Ultime recensioni

giovedì 16 gennaio 2020

DOVE INIZIA LA TEMPESTA di Nicole Teso



TITOLO: Dove inizia la tempesta
AUTORE: Nicole Teso
EDITORE: Newton Compton
SERIE: Autoconclusivo
Katrina Ivanova è la figlia del narcotrafficante più potente della Russia. Ha passato anni ad allenarsi per essere all’altezza delle rigide aspettative di suo padre. Ed è sempre stata pronta a tutto pur di compiacerlo, anche a privarsi della propria identità. Tutto cambia quando si imbatte in una spia dei servizi segreti incaricata di sorvegliarla. Malik Bykov è magnetico, sfacciato e pieno di sé. Tra i due è subito guerra. Prima dell’uno contro l’altra. Poi, contro la passione irrefrenabile che nasce in una notte tempestosa. Katrina e Malik si troveranno a fare i conti con i loro stessi segreti. Con le loro stesse bugie. Ma soprattutto con una relazione proibita che potrebbe mettere in serio pericolo le loro vite.

#prodottofornitodaNewtonComptonEditori
#copiaomaggio

Avete presente la copertina di questo libro?
Lei mora, capelli corti al vento, occhiali da sole e giubbino di pelle? 
Lui camicia, occhiali da sole e viso al vento? 
Ecco. Ora immaginate l'opposto.

La storia di questo romanzo è ambientata in Russia, nella fredda cittadina natia del più temuto e potente boss della mafia.
Katrina è la figlia dell'uomo più spaventoso del suo Paese, erede del suo impero e spietata assassina... o almeno è quello che vuole credere lei.
In realtà dietro alla sua chioma lunga e bionda e ai suoi occhi di ghiaccio, si nasconde una giovane donna in conflitto con se stessa, con il padre, con la vita che ha e con il suo futuro.


"Malik.

Ogni cosa aveva il suo sapore.
Ogni cosa portava il suo nome. 
La mia pelle, i miei pensieri, il mio viso. 
Negli occhi c'era il suo nome."

La storia di Malik Bykov è più complicata, riusciamo a sapere qualcosa delle sue origini insieme alla protagonista e lentamente iniziamo a capire il perché delle sue azioni e cosa si cela dietro alla sua facciata. 
Poliziotto, assassino spietato, cacciatore a sangue freddo. Obbligato dalla vita a rispondere agli ordini di una sola spregevole persona... l'unico nemico del padre di Katrina. 

Sembrano due persone lontane, irraggiungibili e totalmente incompatibili sulla carta... se non fosse soltanto per un incarico che li obbliga a stare vicini, l'attrazione reciproca che li travolge e per l'unico desiderio che hanno in comune, l'unica cosa che solo insieme possono raggiungere per poter sopravvivere: la libertà. 
La storia è molto veloce, la vicenda si svolge in qualche giorno e in pochi attimi si è attratti da questa storia che sembra non poter avere lieto fine.
La trama mi aveva incuriosita molto e se da una parte posso dire di esserne rimasta soddisfatta, dall'altra meno.
I personaggi sono come me li ero immaginata: forti, dolci ma letali. 
Se da una parte una volta terminata la lettura ho potuto comprendere lui, Katrina per nulla. 
Avrei voluto scuoterla per farla tornare in sé e farle prendere una strada diversa ma, ahimè, non si può.

"Tutto si ridusse a due labbra al sapore di pesca. Solo le sue labbra che sussurravano il mio nome. Solo i suoi occhi distrutti dal tradimento" 
La storia aveva tanto potenziale, ma mi è sembrato mancasse qualcosa, avrei preferito una trama leggermente più lenta con una maggior introspezione sui personaggi. Troppe persone presentate senza un filo conduttore idoneo. 

Impossibile prevedere il finale, impossibile cercare di immaginare una spiegazione logica per gli avvenimenti che accadono.
Il tasto più dolente, ma forse voluto, è stato proprio l'ultima parte. Tutte le domande che avevo sono state spezzate via, troppo veloce, troppo confusionario, troppo tutto. Chissà se l'autrice ci riserverà un secondo libro? Sarei proprio curiosa di scoprire cosa succede...



Nessun commento:

Posta un commento