Ultime recensioni

mercoledì 9 gennaio 2019

BRICIOLA di Stella Bright



Siamo arrivati a Kian Hall, il n. 10 dei Cardiffs Rugby.
Il regista della squadra, colui che ha il compito di trasformare la meta o effettuare un drop con precisione, concentrazione, sicurezza quasi matematica. Un ruolo importante. L’amore che posto ha nella sua vita, lui che spesso ha fatto da Cupido, soprattutto per suo fratello Lawrence? Anche questa volta c’è di mezzo Thor, e siccome è un cane a lui non importa se gli umani che ama siano maschi o femmine, ci andrà di mezzo un uomo di cui si fida: il veterinario.
Sorpresa! Anche Kian Hall si scopre ben poco preoccupato se il proprio cuore finisce fra le mani del veterinario: un uomo, e non per essere curato… beh almeno non in senso medico.
Con questo nuovo libro di Stella Bright, ritorniamo a Cardiff a fare la conoscenza di un nuovo membro della squadra di rugby: Kian. In realtà, per chi ha letto i due precedenti libri di questa serie (“Perché proprio a me” e “Il tuo cuore blindato”), non è un vero e proprio sconosciuto perché è un compagno di squadra di Johann e, soprattutto, il fratellino di Lawrence. Personalmente non vedevo l’ora di leggere finalmente la sua storia, soprattutto visto che l’autrice lascia il genere MF per abbracciare l’MM.

Il personaggio di Kian non mi ha delusa, prende di petto la situazione e non tentenna in inutili castelli in aria. Il suo carattere razionale e pragmatico non influisce negativamente sulle sue emozioni che esterna sempre senza problemi, anche a scapito dei suoi interessi personali. Al contrario del fratello Law noto per le molteplici conquiste femminili, Kian ha sempre preferito la moderazione, anche in campo sessuale, fino a credersi asessuato per la sua mancanza di interesse per le donne. Il che, ovviamente, lo porta a riflettere a fondo quando, come un fulmine a ciel sereno, si ritrova a trovare attraente Chase, il suo vecchio amico d’infanzia che sa essere gay. 
L’alternarsi dei pov permette una buona conoscenza anche del buon veterinario, Caesar “Chase” alto e forte e dall’aspetto da boscaiolo. Il suo aspetto mascolino è mitigato dalla dolcezza dei suoi occhi e del suo animo. È un personaggio molto positivo che si sente solo, ma che desidera una vera relazione e non trovare consolazione in una botta e via. Ovviamente tituba davanti all’interesse di Kian perché non vuole essere solo un esperimento, ma il rugbista è un vero osso duro e saprà convincerlo dei suoi sentimenti sinceri.
Insomma, una storia ricca di emozioni dove un uomo non solo si innamora, ma trova anche la forza di affrontare le proprie convinzioni per una crescita interiore e l’accettazione del proprio io. Un libro dolce, ma in cui non mancano anche scene decisamente hot. Una lettura raccomandata con cui aprire questo nuovo anno.

Allora aveva avuto la certezza che il rugby fosse il prolungamento del suo corpo, della sua mente, dei suoi desideri. 
Il bacio di Chase gli aveva comunicato un accenno della medesima perfezione, ma sul momento non aveva avuto il tempo di coglierlo pienamente; avrebbe voluto andare oltre per capire quanto quel “sentirsi a casa” fosse così adatto a se stesso. Cazzo, era stato come accendere per un secondo la luce in una stanza buia, una stanza che faceva parte di casa sua da una vita, ma della quale non si era mai reso conto dell’esistenza.

Se riteniamo che l’omosessualità sia un aspetto ordinario, regolare, di una persona, non deve per forza essere messo in evidenza, proprio come un eterosessuale non mette in evidenza le proprie preferenze sessuali. Se uno è vegetariano e ostenta il suo credo secondo me è un coglione, basta dire “no grazie, non mangio carne” quando se ne presenta l’occasione.

Dire “ti amo” non avrebbe reso l’idea di tutto quello che gli si agitava dentro e che, sapeva, si agitava anche nell’anima dell’uomo che stringeva fra le braccia; l’uomo che gli aveva donato la visione limpida di se stesso. 
Amore. Giusto. Naturale.

I libri hanno sempre avuto un posto speciale nel cuore di Stella Bright: merito del suo papà che le ha trasmesso la passione per la lettura. Con il tempo scrivere divenne un sogno nel cassetto che a lungo rimase tale, solo recentemente ha osato provare a realizzarlo. Prima di approdare al romance, Stella ha curato due rubriche su altrettanti blog sportivi dedicati esclusivamente al rugby perché adora questo sport; fu allora che decise di fare del rugby l’ambientazione di storie romance, d’altronde negli sport romance il rugby non aveva ancora fatto capolino. Così che inizia la Serie Cardiffs Rugby. 
Stella Bright ha iniziato a pubblicare con la Triskell Edizioni nel 2014 con il primo della Serie, “Perché proprio a me”, al quale è seguito il secondo “Il tuo cuore blindato”. Sempre con la Triskell ha pubblicato “Alla fine dell’Orizzonte”, un romantico viaggio in Scozia, e “Il riso fa buon sangue”, un urban fantasy. I libri di Stella possiedono tutti, chi più e chi meno, una spiccata vena comica, le situazioni nelle sue storie, seppur romantiche, strappano spesso qualche risata.


Nessun commento:

Posta un commento