Ultime recensioni

venerdì 9 marzo 2018

Segnalazione: NON GIURAR PER LA LUNA (Eredi di Sereelia #1) di Angela Longobardi


Nel Regno Invisibile di Sereelia, il Primo Erede di ogni congrega ha il dovere di diventare il leader della propria città appena compiuti vent'anni; ma non prima di aver contratto matrimonio per assicurare a sua volta un Erede per la congrega.

Rae e Julian sono gli ultimi Primi Eredi della loro generazione a non aver ancora preso il comando della propria città, nonostante abbiano superato i vent'anni da un po'. La Regina non può più aspettare che trovino il vero amore, ordina che si sposino e trovino il modo di guidare insieme le loro congreghe, sebbene un matrimonio tra due Primi Eredi non sia mai accaduto.

Uno è tra le streghe più deboli dell'isola, l'altro tra le più potenti. Riusciranno a trovare un compromesso?

«Deve esserci un errore» balbetto ai domestici, ma entrambi scuotono la testa.
«La Regina ha pensato che avreste voluto condividere la camera durante la vostra permanenza a palazzo» dice uno di loro.
Mi sento arrossire in un millisecondo. La Regina passa troppo tempo a pensare a quello che vorremmo.
Faccio per obiettare ancora, ma Julian ringrazia e li congeda.
«Posso dividere la stanza con Roan» gli assicuro subito.
«Dai, apri» si limita a dirmi.
Mi affretto ad aprire la porta laccata di bianco e lo lascio entrare per primo. Lui posa il borsone a terra e l’abito sul letto. Si guarda in giro per orientarsi nella camera di un pallido giallo, resa quasi dorata dalla luce del sole del tardo mattino.
Si volta verso di me, che sono ancora impalato davanti alla porta aperta, e alza gli occhi al cielo, sedendosi sulla chaise longue ai piedi del letto.
«Non farne un dramma» mi dice, muovendo il collo per rilassarne i muscoli. «Abbiamo già dormito insieme e, se la Regina vuole, entro domani sera saremo sposati. Non ha senso che tu dorma con Roan.» Mi guarda, la testa piegata di lato. «A meno che tu non lo preferisca.»
Mi affretto a chiudere la porta e a posare a terra la borsa, vicino al lungo specchio con la cornice bianca lavorata. Mi siedo al suo fianco e fisso l’armadio color avorio davanti a noi.
«Immagino che dovremo farci l’abitudine» dico, voltandomi verso di lui.
Scrolla le spalle. «L’ultima volta non mi è dispiaciuto.»
Scuoto la testa, ma non riesco a non sorridere.

Angela Longobardi vive nella provincia di Napoli. Si è avvicinata alla lettura e alla scrittura solo da adolescente, ma da allora non smette di leggere e scrivere. Negli anni, con le sue storie su diversi siti di fan fiction, ha conquistato la fiducia e l'affetto di molti lettori.
Quando non scrive, procrastina guardando drama, serie TV e film di ogni genere.
Per restare aggiornati sui progressi delle sue storie, potete seguire i suoi profili social, tra cui la sua pagina autrice su Facebook: Red; Angela Longobardi.



1 commento: