Ultime recensioni

domenica 8 gennaio 2017

BUONASERA SIGNORINA di Guia Barsanti


Titolo: Buonasera Signorina
Autore: Guia Barsanti
Genere: Romance contemporaneo
Data di uscita: 18 giugno 2016
Ambientazione: Italia, Roma – Firenze.

E' mercoledì 23 Settembre 2015, il primo giorno di lavoro di Gisele, ventitré anni, eterna sognatrice, innamorata dell'amore. E' una ragazza spontanea, troppo, a sentire la sua famiglia, e di una bellezza talvolta disarmante, tanto che gli uomini non riescono a fare a meno di avvicinarla.
Alla ricerca continua del suo “Lui”, incontra George, un avvocato inglese che viaggia sul suo stesso treno da Firenze a Roma, sede del suo nuovo lavoro, dove vivrà a casa della sua migliore amica alle prese con una storia d'amore burrascosa con il suo capo. E' un primo giorno di lavoro pieno di coincidenze e imprevisti, un ambiente piacevole dove incontrerà il suo capo, Gregorio, uomo bizzarro e molto affascinante. Ma è il giorno seguente, quello in cui la sua vita cambierà completamente.


Ci si può innamorare in un attimo, o non innamorarsi mai…
Gisele Maria – Sissi per amici e famiglia – Parri, ha le idee ben chiare su come debba essere il suo “Lui”, tanto da fantasticarvi ogni notte (bollente, aggiungerei) e ha l’impressione di vederlo in ogni bel pezzo di manzo che ha la fortuna di incontrare. Ora è George – avvocato londinese dagli occhi verdi - ora Gregorio, datore di lavoro dal capello corto e brizzolato - ma quando arriva James? Il mondo si ferma, i pianeti si allineano e un incontro casuale, un tovagliolino imbevuto ed una telefonata colorita fanno il resto.

Gisele ha ventitré anni ed è appena stata assunta come “assistente fashion communication” alla Urbana Communications di Roma. Bionda, lentigginosa ed esuberate giovane donna dalla personalità spumeggiante e la lingua pungente, non usa la propria voce solo per esplodere in elucubrazioni mentali infinite, ma anche per regalare melodie, sebbene tenti di limitare il più possibile l’apparizione di questo suo talento. Durante il primo giorno di lavoro, il suo cellulare decide di lanciare una guerra fredda al Dottor Gregorio Canessa ma, complici il rossetto che ha sfoggiato quel mattino e l’inspiegabile attrazione che Gregorio prova nei suoi confronti, viene graziata, laddove chiunque altro sarebbe stato immediatamente licenziato. “Mai con il capo”, in ogni caso, è il suo motto. E’ innamorata dell’amore, quello vero, puro, sincero ed elargisce opinioni e commenti, nonché coloriti consigli all’amica Tessa, che soffre le pene dell’inferno a causa di un uomo con il quale quest’ultima ha avuto una relazione, ma che è in procinto di sposarsi. Proprio mentre è al telefono con Tessa e accompagna alle parole di confortominacce di morte contro il fedifrago ex, avviene l’incontro che le cambia la vita. Il profumo non artificiale di pelle pulita è la prima cosa che nota di “Lui”. Perché è “Lui”. Lei lo sa. Lo sente. Già fantastica su come sarà il loro prossimo incontro, mentre si avvia all’ufficio dell’Urbana per il secondo giorno di lavoro e viene catapultata in una importantissima riunione riguardante la presentazione per il lancio di un nuovo profumo “Buonasera” di Domenico Pretamela, stavolta con il titolare. Mister “Incontro casuale al bar” è davanti a lei, occhi azzurri e splendore mascolino al seguito.

James Pretamela ha trentaquattro anni, una laurea e un master in economia e non si capacita del perché quella piccoletta gli sia entrata in testa, tanto da voler seguire la campagna pubblicitaria del profumo, pur non essendo sua competenza. Ed è talmente affascinato da Gisele che le chiede di uscire, contravvenendo a qualsiasi etica professionale.
Potrei rimanere così tutta la notte, come se fosse la scena di un film in pausa. Vorrei fermare il tempo.
Eppure non è sempre tutto rose e fiori. Sissi è un vulcano, sia nelle emozioni che prova, sia nei sentimenti che esterna e l’emotività, derivante anche dall’insicurezza di un rapporto forse troppo bello, la spinge a chiedere informazioni, a fare domande sconvenienti, le cui risposte potrebbero non piacerle. Tuttavia, il desiderio per quest’uomo magnifico non riesce ad allontanarla da ciò che pensa possa essere un errore, dannatamente bello da vivere.
Poi la scoperta che cambierà le carte in tavola.


“Invio. Fatto. Letto.

Nessuna risposta.

E’ finita. Credo.”


“Buonasera Signorina” è il romanzo di esordio di Guia Barsanti, che nasce come esperimento letterario mentre è in viaggio da Napoli a Firenze e viceversa. Gisele è una parte dell’autrice, ma credo che potrebbe essere facilmente una di noi. Tutte, chi più e chi meno, desideriamo il principe azzurro, l’uomo perfetto. Fantastichiamo ad occhi aperti, tendiamo ad incupirci quando le nostre aspettative vengono illuse, spesso parliamo troppo, vogliamo troppo, chiediamo troppo. Ma, alla fine, se è vero amore, ogni cosa si risolve per il meglio e il tanto sperato “e vissero felici e contenti” arriva da sé.


Nessun commento:

Posta un commento