Ultime recensioni

lunedì 8 maggio 2017

Segnalazione: Big Love di Jay Crownover



Sapete, questa rubrica mi piace sempre più ogni attimo che passa.
Ebbene, entro quest'estate la Newton Compton ci farà un regalo. La serie Welcome to the Point in Italia vedrà comparire un altro volume. Quale? Con il titolo Big Love preparatevi ad accogliere Better when he's bold.
Che dirvi, vi allego la cover inglese e, piccina piccina, quella ufficiale.
Come l'ho ottenuta? Grazie allo Stand della Newton a Tempo di libri, ho preso un catalogo e c'era la cover.
Scusate la qualità ma si sa, lo scanner nelle foto piccine non può nulla.

Spero di aver fatto felici tutte le amanti di Jay Crownover!

Ps: Vi lascio anche il link alla recensione di Bad Love, primo libro italiano di questa serie, qui.

Che differenza c'è tra un cattivo ragazzo e un ragazzo che fa il cattivo? Quando ti muovi in un mondo oscuro e corrotto, per dominare la situazione non devi mai mostrare di aver paura. Solo così potrai controllare strade e persone senza scrupoli. Race Hartman è sufficientemente coraggioso, intelligente e sbandato per riuscire a diventare il capo di un posto come il Point. Dove ci saranno sempre cose brutte e cattivi da mettere in riga, ma in cui un uomo forte può ridurre i danni al minimo. Race ha un piano... riuscirà a impedire l'annientamento totale di quel luogo senza distruggere se stesso? Brysen Carter ha sempre visto Race per quello che è davvero: un ragazzo bello, dolce, ma troppo pericoloso. La tentazione di crogiolarsi nel suo bagliore dorato è forte, ma Brysen sa che finirebbe per scottarsi. Ha già tanti problemi, non ha certo bisogno di crearsene altri a causa di Race. Ma quando Brysen deve affrontare una minaccia che potrebbe essere la cosa più pericolosa che il Point abbia mai prodotto, è costretta a prendere una decisone: perché l'unica persona che potrebbe aiutarla a salvarsi è proprio l'uomo che lei non può permettersi di avere.

Brysen

Alcuni uomini sono impossibili da ignorare. E' come se chiunque altro intorno a loro si muovesse in slow motion, come se chiunque altro fosse dipinto in bianco e nero e lui sia l'unica macchia di colore, l'unica cosa che si muove nella stanza. Race Hartman era questo tipo di persona. Anche se tutto il locale era pieno di rumore, ubriachi, e un gruppo di persone entusiaste si trovava fra noi due, anche se io dubitavo che sapesse che ero alla stessa festa, tutto ciò che potevo vedere era lui.

Nessun commento:

Posta un commento