Ultime recensioni

giovedì 19 gennaio 2017

The MSA Trilogy di Chiara Cilli



Forte, bella e trasgressiva, Cristina Cabrisi ama essere al centro dell’attenzione e avere il controllo, soprattutto con gli uomini. Così, quando il destino la mette sulla stessa strada di un uomo talmente bello e intrigante da mozzare il fiato, Cris sfodera tutte le sue armi di seduzione per conquistarlo. Ma Matt Staton, giovane proprietario della MSA, ha altri progetti per lei: la vuole nel team della sua particolare agenzia ed è disposto a tutto pur di averla.
In una partita in cui i sentimenti non sono ammessi, Matt sa che Cris è perfetta per questo lavoro e la sfiderà per ottenere ciò che vuole. Ma lei è abituata a vincere ed è disposta a spingersi oltre il limite pur di far capitolare Occhi di Ghiaccio.
Entrambi sanno che questo è un gioco molto pericoloso, ma quello della passione sfrenata è un richiamo a cui non possono resistere… anche se significa lasciarsi consumare da un’emozione tanto intensa che minaccia di distruggerli in qualsiasi momento.



Nella MSA, provocante agenzia di escort, una sola gemma incarna passione, successo e trasgressione. Cristina Cabrisi ha accettato di diventare il nuovo rubino di sangue, ottenendo così il potere che la predatrice sessuale in lei brama. Ma quando Stefano Diamanti le propone di passare una settimana con lui, Cris si trova di fronte a un bivio: consentire all’unico ragazzo in grado di vederle dentro di avvicinarsi, o tenerlo lontano per paura che lui riporti in vita la vera Cristina? Stefano pare conoscere a memoria il suo cuore, ma come resistere al richiamo oscuro e disarmante di Matt Staton? L’uomo dagli occhi di ghiaccio le ha marchiato l’anima e non ha nessuna intenzione di lasciarla andare, anche quando un pericolo maggiore rischia di frantumare il loro intenso e smodato amore.
Ora il gioco si è trasformato in una battaglia senza esclusione di colpi.
Matt e Cris non avranno limiti.
Il loro desiderio li getterà in un tornado di inesorabili emozioni.
E nessuno dei due potrà scappare.



Dopo aver lasciato la MSA, Cristina Cabrisi ha iniziato una nuova vita con Stefano Diamanti, abbandonando i panni del rubino di sangue e il potere che la predatrice in lei bramava. Ora ha tutto ciò che potrebbe desiderare: è diventata una scrittrice di successo e ha l’amore e la fiducia incondizionati di Stefano.
Finché colui che possiede la sua anima non torna a tormentarla.
Ormai in balìa delle tenebre che cova dentro, Matt Staton non è più l’uomo di cui si è innamorata, ma una bomba a orologeria pronta a farsi esplodere. Cris è l’unica in grado si salvarlo da se stesso, consapevole che non appena verrà sfiorata dalla sua seducente oscurità sarà la fine. Perché quando l’attrazione è alimentata da un amore così malsano e impetuoso, anche uno sguardo troppo intenso ha la capacità di distruggere…
Odio chiama odio.
La violenza della passione è pronta a bruciarli vivi.
E’ il momento di perdere ogni controllo e combattere.
Proteggi il tuo cuore. Mostra la tua anima.
L’amore non può sopravvivere.
Pur essendo stata scritta prima della storia che vede i fratelli Lamaze come protagonisti, che l'ha portata sulla bocca e nel cuore di moltissime fan, ho avuto modo di leggere la trilogia sulla MSA di Chiara Cilli solo in questi giorni di festa.
Nessun dubbio sul fatto che questa autrice meriti di essere letta da chiunque abbia la passione per i personaggi forti, tormentati e i finali spiazzanti.
Chiara ha questa rara capacità di far affezionare anche i lettori dal cuore di panna ai suoi protagonisti più crudi. Successe con Henri Lamaze in "Distruggimi" e la storia si ripete qui per la MSA con Matt Staton. È come ne "Il silenzio degli innocenti", quando alla fine del film sorridiamo tutti davanti all'immagine di Anthony Hopkins che, finalmente libero, annuncia i suoi cannibalistici piani per la serata.
Ma torniamo a noi...
«Ho visto fin dove si spinge la tua sete di potere, ma con lui perderai, Cristina. E non sto parlando di una sfida. Perderai te stessa.»


Cristina Cabrisi è una scrittrice, una truccatrice, un ex motociclista professionista. Cristina è molte cose, ma nessuno degli aggettivi elencati definisce la sua vera personalità. Cristina è soprattutto una provocatrice, bisognosa di far capitolare ogni uomo ai suoi piedi per rivendicare il proprio potere. Il primo impatto con Cristina non è stato dei più idilliaci, non è un personaggio di facile comprensione ma le motivazioni per il suo atteggiamento ci sono, Cris non si è svegliata dall'oggi al domani con questa necessità. Nel corso dei tre capitoli della serie, ogni cosa verrà svelata e il legame fra il lettore e questo personaggio diverrà molto forte.
《Più tu mi consumi, più io ti consumo, è vero. Ma ti amo» sorrido. «E se amarti vuol dire cadere a pezzi, allora i miei cocci sono tuoi. Io sono tua.»


Matt Staton occupa la fetta più grossa nella torta dei cambiamenti di Cristina. Conosciuto per caso durante un incontro fra uomini d'affari nella villa dell'amica Giovanna, Matt è la rappresentazione della conquista più difficile per Cristina, nonché la più intrigante. Quella con Matt sembra la danza iniziale fra due guerrieri, l'elettricità che pervade l'aria quando lui e Cristina sono vicini è contagiosa. Attrazione e timore di perdere il controllo sono le fondamenta del loro rapporto. 

Matt gestisce un'agenzia di escort, la MSA appunto, all'interno della quale donne particolari e bellissime offrono diversi servizi ai clienti. A parte quelli più ovvi, un gruppo di ragazze selezionate fra le più promettenti (i Gioielli) si esibisce in spettacoli burlesque sul palco del teatro dell'agenzia.
Stare sotto le luci dei riflettori, attirando l'attenzione di ogni uomo presente in sala, diventa per Cristina una tentazione troppo deliziosa per non cedervi. La sua decisione porrà, però, il rapporto con Matt di fronte al suo primo bivio.



Ti dirò questo» mi aggredisce. «Esci pure da quella porta. Vattene. Va’ da lui. Torna a soffrire. Io non verrò a cercarti. Non ti inseguirò. Vuoi scappare da me? Fallo. Ma sappi che è inutile. Tempo una settimana, e tu tornerai da me. Perché tu mi ami. Perché io ti amo. E perché io» mi prende il viso tra le mani «sono il tuo futuro.»


Al momento della decisione di Cristina, entrare a far parte dell'agenzia o rifiutare, compare quello che è diventato per me il personaggio più interessante dell'intera serie: Stefano Diamanti.
Se Matt è oscurità e dramma, Stefano sembra essere fatto di luce e di soluzioni. Posso affermare con tranquillità di essere stata completamente travolta dal suo essere e dalla tenacia che Stefano mostra nel tentare di convicere Cristina di essere lui la scelta più giusta.

Anche i personaggi secondari sono ben delineati (Stella e i gioielli della MSA, soprattutto) e con le loro interazioni danno ai tre personaggi principali la possibilità di formarsi davanti ai nostri occhi.



Il finale della storia, come tutti quelli di Chiara, è l'opposto di "scontato". Sulle prime sono rimasta con il libro in mano, incredula. Un altro dei pregi della Cilli è portare il lettore a convincersi di quello che sarà dei suoi personaggi per poi sterzare bruscamente, rimettersi in carreggiata e uscire di strada a pochi metri dall'arrivo. Personalmente credo che la fine della MSA Trilogy avrebbe perso di coerenza se la scelta fosse stata differente, nonostante qualcuno non ne sarà felice. Io lo sono, lo trovo perfetto e dico che mi piacerebbe leggere qualcosa su Stella e gli altri gioielli... mi mancano già.



4 commenti:

  1. Grazie immensamente per questa stupenda recensione, Veronica‼ *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa recensione è un grazie a te per come ci fai vivere in prima persona, attraverso le tue pagine, storie che nella vita reale sembrano impossibili.
      Non perdere questa qualità!

      Elimina
  2. Recensione davvero bellissima *.*

    RispondiElimina