Ultime recensioni

giovedì 23 gennaio 2020

IL PRIORATO DELL'ALBERO DELLE ARANCE di Samantha Shannon



LA CASATA DI BERETHNET ha regnato sul Reginato di Inys per mille anni. Ora però sembra destinata a estinguersi: la regina Sabran Nona non si è ancora sposata, ma per proteggere il reame dovrà dare alla luce una figlia, un’erede. I tempi sono difficili, gli assassini si nascondono nell’ombra e i tagliagole inviati a ucciderla da misteriosi nemici si fanno sempre più vicini. A vegliare segretamente su Sabran c’è però Ead Duryan: non appartiene all’ambiente della corte e, anche se è stata istruita per diventare una perfetta dama di compagnia, è in realtà l’adepta di una società segreta e, grazie ai suoi incantesimi, protegge la sovrana. Ma la magia è ufficialmente proibita a Inys.

Al di là dell’Abisso, in Oriente, Tané studia per diventare cavaliere di draghi sin da quando era bambina. Ma ora si trova a dover compiere una scelta che potrebbe cambiare per sempre la sua vita. In tutto ciò, mentre Oriente e Occidente, da tempo divisi, si ostinano a rifiutare un negoziato, le forze del caos si risvegliano dal loro lungo sonno.

#prodottofornitodaOscarMondadoriVault
#copiaomaggio


"Buono, mio bimbo, che qui soffia il vento. Anche l'uccello placa il lamento. Non piangere più, o il drago ci sente. Dormi, mio bimbo, o lo vedrai arrivare. Chiudi gli occhietti, non devi guardare."



Ringrazio la Oscar Mondadori Vault per la copia omaggio de "Il priorato dell'albero delle arance" di Samantha Shannon. Il libro è uscito ormai da tempo, ma purtroppo non sono una lettrice veloce, un po' per mancanza di tempo un po' perché mi piace gustare le storie che leggo, sopratutto se mi piacciono. Partiamo dal presupposto che il romanzo conta circa ottocento pagine e non è neanche una storia che si legge senza essere concentrati. Inizialmente l'autrice deve, per forza di cose, introdurre le vicende, dare un quadro generale della situazione, per questo ho fatto un po' fatica a ingranare la marcia giusta. I personaggi sono tanti e le scena si divide su diversi piani, ma una volta superato l'ostacolo iniziale, non riuscirete più a smettere di leggere. Stare lontani da questo libro sarà impossibile.

"Nessuno dovrebbe indurre una donna a temere di non essere abbastanza"



Spendo poche parole sulla trama, senza scendere nel dettaglio: ci sono diversi mondi in lotta tra di loro, c'è chi combatte i draghi e chi li venera come divinità. C'è chi vive per proteggere, chi per raggiungere i propri obiettivi e chi per regnare. E poi c'è sempre chi vuole prevaricare e con violenza e inganno cerca di sbaragliare gli avversari, per conquistare il potere.
Intrighi, segreti, tradimenti, amore... in questo libro c'è tutto ciò che si possa desiderare.


"Confesso: sono anch'io una maga, come diresti tu. Ma nessuna magia di per sé è cattiva. Tutto dipende da come la si usa."



L'autrice ha dato sfoggio di un world building stupefacente, una narrazione che scorre solenne, ricca di colpi di scena. Ci sono i draghi, la magia e la lotta tra bene e male. Diverse storyline che inizialmente sembrano non c'entrare niente l'una con l'altra, che poi magistralmente si incontrano creando un intreccio originale in cui il lettore si troverà coinvolto a 360°.

Ho amato questo libro dall'inizio alla fine, i personaggi femminili sono emblema di coraggio, altro che sesso debole. Un inno alla femminilità in tutte le sue sfaccettature.
Una storia ricca, complessa e avvincente. Sono rimasta sbalordita quando ho scoperto l'età dell'autrice.

"Il buio rende nudi. Svela la nostra vera natura. È di notte che la paura si presenta al suo massimo, quando non abbiamo modo di difenderci (...) Farà di tutto per insidiarsi dentro di voi, e a volte ci riuscirà, ma... non lasciate che vi convinca di essere la notte."



Ma vogliamo parlare dell'edizione cartacea? Un librone bellissimo e colorato che non può mancare nella vostra libreria, il #bookporn per eccellenza.
Un high fantasy che mi ha fatto ricordare perché proprio questo è il mio genere preferito: con la fantasia si può andare ovunque e fare qualsiasi cosa.
Quindi, se anche voi amate il fantasy, leggetelo e, se lo avete già letto, raccontatemi cosa ne pensate.


Samantha Shannon è nata a Londra nel 1991. Nel 2013 ha pubblicato La sognatrice errante, il primo dei sette volumi della serie La stagione della Falce, a cui sono seguiti The Mime Order nel 2015 e The Song Rising nel 2017, tutti bestseller internazionali, tradotti in ventisei lingue. Imaginarium Studios, inoltre, ne ha acquisito i diritti cinematografici. Il Priorato dell'Albero delle Arance è il quarto romanzo dell'autrice.



Nessun commento:

Posta un commento