Ultime recensioni

mercoledì 21 marzo 2018

COME UN'ECLISSI di Alessia D'Ambrosio




"Ho incrociato le nostre rette parallele". È con quel pensiero rassicurante e la promessa di stare insieme per sempre che Christopher saluta Isabella in aeroporto e la guarda partire alla volta di Roma, senza rendersi conto che la felicità ha un prezzo e quello che dovrà pagare lui sarà molto alto. Matt è un uomo distrutto dal dolore per aver perso la donna che ama. Cerca in tutti i modi di andare avanti e lo fa rifugiandosi tra altre braccia, per non pensare, per non crollare. Isabella ha preso la sua decisone, sofferta ma necessaria. Ha deciso di affrontare i suoi demoni, chiudere con il passato e ricominciare da capo. Ma quando ritroverà quegli occhi davanti a sé, sarà costretta a rimettere in discussione tutte le sue scelte e ammettere che forse, solo forse, la vita è troppo imprevedibile per poterla pianificare a tavolino. Perché certe volte l’amore ha la stessa durata di un’eclissi: un brevissimo istante per riconoscersi e un lungo e doloroso addio prima di ritrovarsi di nuovo.

Desidero fare una piccola premessa con voi, amiche lettrici: io detesto i triangoli amorosi. Semplicemente non li concepisco, ma, con la maturità dei miei quasi 34 anni, ho capito che "mai dire mai" è un detto sacrosanto. Me ne guardo dal puntare il dito e giudicare perché non voglio sembrare ipocrita, però rimango sempre reticente quando si tratta di leggere di una storia d'amore triangolare.
Il fatto che io fossi in trepidante attesa del nuovo romanzo di Alessia D'Ambrosio conferma il fatto che, pur non apprezzando la forma geometrica, io sia rimasta intrigata e interessata a proseguire la lettura e a concludere la trilogia. Altrimenti detto: con me, hai fatto centro, ragazza!!

Per coloro che non conoscono la serie, mi spiace informarvi che non si tratta di uno stand alone; bisogna tornare indietro a "Come rette parallele", il primo volume della serie. Per chi, invece, deve ancora leggerlo il dilemma è palese: spoiler o non spoiler? Facciamo che questa volta è NO SPOILER, saprò intrigarvi anche senza  😉


Ritroviamo Isa, Chris e Matt, insieme a Percy, Aaron e alla famiglia italiana della protagonista.
Dopo un momento di comprensibile disperazione dei protagonisti, la trama si riscuote piacevolmente e in un modo che non avevo previsto. Questo crea una serie di situazioni che porterà i nostri amici a prendere delle decisioni e accettare il fatto di dover lasciare andare. Sarà davvero così?

Sarà impossibile per me staccarla dalle pareti del mio cuore, rimarrà come un ricordo silenzioso, come un taglio che sanguina una goccia alla volta senza rimarginarsi mai, che brucia in maniera costante, viva e pulsante, a ricordarmi per sempre che da qualche parte, a spasso nel mondo c'è l'amore della mia vita.

Questo romanzo racconta di un amore spezzato, che poteva essere bellissimo e passionale al punto da consumare le anime di due persone. Destinati a non stare insieme, a soffrire al solo pensiero dell'altro, a desiderare di non essersi mai incontrati, ma con la consapevolezza di essere davvero completi anche solo con uno sguardo fugace. E' vero il detto" non si può morire d'amore", secondo voi?
Forse, quello che davvero uccide è farsi andare bene qualcuno che non è chi davvero vogliamo al nostro fianco ma che promette di regalarci la felicità.
Non c'è bisogno che dica niente, quello che c'è fra noi non è spiegabile in nessun modo, è sbagliato, è sciocco è irrazionale, ma c'è.
Nel primo romanzo, Alessia ci aveva lasciato con un cliffhanger dal quale sto ancora precipitando. Illusa io che credevo di atterrare morbidamente a terra con la pubblicazione successiva!!!
Ancora una volta, la scrittrice conferma il suo stile scorrevole, dove analisi e dialoghi si completano e armonizzano la lettura.
Mi piace molto come il titolo di ogni volume sintetizzi perfettamente il concetto del romanzo e descriva il punto in cui si trovano i protagonisti; tra luci e ombre, esiste un momento di fugace libertà dove non ci sono imposizioni o scelte sbagliate. Bisogna solo approfittarne.

Il sole e la luna si stanno incontrando proprio in questo momento, creando pochi attimi di buio. Si danno appuntamento del blu limpido di questa giornata per sfiorarsi solo un'istante e poi separarsi per incontrarsi di nuovo chissà quando.
Consapevole di essere stata troppo vaga, non mi pento di non essere entrata in ulteriori dettagli. Questa è una lettura che non può e non deve essere rovinata!!

Alessia....muoviti a scrivere!!! !!!!! 😆



Per leggere la nostra recensione del primo volume di questa trilogia, cliccare l'immagine!!





Nessun commento:

Posta un commento