Ultime recensioni

martedì 5 maggio 2020

Review Tour: INK. Una storia d'amore tra la Settima e la Main di Elizabeth Hunter



Emmie Elliot non aveva in programma di rimettere piede a Metlin, in California, e di sicuro non pensava di restarci. Era tornata nella sua città natale con una missione: vendere l’edificio che ospitava la libreria di sua nonna, prima di andare avanti con la sua vita.
Tuttavia, le cose non vanno sempre secondo i piani e, quando Emmie cambia idea, decidendo di riaprire il negozio, serve qualcosa che attiri l’attenzione. Lei ha bisogno di una strategia e di… Ox?
Miles Oxford non è il tipo a cui piacciono le proprietarie di librerie dal carattere riservato. È un tatuatore senza un negozio in cui lavorare e l’ultima cosa che desidera, dopo la fine di una relazione disastrosa, è frequentare qualcuna. Per Ox non bisogna mai mischiare lavoro e piacere, ma, dato che non prova alcun interesse per quella ragazza carina che gli ha fatto una proposta d’affari audace, è sicuro che non si ritroverà in situazioni imbarazzanti e complicate... giusto?
Lei “vende inchiostro”. Lui lo usa per tatuare. Insolito? Sì. Tuttavia, una libreria/negozio di tatuaggi potrebbe essere il biglietto vincente per arrivare a ottenere quel successo che entrambi desiderano. A condizione che ci si concentri sugli affari.
Soltanto sugli affari.

#prodottofornitodaHopeEdizioni
#copiaomaggio

Emmie torna a Metlin dopo anni che non ci rimetteva piede. È tornata con l’unica intenzione di vedere la libreria della nonna, recentemente scomparsa, per poi rientrare nella città che è diventata la sua casa. Lei è la classica persona che pianifica tutto nella vita, e per questo ritorno alle origini ci ha messo ben tre giorni, ma una volta dentro l’edificio, è impossibile resistere ai ricordi. Può una come lei mandare avanti l’attività della nonna tanto amata? Ha le carte in regola per osare e buttarsi a capofitto in un progetto più grande di lei ma incapace di darle una reale proiezione nel futuro? Al diavolo le programmazioni, sì, può farlo. Eppure Metlin è una piccola cittadina della California, e serve qualcosa che attiri l’attenzione, e guarda caso in quella libreria in fase di ristrutturazione entra Miles Oxford, un tatuatore che è appena stato licenziato dal negozio di fronte, dopo una brutta lite con la proprietaria. È questo quello che serve a Metlin, un posto di tatuaggi e libri? Questa combo potrebbe funzionare, ma a patto che tra Emmie e Ox si concentrino solo sugli affari e non permettano ai sentimenti di rovinare tutto.
Ma si può davvero fuggire dall’amore?

«Sei nel tuo mondo laggiù, non è vero?»
«Lo faccio spesso.»
«Sognare a occhi aperti?»
«Sempre.»

La trama è esaustiva di per sé e a me non resta che dirvi LEGGETELO! Elizabeth Hunter è stata una piacevole scoperta e prometto di recuperare i suoi libri tradotti in Italia finora, ma vi prego staff della Hope Edizioni, deliziateci ancora con i suoi romanzi.
Ho iniziato a leggere questo romanzo una sera, mi ero detta “Solo qualche capitolo per vedere se
ingrana”, per poi rendermi conto di aver letto oltre il 30% dell’intero romanzo. Mi sono dovuta fare violenza e spegnere il Kindle, ma svegliarmi il giorno dopo con il pensiero. Avevo bisogno di sapere cosa sarebbe successo ai protagonisti, come si sarebbe evoluta la loro storia. Spegnevo l’eredear per riprenderlo esattamente 30 secondi dopo, e immergermi nuovamente nella lettura. E oggi mi ritrovo ad essermi pentita di aver voluto leggere così velocemente. Questa è una di quelle storie che non possono assolutamente mancare nelle vostre librerie. Non è semplice storia, è poesia allo stato puro. Il girarsi intorno dei personaggi è di una dolcezza sublime. Quante di noi sognano di lavorare in una libreria? Sicuramente tante, ma quante possono vantare un socio in affari sexy come solo Ox, nella sua semplicità, sa essere?

«Grazie, Emmie.»
Gli sorrise. «Per cosa? Sono io che sto ottenendo un tatuaggio gratis.»
Si piegò di nuovo sul polso, spostando l’ago su quella pelle delicata. «Grazie perché sogni in grande per entrambi.»

Ho apprezzato molto tutti i personaggi all’interno di questo romanzo, da quelli principali a quelli secondari, come se fossero parte integrante di questo grande e meraviglioso insieme, dove nessuno cerca di prevalere sull’altro, ma si incastrano perfettamente come pezzi unici del grande puzzle della vita.
Emmie Elliot è una ragazza semplice, che indossa vestiti semplici e che non si definisce “bella”, ma piena di difetti, come qualche smagliatura e un po’ di cellulite sulle cosce. Ed è proprio in questo suo essere acqua e sapone che me l’ha fatta apprezzare particolarmente. È una di quelle persone che non puoi non amare, ti viene quasi istintivo e naturale volerle bene. Lo sanno molto bene i suoi amici che cercano di proteggerla e, se le ragazze vorrebbero tanto spingerla tra le braccia di Ox, i ragazzi mettono lui in guardia dal fare mosse avventate. Ma lasciatemelo dire, insieme sono ESPLOSIVI!

Alcune persone tranquille erano noiose. Emmie… era tutto un mondo da scoprire, ed era davvero interessante.

Cosa posso dire di Ox che non è già stato detto? Lui sa di avere un bel fisico e di essere pieno di ragazze che ci provano con lui, e sa che Emmie non è assolutamente il tipo di ragazza che fa per lui, quindi accetta la proposta di lavoro perché sa che con lei è sicuro di non mischiare lavoro con il piacere, come è stata la sua ultima storia. È  molto legato alla famiglia, e si sente costantemente in “dovere” di aiutare la sorella al ranch, anche se la sua passione sono i tatuaggi e la sua è un’anima artistica. Lui vorrebbe essere ovunque e accontentare tutti, a volte questo potrebbe portarlo ad allontanare persone che hanno creduto in lui e hanno anche provato a dargli un’opportunità. Ma l’importante è ammettere l’errore e provare a rimediare come si può.

Ox più una ragazza carina e interessante dava come risultato parecchie complicazioni. Non era un semplice elefante in un negozio di cristalli. Era un bue in una libreria che avrebbe mandato tutto a puttane.

Quindi il mio consiglio è quello di dare a quest’autrice una possibilità e a questa storia di fare breccia nel vostro cuore. Mi rendo conto che la scrittura in terza persona non è congeniale a molti dei lettori, ma superato l’impatto iniziale vi troverete a volerne sapere di più su Emmie e Ox, come se fosse una cosa di vitale importanza, come se steste assistendo alla nascita di un amore dei vostri più cari amici. Perché è questo che alla fine succederà, vi sentirete parte integrante di questa storia, e a quel punto sarà impossibile anche smettere di leggere.
E non preoccupatevi se a un certo punto della lettura sentirete un vago odore di inchiostro su carta, o se nelle orecchie sentirete il ronzio che fanno le macchinette dei tatuatori mentre viene inciso per sempre sulla pelle un nome, una frase o un disegno simbolico. Vorrà dire che la Hunter avrà compiuto la sua magia, portandovi all’interno della storia stessa.



Nessun commento:

Posta un commento