Ultime recensioni

lunedì 9 gennaio 2017

Buon Natale, Signor Miggles di Eli Easton





Toby Kincaid adora il suo lavoro nella biblioteca della città di Sandy Lake, in Ohio, dove passa i suoi giorni circondato dai libri a parlare con i visitatori. Adora specialmente il suo capo, il signor Miggles: gentile, arguto, sapiente in qualsiasi campo e totalmente innamorato del Natale. Sean Miggles, oltretutto, è davvero carino, specialmente per essere un adulto che veste completo e cravatta.
L’uomo, però, si tiene a distanza da tutti, e c’è una tristezza nei suoi occhi che Toby non comprende. Quando Sean viene accusato ingiustamente di un crimine che non ha commesso si arrende e non prova neanche a lottare, perciò Toby si rende conto che deve essere lui da solo a salvare la biblioteca… e il suo capo.
Cercherà, così, di smascherare l’oscurità che si cela nel passato di Sean e dimostrargli che anche lui merita una seconda possibilità, nella vita come nell’amore. E, mentre si occupa del suo personale miracolo di Natale, magari riuscirà anche lui a ricevere il dono a cui ambisce tanto: amare ed essere amato dal signor Miggles.

Il protagonista e voce narrante di questo racconto, è Toby, assistente bibliotecario, innamorato dei libri e del suo lavoro. Ammira fortemente il suo capo, Mr. Miggles, ma il suo sentimento, in principio, è assolutamente platonico. Il suo prendere coscienza di un diverso desiderio nei confronti dell’uomo è graduale e quasi inaspettato. Toby è fidanzato con Justin, ma fin da subito l’autrice porta il lettore a disprezzarlo per il suo egocentrismo ed egoismo. Viene naturale fare il tifo per Sean Miggles, esortando mentalmente Toby: “Lascia quello stronzo di Justin! Che aspetti?”. Non che il Signor Miggles mostri il minimo interesse per Toby, anzi cerca spesso di mantenere le distanze.

Sean Miggles lo conosciamo solo attraverso gli occhi di Toby e, purtroppo, questo limita un po’ l’approfondimento del personaggio che viene relegato quasi come secondario anche se è il fulcro dell’intero libro con il suo triste passato e la minaccia incombente sul suo futuro.
Prima che Toby e Sean possano iniziare il loro percorso a due, dovranno affrontare le ingiuste accuse che verranno mosse verso Sean e i macchinamenti di un membro del consiglio cittadino che vorrebbe dimezzare i fondi della biblioteca.

Più che una classica storia d’amore da mettere sotto l’albero per un dolce Natale, questo racconto dedica grande spazio soprattutto all’amore per i libri, la cultura ed il senso di appartenenza che si crea in un piccolo paese dove tutti conoscono tutti. Dove la famiglia è fondamentale e si organizzano super pranzi di Natale con mille parenti.

Insomma un libro dolce e scorrevole che fa credere nelle seconde opportunità e ai miracoli di Natale.




«Quando ami qualcuno, fai qualcosa di bello per lui, che siano piccole o grandi cose. Se non rose, allora un blocco per gli appunti, o una scatola delle tue caramelle preferite che ha visto in negozio. Tuo padre e io lo facciamo di tanto in tanto. Non perché sia un obbligo, ma perché quella persona non è mai lontana dalla nostra testa e quando c’è l’opportunità di farla felice, beh, la cogliamo. È uno dei più grandi piaceri della vita.»

La biblioteca era silenziosa e, per calmarmi, passai la maggior parte del tempo a mettere in ordine i libri. Era un lavoro noioso per definizione, ma per me no. Amavo tenere in mano i libri, sentirne il peso e la fattezza delle copertine sotto le dita. E scoprivo sempre volumi interessanti che non avevo notato prima.

«Persino il signor Rochester, che ha rinchiuso sua moglie e poi ha sposato un’altra persona, persino lui ha il suo lieto fine!»L’espressione di Sean era tra il triste e il compiaciuto. «Beh, per essere precisi, Toby, ha perso Jane per un lungo periodo. È stato disprezzato, la sua casa è stata bruciata, e ha perso la vista.»“Oh mio Dio,” pensai. “Sono innamorato perso di quest’uomo.”


ELI EASTON è stata in momenti diversi e con nomi diversi la figlia di un ministro di culto, una programmatrice di computer, una designer di videogiochi, l’autrice di storie su misteri paranormali, una scrittrice di fan fiction, una coltivatrice diretta e una gran dormigliona. Adesso sta vivendo una nuova e felice incarnazione, questa volta come autrice di storie m/m.
In quanto avida lettrice di tale genere, è felice quando un autore, nelle sue storie, riesce a combinare qualità letteraria, umorismo, bollenti scene sexy e dolcezza strappalacrime. Si è ripromessa di impegnarsi il più possibile a raggiungere il meglio di questa combinazione. Attualmente vive in una fattoria in Pennsylvania con suo marito, tre bulldog, tre mucche e sei galline. Tutti loro (eccetto il marito) sono femmine, cosa che spiega gli uomini nudi che hanno preso la residenza nei suoi ultimi lavori.


Nessun commento:

Posta un commento