La tigre e il professore, edizioni La mela avvelenata. Nel 2014 Gibraltar e Seonac’s Son con Triskell Edizioni e Text Me con Alcheringa. 

Alcuni suoi racconti sono inseriti nelle antologie edite da Delos Books, Alcheringa e Triskell Edizioni.






Nessun commento:

Posta un commento