Ultime recensioni

venerdì 1 febbraio 2019

FOUND. È PIÙ FACILE DIRLO CON UN BACIO di Tania Paxia




Frankie si trova al punto di partenza: in quella città che fino a due anni prima era stata casa sua, ma che ora non lo è più. Oltre a una casa, però, sta perdendo anche l’altra metà della sua infanzia trascorsa fra legno, truciolato, colla e vernici. La Reeves Guitars rischia di finire nelle mani della concorrenza e lei è pronta a dar battaglia, seppure sia costretta a fronteggiare qualche imprevisto di troppo.
Jayden, per dirne uno. Si trova a New York, alle prese con il “silenzio”, con un’agente sempre più impertinente e col suo nuovo ruolo di produttore dell’album di Cora O’Dell: una compagnia che si rivela essere meno spiacevole del previsto. Anche grazie all’intervento di un altro chitarrista che sembra attirare l’attenzione della cantante ancor più di Jay. Saranno sufficienti due occhi color cielo a distogliere da lui anche l’attenzione dei paparazzi?
Non tutto è come sembra, questo ormai Frankie lo sa per esperienza. Ma dopo aver letto l’articolo intitolato “Frankie Goes to Nashville” non può non fare il suo ritorno a New York per verificare di persona alcuni pettegolezzi, non per gelosia ma per apprensione nei confronti della salute del suo sopravvalutato preferito. Non è l’unica salute alla quale è interessata, però. C’è una chitarra da salvare. E forse, quella stessa chitarra, potrebbe essere in grado di salvare a sua volta la RG.
Dopo il primo round, il secondo round, il ko tecnico. Dopo una battaglia vinta… la resa dei conti è finalmente arrivata.

"Ogni chitarrista deve avere la chitarra che merita. Il contatto del legno e delle corde con l'anima è fondamentale. "
Originale Frank Reeves -- Reeves Guitars 

Eccoci giunti, a malincuore, alla fine di questa fantastica avventura. Found- È più facile dirlo con un bacio, è il quarto e ultimo capitolo della Liar Liar series di Tania Paxia, edito Newton Compton Editori.
La storia riprende da dove si era interrotto il terzo capitolo: Frankie è partita alla volta di Nashville per risolvere la questione della vendita della Reeves Guitars,mentre Jayden è rimasto a New York alle prese con i suoi problemi alle corde vocali e il nuovo ingaggio come produttore di Cora O'Dell.
Cosa succederà ai nostri protagonisti e a tutte le persone che ruotano attorno a loro? Per scoprirlo dovete solo leggere e godervi la storia.

"Un po' come l'amore. Se lo cerchi non lo trovi, ma quando lo incontri non puoi fare a meno di sentirlo. Lo senti sottopelle, lo senti dai brividi lungo la schiena e lo senti dalle palpitazioni. Lo avverti nell'aria come l'ispirazione."


"Il silenzio è davvero una delle armi più potenti al mondo, a anche una delle più difficili da usare."
In questo nuovo appuntamento con i nostri beniamini ci sono solo certezze: continuerete ad amare Jay e simpatizzerete per Orange is the new blues, soprattutto quando si troverà a Nashville, dove è nata e cresciuta, ad affrontare l'ostilità dei suoi amici di sempre e la possibilità di perdere la liuteria a cui sono legati i suoi ricordi più belli che l'hanno resa ciò che è oggi.

"Le parole se si tengono troppo strette trovano sempre il modo per liberarsi."


Anche questa volta è un crescendo di emozioni, date dalla semplicità e dalla freschezza dello stile dell'autrice che consente di entrare nella storia, fino a quando girerete l'ultima pagina soddisfatte ma con una leggera malinconia che vi accompagnerà anche per giorni, una volta che avrete concluso la lettura. È come quando arrivate alla fine dell'ultimo episodio dell'ultima stagione della vostra serie tv preferita e sentite un piccolo vuoto nel cuore, lasciato da quei personaggi che tanto avete amato nel corso del tempo, che sono diventati vostri amici a cui fate una fatica immane a dire addio.

Ecco, è così che mi sono sentita quando l'ho finito, e a distanza di giorni ancora non mi sono ripresa del tutto. È stato un bellissimo viaggio tra New York, Chicago, Los Angeles, Las Vegas e Nashville. Ho conosciuto un sacco di personaggi, che mi hanno intrattenuto con le loro storie intrecciate a quella principale che vede protagonisti Jay e Frankie, e ognuna ha avuto la sua degna conclusione. I personaggi e le loro storie si sono evoluti e così anche i sentimenti del lettore nei loro confronti. Ho apprezzato la cura dell'autrice per i particolari, per i testi delle canzoni di Jay, per i termini tecnici legati al mondo del blues e dei liutai. Nulla è lasciato al caso.

"E' proprio vero che i rapporti interpersonali affettivi sono fragili come le corde di una chitarra le quali, se tirate troppo, si spezzano e sono praticamente impossibili da rimettere insieme."

Un grazie speciale a questa autrice che è entrata di diritto tra le mie italiane preferite. Sono pronta a lasciare andare la Liar Liar series e a immergermi in una nuova avventura firmata Tania Paxia.
Consiglio la lettura a tutti tutti!
Vive in provincia di Livorno. Frequenta la facoltà di Giurisprudenza di Pisa, ma la sua grande passione è scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Le strane logiche dell’amore, un grande successo sul web, Ti amo ma non lo sai, Ti amo già da un po', Prima che arrivassi tu e, in ebook, la Liar Liar Series.



Nessun commento:

Posta un commento