Ultime recensioni

domenica 8 gennaio 2017

LA PROFEZIA DI MEZZANOTTE di Irena Brignull



Le bambine nacquero nel preciso istante in cui gli orologi scoccarono la mezzanotte. Una nuvola scura coprì la luna e là, nella foresta, il cielo si fece buio. L’incantesimo era stato lanciato. Per quattordici, lunghi anni Poppy Hopper ha cercato di ingannare tutti, persino se stessa. Ha finto di essere una ragazza come tante, mentre i gatti la seguivano ovunque, i ragni tessevano tele complicate intorno a lei e gli elementi della natura sembravano rispondere al suo volere. Anche Ember Hawkweed ha sempre fatto di tutto pur di sentirsi normale: una normalissima strega come le altre. Ma se le sue amiche eccellevano nelle arti magiche, creando pozioni e incantesimi, lei riusciva solo a preparare unguenti e bolle di sapone. Quando Poppy ed Ember si incontrano, però, le cose cambiano. Le due ragazze capiscono subito di essere più simili di quanto avrebbero mai potuto immaginare. Entrambe sanno di non appartenere al mondo in cui vivono, ed entrambe vogliono scoprire la verità. Chi sono realmente? Quale legame misterioso le unisce? Insieme, Poppy ed Ember sono pronte a qualsiasi cosa pur di trovare le risposte che cercano. Anche ad affrontare una pericolosa profezia che affonda le radici nella notte dei tempi. 

Sono davvero contenta di aver avuto la possibilità di leggere questo libro. mi ha fatto volare con la fantasia in luoghi dove la magia e le streghe esistono davvero.

"Che rimanga tutto fantastico, finché é possibile"



Ma andiamo con ordine.
La storia narra le vicende legate ad una profezia secondo la quale una delle sorelle Hawkweed darà alla luce una regina. Raven e Charlock sono sorelle, streghe e daranno alla luce due figlie, Sorrel ed Ember. La prima è una strega a tutti gli effetti, mentre Ember è strana per appartenere alla categoria: è impacciata, ha poca dimestichezza con le erbe e gli incantesimi ed è attratta dalla città. Infatti le streghe sono tutte donne, gli uomini non sono ammessi, vengono utilizzati soltanto al fine di procreare e, se invece di una femmina, nasce un maschio, questo viene ucciso immediatamente. La congrega vive in un villaggio lontano dalla città e la sua esistenza è segreta.
Ma Ember è una giovane curiosa, attratta dalle novità e inadatta alla vita della congrega. È un libro aperto, ingenua e genuina, lascia trasparire tutte le sue emozioni senza riuscire a nasconderle. Ha un posto segreto, la conca ( una specie di discarica) dove si rifugia per evadere dalla sua vita; qui, un bel giorno, incontra Poppy, una ragazza che arriva dalla città e tra loro nasce una bellissima e tenera amicizia. Il giorno del loro incontro segna una svolta importante per il mondo magico. Ma non sarò io a svelarvi il motivo.

Poppy è una ragazza strana per il mondo in cui vive. Sembra non piacere a nessuno, non ha amici, viene evitata dai compagni di scuola e sente di non essere al posto giusto. Viene seguita dai gatti e dai ragni e a volte fa succedere cose che nemmeno lei riesce a spiegare.  È una ragazza chiusa, che tende a tenere tutto dentro, dotata di coraggio. Vive  solo con il padre, la madre è rinchiusa perché ritenuta pazza, e a causa delle sue “stranezze” è costretta a spostarsi in continuazione. Due ragazze simili ma allo stesso tempo diverse, qual è il segreto che le unisce?

"E se tenersi tutto dentro fosse l'unica cosa che ti tiene insieme?"


Il rapporto con Ember si incrina nel momento in cui fa la sua comparsa il giovane Leo, che fa breccia nel cuore di entrambe le ragazze. E si crea così una sorta di triangolo amoroso…

"È perché sei molto forte e potente... i maschi... temono le donne potenti"



Mi viene difficile accennare alla storia senza raccontarvi tutto, ma sarebbe un vero peccato perché vi toglierei il gusto della lettura.
Vi dico solo che ci troviamo davanti ad una favola moderna dove ci sono tutti gli ingredienti: tradimenti, bugie, magia, streghe, amore e odio, bene e male.
I temi trattai sono allo stesso tempo classici e moderni: la ricerca della propria identità, il bullismo, l’amicizia, il senso di appartenenza e l’amore in ogni sua forma. Lo stile dell’autrice è scorrevole e coinvolgente, ci narra la storia dal suo punto di vista, ma in relazione ai diversi personaggi e quindi da diverse angolazioni.
Inutile dire che ho amato ogni singola pagina di questo romanzo, la sua trama articolata, tutti i suoi personaggi, ben caratterizzati e curati.
Il libro è consigliato ad un pubblico che abbia più di undici anni e, nonostante io li abbia ampiamente superati, ho trovato questa storia bellissima, al punto che non vedo l’ora di leggere il seguito.
Se amate il fantasy young adult dove la magia è la protagonista indiscussa e l’amore fa capolino tra i personaggi, dovete assolutamente leggere “La profezia di mezzanotte”.



Irena Brignull è di origini greche, ma vive con la sua famiglia a Londra. Ha studiato Letteratura inglese alla Oxford University. È stata la sceneggiatrice di molti film di successo, tra cui Boxtrolls, Il Piccolo Principe e Shakespeare in Love. Nel suo tempo libero ama leggere e guardare film. La Profezia di Mezzanotte è il suo primo, straordinario romanzo.


Nessun commento:

Posta un commento